20 idee per attrarre i clienti in negozio con il local marketing

20 idee per attrarre i clienti in negozio con il local marketing

Local marketingCome faccio a far trovare il mio negozio da nuovi potenziali clienti?
Come faccio a fidelizzare quelli che già ho?
Come posso competere con le grandi catene se ho una piccola attività?

Il discorso è ampio e la strada da percorrere per portare a casa il risultato è piena di diramazioni, tutte utili e importanti.

Oggi ci soffermiamo su una di queste: il local marketing, ovvero un’insieme di azioni offline e online per promuovere la vostra attività sul vostro territorio.

Il vantaggio di chi ha un negozio fisico

Il fatto che il vostro negozio sia inserito in una comunità locale e che voi abbiate tutti i giorni l’occasione di interagire di persona con i vostri clienti è una opportunità enorme. Ci avevate mai pensato?

Avete la possibilità di accogliere le persone, di ascoltarle, di consigliarle, di far conoscere la vostra personalità, di farvi apprezzare e ricordare.

E poi potete trasferire tutto questo online, dov’è importante che ci siate per farvi trovare da nuovi potenziali clienti.

Il vostro scopo è costruire una presenza sul territorio per farvi scoprire e conoscere da abitanti e turisti.

È un lavoro che va fatto offline e online attraverso iniziative, attività e azioni che diventano campagne di marketing.

Lo sintetizza molto bene Fabio Fulvio, responsabile Settore Politiche per lo Sviluppo della Confcommercio, in un’intervista per AGI:

“Consiglio ai commercianti di farsi conoscere anche online e di curare molto il proprio negozio e il rapporto con la clientela, anche creando delle attività personalizzabili. Ci sono cose che solo il commerciante fisico può fare. Non tutti sono pronti a fare questo salto ma è ciò che rende più forte la loro professionalità.”

Come si fa? Comincio a darvi qualche spunto, sono sicura che poi riuscirete anche voi trovare ottime idee.

Conoscere i clienti è il punto di partenza

Sapere chi sono i vostri clienti è il primo, fondamentale passo non solo per sviluppare campagne di marketing, ma per prendere qualunque decisione di business.

Provate a delineare un profilo del vostro cliente tipo — o di quello che invece vorreste attrarre e ancora non ci siete riusciti. Pensate agli interessi che ha, ai suoi gusti, a cosa gli piace fare, a dove si ritrova online.

Insomma, è ovvio che un ristorante vegan e una bisteccheria avranno una clientela diversa.

Ma anche attività identiche possono avere target differenti, per esempio un bar con un’offerta dedicata ai lavoratori di una certa azienda — penso a colazioni e pranzi — e un altro bar che punta tutto sull’aperitivo per gli universitari.

Quando conoscerete a fondo i vostri clienti, sarete in grado di costruire campagne specifiche basate sui loro interessi.

9 azioni offline per portare il vostro negozio al centro dell’attenzione con il local marketing

Scaldiamo i motori con una serie di cose che potete organizzare in negozio e fare di persona, poi ci sposteremo online.

Tenere eventi, iniziative e corsi

Il vostro negozio non è solo un luogo in cui avvengono scambi commerciali, può diventare anche il posto in cui ospitare attività di vario genere per invogliare le persone a varcare la soglia.

Avete presente i bar che organizzano le serate musicali? Potete farlo anche voi, scegliendo il tema più adatto alla vostra clientela e ai vostri prodotti.

Per esempio? Dei corsi!

Uno di punto croce in una sartoria, uno di lavori di riparazione in un ferramenta, uno di giardinaggio in un vivaio.

Sei corsi vi sembrano troppo impegnativi, potete provare con piccoli eventi a periodicità variabile, come un tutorial trucco in un negozio di make-up o delle letture animate in una libreria per bambini.

Prima di pianificare le vostre iniziative pensate ai vostri clienti: quali sono i loro desideri? E i loro bisogni? Scegliete i temi delle attività basandovi su questi elementi.

E durante gli eventi non dimenticatevi di scattare foto, girare video e catturare tutto il materiale che può essere sfruttato online.

Collaborare con altri esercenti

Cercate negozi che hanno una clientela simile alla vostra e immaginate delle collaborazioni. L’idea è quella di unire attività complementari e generare benefici per entrambe.

Un teatro può offrire ai suoi spettatori serali l’aperitivo nel bar più vicino.

Un negozio di abbigliamento può esporre gioielli e accessori di un’artigiana locale.

Un commerciante di integratori per lo sport può offrire dei campioni a una palestra.

Un negozio per animali può ospitare brevi consulenze di un educatore o un nutrizionista.

Un’agenzia immobiliare può regalare ai nuovi inquilini un cesto di benvenuto offerto dai negozi del quartiere.

Le possibilità di co-marketing sono davvero tante. Esploratele immaginando quali altri prodotti potrebbero essere utili ai vostri clienti.

Partecipare alle attività di enti di categoria e istituzioni

Informatevi sulle iniziative di enti come Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Casartigianato e CNA e partecipate a quelle che vi paiono più adatte a voi. Vi offrono l’occasione di stringere relazioni e inserirvi ancor meglio nella vostra comunità locale.

Tenete d’occhio anche gli eventi promossi dalle amministrazioni locali: quando c’è la possibilità fatevi inserire tra gli esercizi che aderiscono alle manifestazioni, così avrete l’occasione di apparire sui materiali promozionali.

Sostenere una causa

C’è una tematica che vi sta molto a cuore? Verificate se nel vostro territorio c’è un’associazione no profit che se ne occupa. In questo caso potreste decidere di fare eventi insieme, di sponsorizzare un’iniziativa o di ospitare i volontari nel vostro negozio di tanto in tanto.

Ne guadagnerete in visibilità e avrete anche fatto una buona azione.

Offrire servizi gratuiti

Una prima consulenza o una prima lezione, una breve visita o una prova trucco. Se le offrite gratuitamente, attirerete nuove persone che potrebbero trasformarsi in clienti fedeli.

Attivare convenzioni per aziende e associazioni

Un approccio classico e molto diffuso anche a livello nazionale.

Voi però — conoscendo il territorio e le esigenze delle persone che lo abitano — potreste studiare soluzioni ad hoc per i dipendenti delle aziende che sono vicino a voi, per gli iscritti agli ordini professionali o per i membri di alcune associazioni.

Apparire sui giornali locali

Che siano online oppure offline, non dimenticate passare attraverso i periodici locali per comunicare i vostri eventi.

Potete anche investire piccole cifre in pubblicità, magari redazionale, ovvero sotto forma di articolo, che parli di voi.

Inventare una tradizione

Prendete una festività che vi piace — e che piaccia ai vostri clienti — e create una nuova tradizione da ripetere ogni anno. E magari fatelo in collaborazione con altri negozi.

Se nei centri commerciali c’è Babbo Natale, da voi potrebbe esserci una festa a tema oppure uno scambio di doni. O magari all’inizio dell’anno potreste organizzare un aperitivo durante il quale svelate le iniziative in programma per i mesi successivi.

Migliorare l’esperienza in negozio

Prendetevi cura dei vostri clienti: interagite con loro, ascoltateli, aiutateli, coccolateli, siate solleciti e non sperperate il loro tempo. Se tutto questo lo fate già, ecco qualche altra idea.

Se la visita in negozio si prospetta lunga, offrite una bevanda calda d’inverno o una rinfrescante d’estate. In fondo basta un bollitore elettrico nel primo caso e un mini frigo nel secondo.

Se avete abbastanza spazio e la vostra è una clientela di mamme e papà, create un’area bimbi custodita in cui i piccoli possano giocare e distrarsi mentre i genitori scelgono i prossimi acquisti.

Se i vostri clienti hanno sempre lo smartphone in mano e non possono fare a meno di internet, stazioni di ricarica e wifi gratuito e aperto sono di sicuro una buona idea. In più sfruttate la tecnologia per:

  • dare informazioni utili con i beacon, piccoli dispositivi Bluetooth che inviano dati agli smartphone dei clienti in negozio;
  • far conoscere promozioni e novità ai clienti che passano vicino al vostro store. Si fa con il geofencing — vuol dire geo-recinzione — che in ambito commerciale si usa per inviare notifiche sui telefoni che le hanno attivate quando questi telefoni si trovano in una determinata zona. Un po’ come quando impostate dei promemoria in modo che si attivino quando siete in un’area specifica.

Dalle opportunità che ci offrono gli strumenti tecnologici passiamo a quelle che abbiamo grazie al web.

Local Marketing

Come fare local marketing online: 9 idee

Una delle ricerche che facciamo più spesso su internet riguarda attività vicino a noi: bar, ristoranti, negozi di scarpe. E in effetti secondo uno studio di Google condotto a primavera 2016 un terzo delle ricerche fatte da dispositivi mobili è proprio una ricerca locale.

Questo significa che avere una presenza online è fondamentale anche per i negozi fisici. Esserci però non basta, bisogna farlo in un certo modo. Vediamo insieme quali canali usare e come.

Fatevi trovare: sito web, Google My Business, elenchi online

Chi vi cerca deve trovarvi subito e con facilità.

Per apparire nei risultati di ricerca relativi a un territorio specifico, è importante avere un sito e lavorare sulla SEO locale: ottimizzate il vostro sito con parole chiave che descrivono non solo la vostra offerta ma anche la vostra collocazione geografica.

Il sito deve essere responsive oppure adattivo, ovvero deve consentire un’ottima navigazione anche da dispositivi mobili. Perché, dicevamo, è proprio da questi che facciamo ricerche locali.

Fate in modo che i visitatori trovino facilmente l’indirizzo del vostro negozio e i vostri contatti. Nelle pagine del sito, riferitevi alla vostra collocazione in vari modi, per esempio indicando la vicinanza a luoghi di interesse o dove si tengono eventi particolari.

Create una pagina per la vostra attività su Google My Business, uno strumento gratuito che vi consente di apparire nelle ricerche locali con informazioni dettagliate — mappa, orari, sito web, informazioni di contatto e recensioni.

Google My Business è il tool più potente del suo genere perché vi garantisce la presenza sul motore di ricerca più usato. È comunque utile essere anche negli altri siti directory, ovvero tipo elenco telefonico. Create il vostro account su Yelp e Foursquare e se siete un hotel, un ristorante o un B&B non dimenticate TripAdvisor, Booking e Bed and Breakfast Italia.

Fatevi recensire

Tutti i siti di cui vi ho parlato poche righe fa consentono agli utenti di lasciare recensioni. Lo so che questo vi mette un po’ d’ansia, però le recensioni online sono qui per rimanere, così come il passaparola non è mai scomparso. Quindi armatevi di pazienza e gestite la cosa.

Invogliate i clienti soddisfatti a scrivere qualche riga su di voi. Non siate timidi, ma neanche troppo insistenti.

E se arriva qualche recensione negativa, affrontate con garbo e tempestività il problema. Se avete bisogno di una mano, abbiamo un articolo che vi guida passo passo.

Interagite, coinvolgete e conversate con i clienti

Dove? Naturalmente sui social media. Scegliete quelli in cui i vostri clienti si ritrovano e cominciate a chiacchierare.

Ricordatevi: nessuno di noi frequenta i social per fare o pianificare acquisti, perciò lì non è il caso di fare eccessiva promozione dei propri prodotti.

L’obiettivo è quello di intessere relazioni con i clienti e con la comunità locale, portando online la vostra personalità. La vostra, non quella di qualcun altro: come siete in negozio dovete essere online. Non diventate improvvisamente formali o, al contrario, eccessivamente ironici se di persona non lo siete. I vostri clienti ne rimarrebbero spiazzati.

Aggiungete alla vostra pagina business indirizzo, telefono, sito web e tutte le informazioni di contatto che vi rendano subito raggiungibili dai fan.

Con il vostro profilo personale, unitevi a gruppi locali e interagite con le altre persone. Non per vendere, ma per dare il vostro apporto alle discussioni.

Create offerte e promozioni

Potete farlo attraverso i social, per esempio creando un gruppo Facebook per i vostri clienti in cui di tanto in tanto proponete offerte esclusive per i membri.

Oppure potete offrire promozioni e sconti con siti come Groupon. Il vostro scopo non sono tanto le vendite quanto ottenere visibilità e portare nuove persone in negozio.

Attenzione però, perché il vostro guadagno con siti del genere, fra sconto e commissioni, è piuttosto basso. Valutate bene se ne vale la pena.

Informate i clienti

Se ci sono novità interessanti, promozioni o magari variazioni di orario, è importante farlo sapere ai vostri clienti. Il modo più diretto è inviare loro una mail.

Potete raccogliere gli indirizzi attraverso il vostro sito, proponendo ai visitatori di iscriversi a una newsletter oppure offrendo una promozione o contenuto extra in cambio dell’indirizzo mail.

Potete farlo anche in negozio, per esempio facendo compilare un modulo per avere una carta fedeltà o per poter ricevere offerte speciali.

Promuovete la vostra attività

Create inserzioni pubblicitarie con Google, Facebook o Instagram e fatele vedere alle persone che vivono, o navigano la rete, nella zona del vostro negozio.

Ma non usate solo il targeting geografico, tenete presente l’età, il genere, gli interessi e tutti quegli elementi che vi aiutano a raggiungere solo le persone che corrispondono al profilo del vostro cliente tipo.

Rendetevi utili creando contenuti

Se vi piace l’idea di scrivere un blog per il vostro sito, usatelo per pubblicare contenuti utili a chi vive o visita il vostro territorio.

Per esempio potete creare delle guide:

  • 5 percorsi da fare con il vostro cane;
  • I mercati da non perdere nel fine settimana;
  • Strade alternative per arrivare a ______ ed evitare il traffico;
  • Percorsi nell’enogastronomia tipica di ______;

Questi sono solo alcuni esempi, scegliete voi quelli più adatti al vostro tipo di attività, di clientela e di territorio.

Fate parlare di voi

Se dalle vostre parti ci sono blogger o IGers, ovvero appassionati Instagramers, coinvolgeteli nelle vostre iniziative e proponete loto delle collaborazioni.

Riuscire a creare una relazione è utile per costruire credibilità e brand awareness.

Migliorate l’esperienza online con quella offline

Se avete un ecommerce, espandete l’offerta con dei servizi in negozio.

Per esempio con il ritiro o il reso gratuito nel vostro store fisico. Oppure offrendo aiuto e consulenza di persona per i prodotti acquistati online.

2 consigli extra per rendere memorabile l’esperienza dei clienti

Ancora un paio di suggerimenti per fare un’ottima impressione sui vostri clienti.

Curate le confezioni dei vostri prodotti

Di solito i pacchi che riceviamo quando ordiniamo online sono quasi tutti uguali: parallelepipedi di cartone marroncino.

Quando li apriamo o troviamo i prodotti avvolti in vari strati di carta e plastica protettiva, oppure scopriamo una bella confezione, magari con un fiocco fatto a mano e un cartoncino con qualche riga di ringraziamento e indicazioni per l’uso.

Secondo voi quale delle due cose rimane impressa nella mente?

Bene, visto che avete risposto “la seconda” direi che vi è chiaro perché un pacchetto può fare la differenza.

Anche in negozio abbiate cura delle vostre buste, della carta regalo, dei nastri. Anche lì, se è utile, aggiungete un foglio con informazioni e, perché no, con la richiesta garbata di un recensione su Google, Facebook o dove preferisce il cliente.

Local Marketing - pacco creato con cura

Formate i vostri dipendenti

Fate in modo che siano sempre aggiornati sui vostri prodotti.

Fateli sentire partecipi di eventuali cambiamenti e novità.

Coinvolgeteli, in questo modo li gratificherete, li farete sentire parte del team e li porterete a essere più efficaci.

Lavorate con loro per migliorare ogni giorno le interazioni con le persone che vi vengono a trovare in negozio.

Accoglienza e servizio clienti eccelsi generano sempre un passaparola più che positivo.

Insomma, la chiave del local marketing è conoscere e interagire con i clienti fissi, con i turisti, con i commercianti vicini, con il territorio.

Per farlo c’è bisogno di investire tempo e creatività, prima ancora che denaro, per costruire connessioni personali.

 

Giada CentofantiNote sull’AutoreGiada Centofanti è una business writer con il pallino del web. Aiuta professionisti e aziende a far crescere la propria attività raccontando le loro storie e creando contenuti coinvolgenti, informativi e utili per il il loro target di riferimento.

Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni