Come fare da soli le foto per l'e-commerce

Come fare da soli le foto per l'e-commerce

Camera

C’è un aspetto che non va mai dimenticato nel campo dell’e-commerce: il valore percepito dei vostri prodotti e l’affidabilità della vostra attività spesso dipendono dalla qualità del design del vostro sito. E di questi tempi, una grande parte dell’attrattiva di un sito ha spesso a che fare con una fotografia di prodotto di alto livello.

Non si tratta solo di un problema di estetica. Mostrare immagini di alta qualità può diventare il fattore determinante in una vendita, soprattutto se distribuite i vostri prodotti su altri marketplace come Amazon, dove gli articoli in vendita sono mostrati assieme a quelli dei vostri concorrenti, o se vendete su piattaforme in cui l’immagine regna sovrana, come Pinterest.

Ma quando siete solo agli inizi, disporre di fotografie professionali può rivelarsi proibitivo a livello di costi. Fortunatamente, esistono centinaia di strumenti per aiutarvi a scattare ottime fotografie di prodotto da soli. Quando si è agli inizi della propria attività e-commerce è comprensibile che il budget semplicemente non ci sia per questo tipo di bisogno. Se anche voi state muovendo i primi passi sul mercato, e siete alle prese con un budget limitato, potreste adottare un approccio fai-da-te. In fondo non è così difficile come possa sembrare a prima vista.

Esistono molte tecniche per realizzare ottime fotografie di prodotto, ma quella che sto per illustrarvi è nota in inglese come la Window Light Technique, perché si basa sulla presenza di luce proveniente da una finestra. 

Questa breve guida è stata creata specificatamente per gli imprenditori con un budget limitato, ed è stata preparata con l’intenzione di rimanere semplice ma allo stesso tempo di produrre risultati dalla qualità eccellente per la maggior parte dei prodotti.

Buona lettura!

Requisiti necessari

luce finestra foto e-commerce

L’attrezzatura è fondamentale nel campo della fotografia, ma è anche uno degli aspetti su cui si fa più confusione.

Di certo non c’è bisogno di spendere grosse somme per un equipaggiamento altamente sofisticato, pertanto sarà utile mantenere un atteggiamento aperto e cercare di non spendere troppo per dei gadget che illuminino i vostri prodotti allo stesso modo ottenibile da un set di carta fai-da-te per i quali avrete speso una manciata di euro.  Se avete già una macchina fotografica, sarete probabilmente in grado di realizzare questo tipo di allestimento per meno di 20 euro.

Ecco gli strumenti di cui dovrete disporre:

1. Macchina fotografica

fotocamera_ecommerce

Non c’è bisogno di una macchina fotografica superlativa. Certo, avere una Nikon D800 con una lente da 105mm f1.4 sarebbe fantastico, ma non è assolutamente necessario oltre che essere incredibilmente costoso.

Chiaramente se avete il budget per poter acquistare una nuova macchina fotografica per questo tipo di progetto, vi suggerisco di leggere un post che ho pubblicato su quora in cui dò alcuni suggerimenti su come scegliere una nuova fotocamera perfetta per questo tipo di fotografia. Se l’unica cosa a disposizione è il vostro smartphone, vi suggerisco di leggere questo articolo (per ora solo in inglese) sul come fare fotografie di prodotto con il vostro telefono.

Quando ho fotografato le immagini di prova per questo post, ho iniziato con la mia Canon G10 compatta, modello vecchio del 2008.  Mi piace molto questa serie della Canon perché può funzionare in modalità manuale e permette di lavorare bene con la tecnica raw. Ho scelto questa macchina fotografica perché non essendo più l’ultimo modello, mi permette di dimostrare che è possibile raggiungere ottimi risultati anche con un’attrezzatura modesta.

Quindi, che fotocamera usare?  Io inizierei semplicemente da quella che avete già sottomano, in modo da poter vedere che risultati ottenete. È una credenza diffusa il pensare che sia la macchina fotografica che fa le fotografie, ma in realtà la macchina è solo una parte di un insieme di molti elementi.  Una fotografia è composta da una serie di scelte che includono decisioni relative a luce, esposizione, styling e post-produzione.

2. Treppiede

Sarà necessario utilizzare la vostra macchina fotografica con un’apertura molto ridotta per poter sfruttare la massima profondità ottenibile. 

L’ampiezza di profondità di campo definisce l’area di focus diretto, e per poter arrivarci avrete bisogno del massimo numero di f/stop ottenibili dalla vostra fotocamera. Dal momento che i tempi di esposizione e f/stop sono correlati, e dato che un numero di f/stop maggiore come f/8 fa filtrare meno luce, avrete bisogno di usare un tempo di esposizione maggiore per poter catturare più luce. 

Quando una macchina fotografica ha un tempo di esposizione più lungo, si rischia di ottenere un soggetto sfocato a meno che non usiate un treppiede. Se siete interessati a imparare di più sui fondamenti della fotografia, guardate questo video che ho realizzato qualche tempo fa con l’Harrington College of Design.  

Mi rendo anche conto che molte macchine fotografiche compatte non vi permettono di scegliere il vostro f/stop.  Non è un grosso problema, ci sono soluzioni per aggirare l’ostacolo e le vedremo passo a passo.

Anche in questo caso, non è necessario spendere molto per un treppiede, ne esistono molti per meno di 30€ che faranno al caso vostro.  Dando un’occhiata su Amazon ne ho trovati alcuni che andrebbero benissimo per 20€. 

3. Sfondo bianco

Esistono molte opzioni per uno sfondo bianco e se pensate di dover fotografare parecchio, vi suggeriamo di recarvi dal vostro negozio di fotografia di fiducia e acquistare un piccolo fondale fotografico.

Altrimenti, potete sempre acquistare in cartolibreria un cartoncino bianco tipo Bristol che sia flessibile abbastanza da poter essere lievemente piegato per creare una curvatura. Solitamente è molto economico.

Ricordate di cercarne uno che sia bianco puro e non altre varianti di bianco o crema.
 

4. Pannelli riflettenti in polistirolo

Visto che siete già in cartoleria, procuratevi anche un pannello di polistirolo bianco, che abbia la stessa altezza del vostro prodotto da fotografare e tre volte la sua larghezza. Bisognerà poi stabilizzare il pezzo, piegandolo in più parti, come nell’immagine sopra, in modo che stia in piedi da solo. L’obiettivo è creare un pannello che rimbalzi la luce sull’oggetto da fotografare. 

5. Tavolo

Un tavolo pieghevole standard con una larghezza fra i 60 e 70 cm è la scelta migliore.

6. Nastro adesivo

A seconda del tavolo scelto potrete utilizzare del nastro adesivo o dei morsetti o mollette per fissare al meglio il pannello.

7. La stanza giusta

Una stanza con delle finestre nei pressi di un muro è perfetta, e più grandi sono le finestre, più luce avrete a disposizione.

Come fotografare il vostro prodotto su un fondale bianco

Vediamo ora come scattare le vostre fotografie fase per fase.

 

Fase 1: Preparazione del tavolo

tavolo-foto-ecommerce

Una volta pronta l’attrezzatura, è il momento di organizzare il vostro set fotografico. Posizionate il tavolo il più vicino possibile alla finestra evitando l’ombra del davanzale.  Scattate le prime fotografie mantenendo la finestra a 90 gradi a destra o a sinistra del prodotto da fotografare.  Più vicini sarete alla finestra, più la luce sarà leggera. 

Ricordate inoltre di spegnere tutte le altre luci nella stanza dato che potrebbero disturbare il vostro set.

Potete provare diversi stili d’illuminazione, tenendo la finestra a 45 gradi rispetto al set o provando un’impostazione in cui la finestra illumini il set direttamente dall’alto.  Le fotografie di prodotti gastronomici, ad esempio, vengono spesso scattate con una finestra che illumini il soggetto da dietro per un effetto più drammatico.  Un’altra variante è utilizzare un garage come set. Lasciando la serranda aperta, avrete le stesse condizioni di luce di una finestra, ma senza il vetro in mezzo.

Assolutamente da evitare è la luce del sole diretta; è troppo dura e non giova né alla maggior parte delle persone né agli oggetti fotografati.


posizione-tavolo-foto

Fase 2: Allestimento del pannello ricurvo

L’obiettivo finale è avere il pannello di cartone in una posizione tra l’orizzontale e il verticale. Dovrete forse arrotolarlo per raggiungere la forma adatta.

Come vedete nella foto, nel mio set abbiamo posizionato il tavolo contro il muro e abbiamo incollato il cartoncino sia al tavolo che al muro. In mancanza di un muro, dovrete trovare qualcosa su cui appoggiare il pannello per poterlo posizionare nella maniera giusta, come dei mattoni, un blocco di legno o dei libri.

Sistemate il vostro prodotto al centro della parte piana del pannello e lasciate abbastanza spazio per poter inserire il polistirolo riflettente dopo. Nel nostro caso, il prodotto che fotograferemo è un giocattolo di Skyrim & Doom disponibile da Symbiote Studios.

Fase 3: Allestimento della macchina fotografica

foto-prodotto-ecommerce

  1. Impostate i controlli di compensazione del bilanciamento del bianco su “Auto” (automatico).
  2. Spegnete il flash selezionando “off”.
  3. Impostate le immagini sulla qualità più alta disponibile:
  • Se disponibile, scegliete “raw”. La maggior parte delle macchine fotografiche compatte non offrono questa impostazione, ma se la vostra lo fa allora usatela.  È il tipo di file più grande che si possa creare, e utilizza al massimo la profondità di bit della fotocamera.  In questo caso, però, sarà necessario editare l’immagine con un software per le immagini raw, tipo Photoshop, Bridge, Lightroom o Aperture.

  • Se non avete l’opzione per i file raw, impostate sul JPG più grande a vostra disposizione. Nella mia Canon ci sono 2 impostazioni fra cui poter scegliere:

Dimensioni: di solito L (large), M (medium), S (small); scegliete “large”, che determina la dimensione del file. Potrete sempre rimpicciolire l’immagine in seguito, eventualmente, mentre non potete fare il contrario

Qualità: S (Superfine), F (fine), N (normal). Scegliete sempre Superfine.  Questa impostazione determina il numero di pixel che vengono utilizzati dai sensori della macchina fotografica.  Se non usate tutti i pixel disponibili otterrete un’immagine di qualità più bassa.

  • Impostate l’ISO su 100: l’ISO controlla la sensibilità dei sensori. Più alto è l’ISO, più l’immagine risulterà disturbata.  Solitamente l’opzione ISO più bassa è 100, per cui scegliete questa.
  • Impostazioni Esposizione

 

Opzione A: Impostazione Manuale (M)

Questa è l’impostazione migliore per questo tipo di lavoro, perché non rischierete cambiamenti automatici mentre fotografate.  Con la modalità manuale, scegliete il valore più alto di f/stop, per avere la migliore profondità di campo.

Controllate l’anteprima dell’immagine tramite la modalità live view. Tutto sembrerà probabilmente abbastanza scuro, è normale. Per risolvere, ruotate il quadrante fino a un’adeguata esposizione. Il tempo di esposizione dovrebbe scendere, ad esempio, il numero potrebbe andare da 1/60 a 1/4. Queste sono le frazioni di secondo in cui l’otturatore rimarrà aperto: più la cifra scende, più luce entra. Aggiustate la cifra fino ad ottenere l’immagine desiderata nella preview.

Opzione B: Priorità di diaframma, AV

È possibile che la vostra fotocamera non abbia nemmeno questa opzione, ma nel caso contrario, impostate il f/stop sulla cifra più alta. Questo dovrebbe automaticamente calibrare l’otturatore secondo le necessità. Se il risultato non è soddisfacente, potrete compensare usando la rotellina di compensazione per aggiungere luce.

Opzione C: Auto esposizione

Se la vostra sola opzione è la funzionalità automatica, non avete molte scelte. Se disponete di una rotellina di compensazione dell’esposizione, dovrete probabilmente aggiungere +1 o +1 ½ per ottenere l’esposizione corretta. Se l’unica scelta disponibile è l’icona dell’omino che corre, cercate di selezionare una delle icone come quella del tramonto. Se state usando un iPhone, invece, selezionate semplicemente l’area che volete esposta al meglio. Usate l’istogramma sul retro della fotocamera. Ottimale è che la linea abbia un’inclinazione vicina alla parte destra, come nell’immagine qui sopra.

Consiglio per l’esposizione: non fidatevi dell’immagine sul retro della fotocamera, controllate piuttosto l’istogramma per vedere se l’esposizione è quella corretta. L’estremità destra dev’essere bianca, mentre quella sinistra nera. Nell’immagine di esempio c’è un piccolo gap sul lato destro, significa che non viene rilevato un bianco completamente puro. Aggiustate l’esposizione fino a quando la curva rappresentante il bianco tocca il limite a destra, ma senza oltrepassarlo. Nel nostro esempio, si deve aggiungere probabilmente ⅓ di stop o un clic in più di luce.

Zoom
Solitamente le fotocamere hanno uno zoom ottico e uno zoom digitale. Non usate lo zoom digitale, perché abbasserebbe la qualità dell’immagine - praticamente funziona come un ritaglio della foto digitale. Se avete uno zoom ottico, cercate di usarlo il più possibile senza dover ricorrere allo zoom digitale. Uno zoom prolungato rimuove le distorsioni causate da un obiettivo grandangolare.

    Fase 4: Posizionate il prodotto al centro della superficie

    Preparare il prodotto è una delle cose apparentemente più semplici, che però richiede il tempo necessario per farlo al meglio. Se si tratta di una bottiglia, ad esempio, accertatevi che l’etichetta sia posizionata in centro. Spesso sono necessari parecchi movimenti e cambiamenti all’apparenza minimi per raggiungere un posizionamento perfetto.

    Fase 5: Posizionate il polistirolo riflettente

    Questo semplice polistirolo bianco è il più importante modificatore di luce che abbiamo sul nostro set e va sfruttato al massimo. La luce rimbalzerà sul pannello e andrà a eliminare ogni ombra. Il posizionamento del cartoncino è lasciato al vostro gusto personale, per cui provate pure varie angolazioni.

    Fase 6: Scatto della foto e valutazione del risultato

    Una volta scattata la foto, prendetevi del tempo per valutare i risultati. Questo è il momento in cui far valere le vostre conoscenze e la vostra esperienza: cosa va bene? Cosa non funziona? Cosa potreste fare meglio? Più vi allenerete a migliorare le vostro foto, più diventerete bravi.

    Caricate le immagini sul vostro computer per poterle giudicare ancora meglio; guardarle sulla fotocamera direttamente non è mai molto affidabile. Per organizzare tutte le foto, vi suggeriamo di utilizzare Adobe Lightroom, che può essere utilizzato anche per l’editing, tranne che per le operazioni più avanzate. Un po’ di editing sarà senza dubbio necessario per rendere le foto perfette.

    Va anche detto però che i software di post produzione come Adobe Lightroom sono molto complessi, per cui non ci soffermeremo qui più che tanto, dato che meriterebbero un post tutto per loro.

    Fase 7: Ritocco delle foto

    Una volta che avrete trovato la vostra immagine preferita, è il momento di ritoccarla. Se avete fotografato correttamente il vostro prodotto, l’articolo dovrebbe essere esposto al meglio e lo sfondo dovrebbe avere un colore grigio chiaro.  La vostra fotografia dovrebbe assomigliare alla foto non ritoccata mostrata qui sopra, e paragonarla a quella ritoccata mostra chiaramente quanto sia importante l’editing.

    Ritoccare fotografie con sfondo bianco può essere complicato, soprattutto per chi non ha molta esperienza. L’editing è forse il passaggio più difficile quando ci si vuole occupare da soli di fotografia per e-commerce. Quindi, invece di cercare di insegnarvi le funzioni avanzate di Photoshop, preferisco illustrarvi come esternalizzare in outsourcing la fase di editing delle immagini. Vi sorprenderà scoprire quanto sia conveniente. Per circa 5-10€ a immagine, potrete far ritoccare le vostre foto da dei veri professionisti.

    Mister Clipping, ad esempio, offre questo tipo di servizio sia negli Stati Uniti che in alcuni paesi europei come Francia , Olanda e Germania: dovrete solo creare un account, caricare l’immagine e aspettare il preventivo per il ritocco.

     

    Fase 8: Caricamento delle foto sul vostro sito

    Una volta ricevute le immagini ritoccate, è il momento di caricarle sul vostro sito. Se usate già Shopify siete fortunati, perché la piattaforma riadatta automaticamente le dimensioni delle immagini. Il web è pieno di siti con immagini di dimensioni sbagliate o esteticamente fastidiose, quindi capirete facilmente quanto sia importante contare su immagini dalle dimensioni giuste e omogenee che non rovinino tutto il lavoro fatto finora.

    Con Shopify, le immagini sono già pronte per essere caricate direttamente sul vostro negozio online, grazie al software che adatta e modifica automaticamente le dimensioni delle fotografie. Si tratta di una funzione offerta anche da altre piattaforme, come ad esempio Wordpress.

    Caricamento immagini per chi non usa Shopify

    Se la vostra piattaforma non ridimensiona le immagini per voi - magari avete un sito costruito su misura - dovrete ritagliare le immagini e cambiarne le dimensioni.

    Fase 1: trovate le dimensioni della vostra immagine

    Le immagini, soprattutto i jpeg, non si ingrandiscono molto bene, quindi è meglio fotografare partendo con l’immagine più grande possibile. Se la vostra macchina fotografica scatta a 4416 x 3312 pixels, scattate con quell’opzione, visto che potrete sempre rimpicciolire l’immagine in un secondo tempo, riducendo eventualmente la risoluzione.

    Per capire le dimensioni della vostra immagine, cliccate con il tasto destro sull’immagine e ispezionate l’elemento. Le dimensioni sono definite da due voci. Ogni browser le esprime in maniera leggermente differente, in questo caso uso l’esempio di Safari per l’immagine di cui sopra.

    Fase 2: ridimensionate le immagini con Lightroom

    Se le vostre immagini devono essere ritagliate per produrre le dimensioni giuste per il vostro sito web, potete farlo facilmente con Lightroom, inserendo semplicemente le dimensioni necessarie nel programma.

     

    Caricate le immagini su Lightroom, cliccate sull’immagine da modificare, andate sul menu e selezionate ‘develop’. Cliccate la voce ‘original’ vicino all’icona del lucchetto e poi cliccate su ‘custom’.  Su ‘custom’, inserite le dimensioni che avete identificato precedentemente con “ispeziona l’elemento”. Cliccate ok per modificare la vostra immagine. 

    Fase 3: esportate le immagini nella loro nuova dimensione usando Lightroom

    Una volta ridimensionata l’immagine, è il momento di esportarla e caricarla sul vostro sito.  Cliccate il tasto destro e selezionate “export”.  E’ importante adattare correttamente le impostazioni del file e le sue dimensioni come segue:
    • Formato immagine: Jpeg
    • Qualità: tra 70 e 90, non è solitamente necessario arrivare a 100.
    • Colorspace: Srgb (setting predefinito per il web)
    • Ridimensionamento: Width e Height – adattatelo alle vostre dimensioni
    • Risoluzione: 72 pixel per inch (risoluzione standard per gli schermi)
    Tutto il resto sta a voi o è facilmente intuibile.  Premete ‘export’ e caricate le immagini sul vostro sito. 

    In conclusione, è possibile fotografare da soli i propri prodotti per il vostro negozio online, senza dover comprare attrezzature e accessori complicati e costosi.

    Provate e postate nei commenti una foto del vostro set fotografico e del risultato finale. Buon lavoro! 

    Note sull’autore

    Jeff Delacruz è il co-fondatore di Products On White Photography, un modo facilissimo di ottenere fotografie professionali dei vostri prodotti per il vostro sito di e-commerce. Potete seguire Jeff su Google+ o sulla Pagina Facebook POW!

    Lascia un commento ...

    Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni