Come guadagnare con Instagram (con mille o 100mila follower)

Come guadagnare con Instagram (con mille o 100mila follower)

Come guadagnare con Instagram con mille o 100mila followerAvrete sentito parlare degli Instagrammer che guadagnano grazie alle foto che scattano e condividono ogni giorno. E probabilmente, osservando il discreto numero di follower sul vostro profilo, anche voi vi sarete chiesti: come guadagnare con Instagram?

Gli Instagrammer — come i blogger, gli youtuber e chiunque abbia accumulato un grande seguito grazie ai propri contenuti —, sanno come arrivare a un vasto pubblico e influenzarlo, due cose con cui molte aziende hanno difficoltà.

Queste capacità permettono di guadagnare, potenzialmente costruendo un impero, o più semplicemente ottenendo un’entrata extra e dei prodotti gratis.

Ma vediamo più in dettaglio come guadagnare con Instagram.

Quanti follower servono per guadagnare?

Se ora vi state chiedendo quanti follower siano necessari per iniziare a guadagnare con Instagram, la risposta sintetica è “non tanti quanti immaginate”.

La risposta più dettagliata è che il numero di seguaci necessario dipende da alcuni fattori:

  • Settore merceologico e facilità di associazione a una determinata categoria di prodotti (in base agli hashtag più comuni, moda, cibo, bellezza e fitness sono nicchie popolari).
  • Livello di coinvolgimento dei follower (100mila falsi follower non producono un grande guadagno).
  • Canali di reddito prescelti.

Naturalmente, più follower attivi avete, meglio è (al riguardo, controllate la nostra guida su come aumentare i follower su Instagram).

Gli Instagrammer più popolari si fanno pagare migliaia di Euro per ogni post condiviso su Instagram. Ma anche chi ha un seguito piuttosto piccolo — persino di soli 1000 seguaci — purché attivo, ha il potenziale per iniziare a guadagnare.

Come guadagnare con Instagram: 4 opzioni non alternative tra loro

Naturalmente, le possibilità di guadagno variano in base all’unicità dei vostri contenuti, al vostro following e all’impegno dedicato. Ma ecco come guadagnare con Instagram:

  1. Condividendo post sponsorizzati, per i brand che vogliono raggiungere il vostro pubblico.
  2. Partecipando a programmi di affiliazione e ottenendo una percentuale sulle vendite dei prodotti di altre aziende.
  3. Creando e vendendo un prodotto fisico o digitale, oppure offrendo un servizio a pagamento.
  4. Vendendo le vostre foto.

Il bello è che scegliere uno di questi metodi non preclude la possibilità di utilizzare anche gli altri.

Quindi, iniziamo subito a vedere il metodo più comune per la monetizzazione di Instagram: collaborare con le aziende come influencer.

1. Come guadagnare con Instagram: lavorare con le aziende tramite post sponsorizzati

Di questi tempi, la parola “influencer” viene utilizzata molto spesso.

Essenzialmente, l’influencer è colui che si è costruito una reputazione creando e condividendo straordinari contenuti online. Il pubblico vede gli influencer come trendsetter, modelli di stile ed esperti fidati. E rispetta le opinioni che esprimono su determinati argomenti.

Molte aziende non sono in grado di conquistare la fiducia del pubblico nello stesso modo. Preferiscono invece collaborare con gli influencer tramite post sponsorizzati, mirati a far conoscere i loro prodotti.

Ma i brand non sono interessati solo alla dimensione del following e al reach (estensione potenziale del pubblico) del vostro account. Piuttosto, valutano il livello di fiducia e di engagement del vostro pubblico.

Se accettate di sponsorizzare dei prodotti, talvolta potrà esservi difficile trovare un equilibrio tra guadagno e integrità. Però, finché avrete a disposizione anche altre forme di guadagno, resterete liberi di essere selettivi nei confronti dei brand con cui collaborate, così come i brand sono selettivi nei confronti degli Instagrammer con cui lavorano.

brands looking for influencers

Brand di ogni settore usano l’influencer marketing per promuovere i loro prodotti (via Fohr Card). 

Come decidere quanto farsi pagare come influencer

Tipicamente, gli accordi stipulati dagli influencer includono la creazione di contenuti — foto, video e storie su Instagram. A volte, consentono all'azienda di utilizzare questi contenuti sul proprio sito o nelle inserzioni pubblicitarie.

In genere, le condizioni sono negoziabili. Può essere prevista la condivisione di una singola foto o di un'intera campagna pubblicitaria. Il compenso può consistere in denaro, prodotti o servizi omaggio, in un regalo o nella promessa di visibilità, oppure nella combinazione di più forme di retribuzione.

Durante le trattative, ricordate che non state solo offrendo i vostri contenuti, ma anche l'accesso al vostro pubblico, la possibilità di raggiungere molte persone su una delle piattaforme social piu popolari, e i diritti di utilizzo.

Secondo Forbes, i micro influencer con un seguito tra i duemila e i 100mila follower richiedono normalmente 150-300 dollari a post. Questo solo per darvi un'idea di quanto denaro siano disposte a pagare le aziende, e per aiutarvi a giocare bene le vostre carte. Infine, per un influencer è molto importante conoscere il proprio pubblico.

Da chi è costituito il vostro following? Qual è il tasso di attività dei vostri seguaci (attività totale fratto il numero dei follower)? Se siete passati a un account business, potete verificare tutte queste informazioni attraverso il resoconto analitico di Instagram. Tutto ciò vi aiuterà a essere preparati quando arriverà il momento di negoziare.

Come trovare aziende con cui collaborare

Se siete abbastanza popolari, è probabile che siano i brand a trovare il vostro account. Ma potete anche essere voi a cercare dei brand vicini alla vostra personalità e ai vostri valori. Questo per promuovere prodotti che realmente apprezzate, salvaguardando il rapporto di fiducia con il vostro pubblico.

Potete contattare direttamente questi brand, proponendo un accordo, oppure accedere alle piattaforme per influencer, in modo da aumentare le probabilità di essere rintracciati:

  • Shoutcart. Permette di vendere ai brand uno “shout out” (tag sul vostro profilo per aumentarne la visibilità e fornire potenzialmente nuovi seguaci) diretto al vostro pubblico, indipendentemente dal numero dei vostri follower.
  • Fohr Card. Connettete account Instagram, blog, canale Youtube e i profili su altre piattaforme social creando una “influencer card”; questa mostra tutti i vostri profili e l’estensione potenziale del vostro pubblico ai brand che cercano una collaborazione lavorativa. Ottenete anche l’accesso a una lista di aziende e delle loro richieste. Quindi, potete prendere l’iniziativa e contattarle direttamente.
  • Grapevine. Se avete minimo 5000 seguaci, potete pubblicizzarvi sul marketplace di Grapevine e avere l'opportunità di lavorare con brand che condividono le vostre idee.
  • indaHash. Potete partecipare alle campagne pubblicitarie organizzate dalle aziende. Condividete una foto su Instagram utilizzando hashtag specifici e verrete pagati. Per essere idonei, vi occorrono almeno 700 seguaci attivi.

Hashtag #sponsorizzato

Quando si parla di contenuti sponsorizzati, ognuno si attiene alle regole che ritiene opportune. Ma per scrupolo e per rispettare la fiducia del pubblico, considerate di aggiungere l'hashtag #sponsorizzato ai vostri post promozionali, in modo che siano riconoscibili. Volete una rassicurazione? Ebbene, circa il 69% degli influencer afferma che essere trasparenti sulle sponsorizzazioni non incide sul modo in cui i consumatori percepiscono le raccomandazioni.

Cercando l’hashtag #sponsorizzato, potete trovare degli esempi di post sponsorizzati e verificare come gli Instagrammer integrano i brand nelle loro storie, scrivendo su Instagram; ad esempio, così fa How He Asked, un account che condivide storie di proposte di matrimonio e collabora con un'azienda di gioielleria.


Instagram ha anche il tag “#paidpartnershipwith”, che identifica chiaramente tutti i post sponsorizzati. Alcune aziende potrebbero chiedervi di utilizzarlo, per rendere noto il vostro rapporto lavorativo.

2. Come guadagnare con Instagram: diventare affiliati

A differenza degli influencer, gli affiliati si dedicano più alle vendite per il brand con cui collaborano che all'aumento della sua visibilità; il tutto, in cambio di commissioni.

Tipicamente, si utilizza un link tracciabile o un codice promozionale esclusivo per garantire che i click si traducano in vendite. In caso sceglieste di guadagnare con questa formula, vi potrete focalizzare solo su un prodotto alla volta; infatti Instagram consente di inserire link esclusivamente all'interno della bio. Perciò, l'opzione migliore per Instagram, è utilizzare codici promozionali, incorporabili nei vostri post.

Nota: Instagram ha intenzione di introdurre i link per le Instagram Stories, cosa che creerà nuove opportunità per gli influencer.

Dove trovare dei programmi di affiliazione

Prendete in considerazione la possibilità di contattare i commercianti online che offrono programmi di affiliazione a cui potete participare. Oppure, potete anche esplorare piattaforme popolari come:

  • ClickBank - Una piattaforma di affiliazione con commissioni a livelli, aperta a tutti.
  • RewardStyle - Un network con accesso su invito, riservato agli influencer di moda e lifestyle, che offre il 20% di commissioni.
  • Programma di affiliazione Amazon - Un'opzione popolare che offre commissioni del 10%.

Anche se sembra solo una questione di numeri, il marketing di affiliazione è un'arte. Vi sarà più facile avere successo se avete già un piano in mente e se aumentate la vostra presenza online, attraverso la creazione di un sito web e di altri canali di marketing.

Suggerimento: I link di affiliazione sono lunghi e antiestetici, quindi vi consiglio di utilizzare uno strumento per accorciare gli URL come bit.ly, soprattutto se volete metterli nella vostra biografia di Instagram.

3. Come guadagnare con Instagram: aprire un negozio online

Per ora potrebbe sembrare che l'unico modo per guadagnare con Instagram sia quello di collaborare con delle aziende.

Ma i creativi di ogni genere possono guadagnare vendendo i loro prodotti via ecommerce — beni fisici, servizi, o prodotti digitali — come un'estensione del proprio brand e costruendo un business al cui centro c'è il pubblico.

Si tratta di investire tempo e risorse, ma al giorno d'oggi è naturale che i creativi entrino nel mondo del business.

Basta guardare Doug the Pug, uno dei più grandi imprenditori “canini” su Instagram.

doug the pug making money on instagram

I fan potranno dimostrarvi il loro affetto e sostegno acquistando i prodotti del vostro marchio – un acquisto che saranno felici di fare.

Come guadagnare con Instagram vendendo dei prodotti? Ecco alcune opzioni

Esistono varie alternative, come:

  • usare un servizio di stampa on demand per stampare e spedire le vostre t-shirt, cuscini, tazze da caffè, arte e molto altro;
  • offrire servizi, come quelli di fotografia o consulenza, inserendo nella vostra bio una mail o il link al vostro sito web professionale;
  • vendere prodotti digitali, come corsi, ebook o modelli di design;
  • usare il vostro account Instagram per lanciare un business basato sulla vendita della vostra linea di prodotti o persino del vostro libro.

Se avete intenzione di vendere diversi prodotti sul vostro negozio Shopify, potete rendere Instagram “acquistabile” dal vostro sito, usando una delle app disponibili per la galleria di Instagram.

Perfezionate il tutto con la nostra integrazione per lo shopping su Instagram, attivando i tag di prodotto, che rendono più facile passare dai post di Instagram ai vostri prodotti. Per poterla usare, dovrete ottenere un account Instagram aziendale, avere una pagina Facebook e un negozio Facebook approvato (il che non richiede costi aggiuntivi).

making money on instagram with product tags
Fonte: Child of Wild

4. Come guadagnare con Instagram: vendere le vostre foto

Su Twitter, c’è chi diventa famoso facendo battute di 140 caratteri. Ma il nucleo di  Instagram è proprio la condivisione delle foto. E le foto sono risorse che possono essere concesse in licenza, stampate e vendute in vari modi. Se è stata la fotografia a portarvi a utilizzare Instagram, allora potete vendere le vostre foto su marketplace come 500px o Twenty20, dove aziende e publisher possono acquistare i diritti di utilizzo.

Tuttavia, potete anche vendere le vostre foto come stampe o applicarle su altri prodotti fisici, usando metodi simili a quelli descritti nel precedente paragrafo. Servizi come Printful e Teelaunch vi consentono di mettere le vostre foto su poster, cover per telefoni, cuscini e molto altro, occupandosi degli ordini e del servizio clienti; quindi l'unica cosa di cui dovrete realmente occuparvi saranno le vendite.

Prendete come esempio la storia di Daniel Arnold che, secondo un'intervista di Forbes, poteva a malapena permettersi di comprare da mangiare e poi è riuscito a guadagnare 15mila dollari in un solo giorno, vendendo stampe delle sue foto, popolari ma controverse. Se avete già la domanda, l'unica cosa che dovete fare è prendere l’iniziativa e offrire al pubblico l'opportunità di acquistare le vostre foto.

Guadagnate dalla vostra passione per Instagram

Ciò che è iniziato come hobby — far ridere la gente, fare selfie con il vostro cane o condividere foto di piatti in ristoranti alla moda — può diventare una fonte di guadagno, grazie all'interesse dei vostri follower.

Ora sapete come guadagnare con Instagram e le opportunità sono tantissime. Specialmente se avete molti follower attratti dalle vostre foto e dai vostri video. È il vostro carisma ad offrirvi delle opportunità. E voi dovete solo coglierle.


Which method is right for you?Note sull’Autore - Giulia Greco è caporedattrice e responsabile di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni e da 15 anni non beve un caffè espresso degno di questo nome. Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni