8 strumenti SEO gratuiti per giovani imprese e start up

8 strumenti SEO gratuiti per giovani imprese e start up

8 strumenti SEO gratuiti per giovani imprese e start upConoscere la SEO (Search Engine Optimization) serve ad ottenere visibilità sui motori di ricerca con parole chiave rilevanti. Ma non solo: più in generale, aiuta a riuscire come imprenditori. Purtroppo, però, non ogni impresa può permettersi dei SEO tool a pagamento; tant’è che giovani imprese e start up sono spesso in cerca di strumenti SEO gratuiti.

Essenzialmente, gli strumenti SEO permettono di verificare le ricerche degli utenti e il loro volume. Quindi, consentono di stabilire quale sia la domanda di determinati prodotti e servizi. Inoltre, gli strumenti SEO rivelano quali siano i contenuti più richiesti, il che aiuta a stabilire la giusta empatia col pubblico attraverso il copywriting.  

Senza dubbio i motori di ricerca (che gli strumenti SEO analizzano) costituiscono una finestra su necessità, domande, preoccupazioni e curiosità del pubblico.  

Ma - sfortunatamente - molti dei migliori strumenti SEO disponibili sul mercato (come SEMrush e Ahrefs) arrivano a costare circa $ 100 al mese; e questo è un problema per giovani imprese e start up che devono fare i conti con un budget ridotto.

Ecco perché abbiamo messo insieme un elenco di utili strumenti SEO gratuiti, utilizzabili per ogni esigenza, dalla ricerca delle parole chiave all'analisi dei backlink.

 

State iniziando ora a occuparvi di SEO? Allora controllate la nostra guida alla SEO per ecommerce.

1. Keywords Everywhere: per visualizzare sempre il volume di ricerca delle parole chiave

strumenti SEO gratuiti Keywords Everywhere

Per cominciare, parliamo di uno tra gli strumenti SEO gratuiti che rende più efficaci molti altri tool presenti in questa lista: si tratta dell'estensione di Chrome Keywords Everywhere

Ad oggi, l'estensione non è ottimizzata espressamente per l'italiano e i dati sono disponibili solo per alcune keyword. Speriamo sia presto resa disponibile anche per l'italiano. Infatti, è particolarmente utile, specialmente ora che Google limita l'accesso al proprio strumento Keyword Planner. 

Innanzitutto, questo strumento SEO mostra i dati di Keyword Planner sotto le vostre ricerche su Google, Amazon e YouTube. Inoltre, rende visibili i dati di Keyword Planner anche su Answer the Public, Soovle e su altri strumenti presenti in questo elenco.

Insomma, Keywords Everywhere rende ogni vostra ricerca più approfondita, corredandola delle statistiche di base su ricerche mensili, costo per clic e concorrenza.

In sintesi, è il modo più veloce per rispondere alla domanda: "Quante persone cercano questa keyword?" Per cui, si tratta di un’estensione molto utile, sia per la ricerca di nuove parole chiave, sia per soddisfare la vostra curiosità.

Due avvertenze:

  1. L’estensione mostra i dati di Google AdWords anche su altri siti come Amazon.
  2. Se il volume medio mensile di una ricerca appare pari a zero, non significa che le persone non cerchino quei termini.

2. Ubersuggest: per trovare nuove long tail keyword

strumenti SEO gratuiti Ubersuggest

Quando iniziate a digitare una keyword nel campo “cerca” di Google, i suggerimenti che appaiono per completare la query sono piuttosto utili.

Se questa funzione di auto-completamento aiuta a fare brainstorming, identificando ricerche correlate alla target keyword, è anche vero che Google fornisce solo pochi suggerimenti alla volta.

È qui che entra in gioco Ubersuggest: uno strumento SEO che fornisce una lunga lista di idee per possibili keyword, tutte basate sulla parola chiave principale da voi inserita.

Con Ubersuggest, potete trovare idee per nuovi prodotti, per il marketing, per gli articoli da pubblicare sul vostro blog e molto altro ancora.

3. MozBar: per scoprire le Link Metrics sui risultati di ricerca

strumenti SEO gratuiti MozBar

Con MozBar (un'estensione Chrome utilizzabile creando un account Moz gratuito), Moz vi offre diversi strumenti SEO gratuiti. In questa lista, vorrei evidenziare in particolare una funzione di Mozbar: si tratta di Link Metrics.

Grazie a Link Metrics, è possibile valutare quanto sia competitivo il posizionamento tra i  risultati di ricerca per una data parola chiave; il tutto, in base a parametri come l’autorevolezza della pagina e del dominio, ed il numero di link che puntano alla pagina.

Questo strumento può aiutarvi a decidere su quali keyword puntare, in base al livello di difficoltà e a quanti backlink di qualità richieda il loro posizionamento.

In più, MozBar vi offre altri strumenti per analizzare adeguatamente la SEO on page e valutare l'utilità di un backlink da una determinata pagina.

4. Soovle: per ottenere suggerimenti sulle parole chiave da altri motori di ricerca

strumenti SEO gratuiti Soovle

Soovle, come Ubersuggest, offre delle idee per le parole chiave tramite gli auto-suggerimenti. Ma a differenza di Ubersuggest, anziché limitarsi a generare un elenco tratto dai dati di Google, estrae anche i suggerimenti da Bing, Yahoo, Amazon, YouTube, Answers.com, ecc.

Ogni piattaforma, come potete immaginare, è in grado di fornire informazioni diverse.

Answer.com, ad esempio, può fornirvi un elenco di domande comuni che le persone pongono riguardo la vostra parola chiave principale; invece, i suggerimenti di YouTube riguardano ciò che il pubblico vuole vedere sull'argomento in questione (come video di unboxing o recensioni).

Spesso, questi suggerimenti sono fonte di ispirazione per long tail keyword meno competitive su cui poter puntare.

5. Screaming Frog: per scansionare il sito individuando eventuali errori

strumenti SEO gratuiti Screaming Frog

Quando si gestisce un sito web (e magari anche un blog) le pagine possono essere troppe da controllare manualmente.

Incidenti come broken link e pagine duplicate possono capitare, ma sono sgraditi sia a Google che agli utenti. Fortunatamente, è possibile condurre una scansione gratuita del sito usando Screaming Frog; con la versione gratuita, è possibile esaminare fino a 500 URL.

Questo tool vi svelerà eventuali problemi del sito, indicandovi quali elementi necessitino di essere aggiornati o ottimizzati. E potrete anche esportare queste informazioni in un foglio di calcolo, utilizzabile in vari modi.

6. Answer the Public: per scoprire cosa chiedono gli utenti

strumenti SEO gratuiti Answer the Public

Tra gli strumenti SEO gratuiti, uno è particolarmente ingegnoso. Si tratta di Answer the Public, che utilizza gli auto-suggerimenti di Google per generare una mappa visiva delle long tail keyword derivanti dalla vostra focus keyword.

Personalmente, mi piace usare questo strumento per il content marketing; è in grado di suggerire e organizzare le idee per le parole chiave sulla base di alcune domande (chi, cosa, quando, dove, perché), di comparazioni (a confronto con, e, o), ecc. Dopo tutto, creare contenuti straordinari che ottengano visibilità significa anticipare le domande proposte dal pubblico attorno alla focus keyword.

Answer the Public è anche un buon modo per avere un'idea di come il pubblico percepisca un dato argomento; e per capire quali siano scelte e ostacoli affrontati nel pervenire alla decisione di acquisto.

7. Backlink Tool: per vedere quali siti rimandano a una pagina

strumenti SEO gratuiti Backlink Tool

Un backlink, come suggerisce il nome, è un link al vostro sito web, proveniente da un altro sito. I link esterni sono generalmente considerati un segnale di rilevanza su internet (specialmente se provenienti da siti autorevoli).

In passato, Matt Cutts di Google ha destato scalpore prennunciando la perdita di importanza dei backlink nel determinare il posizionamento dei siti web. A tutt’oggi però, questi collegamenti hanno comunque una certa influenza, secondo molti esperti SEO.

Ed anche se così non fosse, uno strumento valido per verificare i backlink può tornare utile per svariati motivi; ad esempio, per capire quali siti rimandino al vostro o a quelli dei vostri concorrenti, e per creare un elenco di blog o scrittori, utile nel fare outreach

A tal fine, il Backlink Checker di SEO Review Tools (che offre diversi strumenti SEO gratuiti) è piuttosto utile. Le sue limitazioni? Rende possibile ottenere solo il miglior backlink per ogni dominio e pone un limite di 18 ricerche al giorno.

Ma il bello di questo strumento è che vi indica l'autorità del dominio autore del collegamento, il numero dei link provenienti da quel dominio e se i link in questione siano “nofollow” o “dofollow”; in più, vi svela l’anchor text utilizzato; il tutto, raccolto in una singola schermata.

In alternativa, potete anche controllare i backlink di un URL mediante Open Site Explorer di Moz.

8. Google Search Console: per controllare il vostro ranking e non solo

Infine, non è possibile parlare degli strumenti SEO gratuiti senza citare la Search Console di Google.

Con la Search Console, potete verificare come Google vede il vostro sito web; e potete anche analizzare quali query generino traffico, arrivando così a comprendere le modalità di ricerca seguite dagli utenti.

Inoltre, potete utilizzare la Search Console per identificare gli errori sul vostro sito web, e per scegliere di escludere dall’indicizzazione quelle pagine che non volete mostrare nei risultati di ricerca.

Consultate questa guida per sapere come configurare la Search Console e tutte le operazioni che potete svolgere. È uno step assolutamente necessario, se gestite un sito web.

Quali strumenti SEO gratuiti consigliate?

Come ho detto all'inizio di questo articolo, esistono diverse soluzioni a pagamento che offrono funzionalità complete per soddisfare le esigenze SEO, dalla ricerca delle parole chiave all'analisi dei backlink. E senza dubbio, il loro grado di completezza è molto maggiore. Ma le risorse qui indicate restano ottime, soprattutto se si considera che si tratta di strumenti SEO gratuiti.

E poi, esistono sicuramente altri strumenti SEO gratuiti di cui non abbiamo parlato. Voi ne conoscete altri? Condivideteli nei commenti qui sotto!

Se siete proprietari di un negozio Shopify, cercate nell'app store le SEO app per ottimizzare il vostro sito sui motori di ricerca.

Which method is right for you?Note sull’Autore - Giulia Greco è caporedattrice e responsabile di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni e da 15 anni non beve un caffè espresso degno di questo nome. Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni