Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Come vendere cosmetici online: la guida definitivaMolte persone appassionate di make-up e bellezza si chiedono come vendere cosmetici online, per trasformare la propria passione in un business.

Ma la varietà di prodotti già sul mercato è impressionante. Se ad esempio vi occorre un nuovo mascara, potete trovarne più o meno 200 marchi nei negozi vicino casa e altrettanti in vendita online. E ogni marchio offre più soluzioni, dal mascara che allunga e curva le ciglia alla versione waterproof.

Insomma, per le acquirenti, l’unico “problema” è la scelta; mentre, per le aspiranti imprenditrici che entrano nel settore beauty, la saturazione rappresenta un’autentica sfida.

C'è davvero spazio per un'altra BB cream o per un altro rossetto? Come può un nuovo marchio di cosmetici emergere in un mercato così affollato di concorrenti? In che modo un nuovo mascara può ottenere visibilità tra altri mille? In breve, come vendere cosmetici online e avere successo?

Come può un nuovo marchio di cosmetici emergere in un mercato così affollato di concorrenti?

Fortunatamente, l’ecommerce e la disponibilità delle risorse produttive hanno reso più accessibile il settore beauty, in passato dominato da poche grandi aziende. E sorprendentemente, c'è ancora spazio per chi sa come vendere cosmetici online.

Quasi ogni giorno nascono nuove tendenze e mercati di nicchia, pronti per essere conquistati. Chi ha la capacità di immettersi rapidamente sul mercato (vi diremo come), può cogliere al volo queste tendenze, colmando le lacune del settore.

Come vendere cosmetici online: esperienze dirette

Abbiamo intervistato due commercianti di Shopify che vendono cosmetici sia online che in negozio; attraverso le loro esperienze dirette sulla costruzione di un marchio di bellezza, scopriremo come vendere cosmetici online.

India Daykin è la proprietaria di India Rose, un beauty store che propone linee cosmetiche di prodotti naturali dall’elegante design, nei suoi negozi di Vancouver, Canada e online.

Come vendere cosmetici online: la guida definitivaKate Loveless ha creato Redhead Revolution dopo aver constatato che sul mercato scarseggiavano i prodotti per donne con la carnagione chiara e ciglia bionde come lei. Oggi Kate produce articoli come il mascara “Honest Auburn”, vendendoli tramite il suo negozio ecommerce su Shopify.

Come vendere cosmetici online: la guida definitivaPer indicarvi come vendere cosmetici online, prenderemo spunto anche da altre imprenditrici del settore beauty che hanno un negozio ecommerce su Shopify. Di Kylie Cosmetics e Mishibox vi abbiamo già parlato in passato. E poi c’è Rani Cosmetics, il brand lanciato da una beauty vlogger, e una carrellata di altri brand di nicchia che propongono cosmetici specifici per giovanissime, atlete, donne di colore, ecc.

Cosa vendere per affermare il proprio beauty brand in un mercato affollato?

Secondo Global Cosmetic Industry Magazine, l'industria della bellezza negli Stati Uniti dovrebbe raggiungere l’incredibile fatturato di 90 miliardi di dollari entro il 2020. Volete una “fetta di torta”? Allora entrate subito in azione! Ma non prima di esservi interrogate sui seguenti punti:

  • In cosa differisce la vostra idea rispetto a ciò che già esiste sul mercato?
  • Avete identificato il segmento di pubblico a cui rivolgervi? Attraverso quali canali lo raggiungerete?
  • Attualmente quel pubblico ha difficoltà a trovare sul mercato i prodotti che cerca?
  • Avete identificato un trend emergente?
  • Il fattore che vi differenzia dalla concorrenza è esterno al prodotto? O state cercando di creare una nuova esperienza intorno a un prodotto comune? Come contribuirà il vostro brand al raggiungimento di questo obiettivo?

1. Ricerca delle tendenze

Come vendere cosmetici online avendo successo?

Uno dei modi migliori per convalidare un'idea di prodotto è fare una ricerca per identificare le tendenze emergenti. A tal fine, potete procedere in vari modi.

Se avete intenzione di entrare nel settore della bellezza, probabilmente già leggerete con regolarità dei contenuti sull’argomento. Fate una lista di influencer, brand, blogger, pubblicazioni e icone del settore beauty, da seguire. Abbonatevi alle loro mailing list per non perdere nessuna novità; usate uno strumento come Pocket per salvare gli articoli da leggere in seguito e salvate le idee che vi ispirano in una bacheca di Pinterest.

Se avete intenzione di entrare nel settore della bellezza, probabilmente già leggerete con regolarità dei contenuti sull’argomento.

Inoltre, potete controllare Google Trends, per vedere se l’interesse verso il prodotto o idea su cui volete investire è effettivamente in crescita. Dai grafici qui sotto, potete vedere alcuni tra gli attuali trend del settore bellezza, da prendere eventualmente in considerazione.

Cosmetici cruelty free:Tinta per sopracciglia:Trucco olografico:Rossetti opachi:

2. Rivolgersi ai mercati di nicchia

Molti brand si sono affermati rivolgendosi ad un pubblico con esigenze estetiche specifiche:

  • Studio10 si rivolge a clienti non più giovanissime, andando incontro alle esigenze specifiche della pelle matura.
  • Nel suo negozio fisico, India Rose offre marchi esclusivi o difficili da trovare a livello locale; si concentra su una clientela attenta all'ambiente, che apprezza anche il lusso e il design.

“Vendiamo molti marchi di nicchia che sono difficili da trovare in Canada; quindi abbiamo molte clienti in Quebec, dove le leggi sono diverse. Lì è davvero difficile importare. Ma dal nostro negozio online possiamo fare spedizioni in Quebec, il che costituisce per noi una fantastica opportunità”.

– India, India Rose Cosmeticary

  • La rapida diffusione dell’animalismo e l'interesse per le formulazioni senza sostanze chimiche hanno contribuito al successo di marchi vegani, cruelty free e biologici come 100% Pure.
  • Klee si è ritagliato una nicchia nel mercato delle adolescenti e preadolescenti, proponendo colori tenui e formulazioni delicate per la pelle giovane.
  • Redhead Revolution produce dei mascara dalle tonalità insolite, che consentono un look naturale a chi ha le ciglia chiare.

“Il mascara è la chiave della mia attività. È soprattutto ciò di cui hanno bisogno le rosse, perché molte di loro, come me, hanno le ciglia bionde. Magari preferiamo un look più naturale al mascara nero. I mascara marrone chiaro sono davvero difficili da trovare”.

– Kate, Redhead Revolution

  • Truccatori professionisti si rivolgono a Makeup Forever per un prodotto specificamente progettato per film e TV.

Come vendere cosmetici online makeup artist

  • Black Opal è un leader del settore, che propone un ampio spettro di tonalità pensate per le donne di colore.
  • I colori iperpigmentati e i look estremi di Sugarpill attirano un pubblico di cosplay.
  • Un’esigenza diffusa è quella del trucco resistente all'allenamento e Sweat Cosmetics si rivolge alle atlete.

3. Branding

Come vendere cosmetici online se non dedicando attenzione alla costruzione del proprio brand? In qualsiasi settore basato sull'immagine, il branding è particolarmente importante.

Considerate come confezione, logo, messaggio e design del sito web possono aiutare a riflettere i valori del brand, raccontando una storia e creando una customer experience.

Come vendere cosmetici online: produzione propria, white label o rivendita?

Stabilire come vendere cosmetici online significa innanzitutto decidere se diventare reseller o curare anche la fase della produzione.

Produzione propria

... in Europa

Alcuni prodotti di bellezza come balsami per le labbra, oli per il viso e prodotti per il bagno sono semplici da realizzare. Ma per venderli occorre rispettare le normative locali per la produzione dei cosmetici.

Come vendere cosmetici online - balsamo labbra
Foto gratuita di Burst

In Europa, per la produzione di cosmetici occorre seguire il regolamento CE 1223/2009 sui prodotti cosmetici, che prevede una serie di obblighi, tra cui:

Tutti questi obblighi sono previsti allo scopo di garantire l’immissione sul mercato di prodotti cosmetici sicuri.

In Italia, il regolamento CE è applicabile dal 2013. Da noi, non ogni locale si può adibire a laboratorio cosmetico, ma occorre affrontare una complessa pratica burocratica, che richiede agibilità, permessi del Comune e controlli dell’ASL. Non solo, ma in caso d’inosservanza delle buone pratiche di fabbricazione, si incorre in pesanti sanzioni. Data la complessità dell’iter, esistono imprese di consulenza specializzate per affiancare chi decida di intraprendere questo percorso.

… negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, la FDA definisce le linee guida per la ventilazione, il controllo dell'aria e le superfici dell’impianto di produzione. Qui, molti produttori condividono uno stesso stabilimento o addirittura creano un impianto di produzione in casa.

Kate ha lanciato il suo beauty brand producendo cosmetici a casa e vendendoli su Etsy. Quando ha introdotto i mascara nella sua linea cosmetica, ha contattato dei chimici per aiutarla a ottenere le formule giuste; e questo prima di espandere la sua attività utilizzando un laboratorio esterno.

“Alla fine mi sono trasferita fuori casa rivolgendomi a un produttore; e poi sono stata in grado di iniziare effettivamente a realizzare più colori personalizzati. Ho fatto un sacco di ricerche per individuare il produttore giusto tra i tanti disponibili. Ne volevo uno che si concentrasse soprattutto su ingredienti di qualità superiore e per lo più naturali. Non volevo prodotti completamente biologici, ma prodotti di qualità. Fortunatamente ho trovato un’azienda a un'ora o due da Chicago, dove vivevo all'epoca; quindi, sono stata effettivamente in grado di andare dai produttori di persona, incontrarli e creare un rapporto con loro.”

– Kate, Redhead Revolution

Importazione di cosmetici

Esistono molte risorse online che permettono di entrare in contatto con i produttori.

Ad esempio, Soapmakers è una directory che elenca i produttori di cosmetici europei.

Invece, ecco alcune risorse dove trovare produttori extra UE:

Ovviamente, in caso di importazione da produttori extra UE, occorrerà verificare la conformità al regolamento europeo che abbiamo citato sopra. Alcune società di consulenza aziendale forniscono assistenza specifica in questo.

White Label

Come vendere cosmetici online semplificando la fase della produzione?

Ferma restando la necessità di verificare la conformità dei prodotti al regolamento europeo sui prodotti cosmetici, si può ricorrere all’opzione white label (o private label).

Nel settore cosmetico, questa si riferisce a prodotti fabbricati senza alcun marchio, che possono essere personalizzati leggermente con colori o profumi, e confezionati e venduti con il proprio brand. In pratica, più brand utilizzano la stessa formulazione, prodotta in un unico stabilimento, ma con leggere variazioni e confezioni diverse.

Questa soluzione è ideale per i marchi che vendono un prodotto nuovo o che propongono un concetto innovativo. Ad esempio, se doveste lanciare un negozio a tema “unicorno”, forse ricorrereste a rossetti private label con confezioni personalizzate con l’unicorno e nomi ispirati al mondo della magia/fantasy. In questo caso, non è tanto importante il rossetto in sé, ma piuttosto il brand o il concetto.

L’opzione white label è ideale per passare rapidamente dall'idea al prodotto finito, specialmente quando si tratta di cogliere al volo dei nuovi trend.

L’opzione white label è ideale per passare rapidamente dall'idea al prodotto finito, specialmente quando si tratta di cogliere al volo dei nuovi trend.

Risorse:

Ecco degli elenchi di produttori cosmetici che offrono l’opzione white label:

Rivendita

In alternativa, volendo saltare del tutto la fase di produzione ecco come vendere cosmetici online. Potete acquistare all'ingrosso da più brand dei prodotti selezionati per le vostre clienti. Pensate ai temi: solo marchi locali, prodotti naturali o biologici, prodotti per specifici tipi di pelle o condizioni, ecc.

Ho iniziato senza l’uso della tecnologia. Avevo una lavagna nella mia sala da pranzo, dove annotavo tutti i brand che volevo contattare e se mi avessero dato riscontro o meno. Direi che la strada più efficace che ho intrapreso è stata semplicemente quella di avere un approccio sincero e diretto verso queste aziende. In pratica le ho chiamate e ho raccolto i loro indirizzi email. Ho inviato un'email iniziale che era piena di ogni informazione possibile, per rendere la mia proposta allettante e autentica.”

– India, India Rose Cosmeticary

Direi che la strada più efficace che ho intrapreso è stata semplicemente quella di avere un approccio sincero e diretto verso queste aziende.

Prendete in considerazione i seguenti fattori:

  • Compatibilità tra i brand. I marchi che volete vendere sono compatibili tra loro?
  • Spazio sul mercato. Se vendete in Italia, ad esempio, quali altre aziende commercializzano gli stessi brand sul mercato italiano?
  • Tasse di importazione. Nel fissare i prezzi dei vostri prodotti, tenete conto di tutte le spese successive in cui potreste incorrere. India suggerisce di prendere accordi con un corriere piuttosto che affidarsi ai fornitori per la spedizione.

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Produrre i cosmetici

Dunque, come vendere cosmetici online occupandosi anche della fase di produzione?

Abbiamo già parlato della normativa da osservare in Europa. In generale, se decidete di produrre personalmente i cosmetici, esistono delle linee guida da seguire e delle domande generali da porvi prima di iniziare.

Ingredienti e formulazione

Per assicurarvi che quanto riportato sulla confezione corrisponda esattamente alle caratteristiche del prodotto, documentatevi su ingredienti e fornitori. In particolare, chiedetevi:

  • Gli ingredienti sono adatti alla cura della pelle e approvati per quest’uso nel vostro paese?
  • Vi interessa che gli ingredienti siano naturali?
  • Quali conservanti userete?
  • I vostri prodotti si definiranno “naturali”? In tal caso, assicuratevi che il fornitore possieda le certificazioni appropriate.
  • Controllate la catena di approvvigionamento. Il fornitore è affidabile? Può fornire delle referenze?
  • Quali sono le leggi sull'etichettatura nel vostro paese e nei paesi in cui vendete?

Ingredienti vietati in Europa:

Nell’allegato 2 del regolamento europeo sui prodotti cosmetici, trovate l’intero elenco delle sostanze vietate nei prodotti cosmetici in Europa.

Confezione

Per indicarvi come vendere cosmetici online, non possiamo non parlarvi del confezionamento dei prodotti. La confezione svolge diversi ruoli:

  1. Con il suo design, rappresenta il vostro marchio.
  2. Protegge i prodotti fragili, come ombretti in polvere e ciprie.
  3. Talvolta serve anche da applicatore; ad esempio, nel caso di mascara e rossetti liquidi.
  4. Riporta informazioni importanti per i clienti, come ingredienti, data di scadenza e istruzioni per l'uso.
  5. Contribuisce a creare la customer experience.

Assicuratevi di testare rigorosamente non solo i vostri prodotti, ma anche la loro confezione. E, come Megan ha imparato a sue spese, testate insieme i due elementi; soprattutto se producete formula e confezione in due diversi stabilimenti.

“Il packaging è stato un grosso problema per me: ho perso molte delle mie clienti perché era inaffidabile. I pennelli erano incollati in posizione, ma il prodotto interferiva con la colla, quindi cadevano. Ora controllo personalmente la qualità delle confezioni. Mi assicuro di mantenere intatte queste relazioni con i produttori, perché non posso permettermi che lo stesso problema si verifichi di nuovo. Penso che questo sia il mio sesto viaggio quest'anno. Ora ho proprio un appartamento qui, perché faccio continuamente avanti e indietro.”

– Megan Cox, Amalie Beauty

Il packaging è stato un grosso problema per me: ho perso molte delle mie clienti a causa dell’inaffidabilità del packaging iniziale.

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Etichettatura

Sapere come vendere cosmetici online significa anche conoscere i requisiti previsti per l’etichettatura dei prodotti.

Ogni paese ha le sue regole che disciplinano i requisiti di confezionamento ed etichettatura dei prodotti di bellezza. In alcuni casi possono anche essere in vigore regolamenti locali, validi ad esempio a livello regionale. Le normative a tutela dei consumatori disciplinano generalmente ogni aspetto: lingua da usare sulla confezione, necessità di riportare sull’etichetta peso/volume del prodotto, scadenza, elenco degli ingredienti, avvisi su sicurezza e allergie, ecc.

Per verificare i requisiti dell’etichettatura cosmetica in Italia, consultate il capo VI del regolamento europeo sui prodotti cosmetici (“Informazioni del consumatore”).

Come vendere cosmetici online: gestione dell'inventario

Come vendere cosmetici online: la guida definitivaSapere come vendere cosmetici online significa anche saper gestire l’inventario, il che per i prodotti di bellezza può richiedere particolari accorgimenti.

Grazie alla sua esperienza di stoccaggio e gestione dell’inventario per i suoi negozi online e fisici, India ha qualche consiglio da dare ai nuovi imprenditori:

Durata:

I prodotti e gli ingredienti naturali hanno generalmente una scadenza piuttosto breve. Finché non disporrete di uno storico delle vendite che vi aiuti a fare previsioni, ordinate i prodotti in quantità ridotta, in modo da evitare gli sprechi.

“Io tendo ad acquistare in quantità piuttosto ridotte, poiché cosmetici naturali e prodotti per la cura della pelle sono deteriorabili, anche quando il prodotto non viene aperto. Meglio acquistare più frequentemente e avere prodotti più freschi che comprare in quantità eccessive e tenerli conservati a lungo.”

– India, India Rose Cosmeticary

Temperatura e umidità:

Assicuratevi che i prodotti siano conservati lontano da fonti di calore, luce del sole e umidità, tutti fattori che possono sciogliere o danneggiare facilmente i cosmetici.

“Abbiamo l'aria condizionata (finalmente) in negozio perché d’estate fa così caldo che altrimenti i prodotti si scioglierebbero. All'inizio mi sembrava un tale lusso... Ed è così. Ma ho capito davvero quanto servisse quando una cliente stava provando un rossetto e le si è spezzato a metà per il calore”. 

– India, India Rose Cosmeticary

Organizzazione:

Se gestite voi stessi il magazzino senza rivolgervi a terzi, mantenetevi organizzati. I prodotti cosmetici sono piccoli e talvolta l'etichettatura non permette di identificare facilmente i colori. Create un sistema che permetta di trovare e identificare facilmente ogni prodotto.

“Gestire l'inventario può essere abbastanza difficile, perché il prodotto è talmente piccolo che facilmente può andare a finire nel posto sbagliato. Una volta pensavamo di avere completamente esaurito un certo prodotto, quando in realtà era nascosto in una scatola senza etichetta nella stanza sul retro. Conserviamo tutto in grandi cassetti sparsi per il negozio. Usiamo divisori da scrivania o fabbrichiamo i nostri usando delle piccole scatole per la spedizione; ci sono utili per mantenere tutto in ordine, permettendoci di fare facilmente spostamenti da un cassetto all’altro”. 

– India, India Rose Cosmeticary

Gestire l'inventario può essere abbastanza difficile, perché il prodotto è talmente piccolo che facilmente può andare a finire nel posto sbagliato.

Rotazione del magazzino:

Come per i prodotti alimentari e qualsiasi altro prodotto con una data di scadenza, assicuratevi che chiunque gestisca il magazzino comprenda l'importanza della rotazione delle scorte.

Impostazione del vostro negozio online

Dunque, come vendere cosmetici online? Innanzitutto, si può aprire un negozio online su Shopify. Per farlo occorrono solo pochi minuti e si ottengono 14 giorni di prova gratuita, senza alcun impegno.

Descrizioni di prodotto

Come ripetiamo sempre, le descrizioni di prodotto sono estremamente importanti. Sul serio! Non solo aiutano con la SEO, ma forniscono informazioni preziose per permettere ai clienti di fare acquisti informati; in più contribuiscono a ridurre i resi. Per il makeup, utilizzate lo spazio principale per descrivere texture, effetto, modalità di applicazione e accorgimenti per l’uso del prodotto.

È possibile usare un'app come EasyTabs per creare delle schede sulla pagina del prodotto; così la pagina non risulterà “appesantita” quando si aggiungeranno liste degli ingredienti, avvertimenti, note sulle allergie e suggerimenti di bellezza.

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva
Esempio di pagina prodotto con schede di 100% Pure

Valorizzate le pagine dei prodotti con immagini grandi e chiare dell’articolo su uno sfondo bianco, così come immagini lifestyle e beauty che mostrano il cosmetico su una modella (idealmente su diverse modelle con tonalità della pelle diverse).

“Il colore è stato sicuramente un problema, specialmente con i rossetti. Spero di avere più scatti fotografici e magari iniziare a fare alcuni tutorial su YouTube in cui le persone possano vedere attivamente una rossa che li indossa. Ho avuto molte clienti che mi contattavano prima di acquistare. A volte spedisco loro una foto di un campione che ho messo sulla mia pelle, o qualcosa che possa aiutarle a prendere una decisione. Serve un po’ più di interazione diretta con la clientela”.

– Kate, Redhead Revolution

A volte spedisco loro una foto di un campione che ho messo sulla mia pelle, o qualcosa che possa aiutarle a prendere una decisione.

Prendete in considerazione di usare anche altri media, come lookbook video e tutorial di trucco. Pubblicateli sulle pagine dei prodotti, sul vostro blog o in una gallery del vostro sito.

App

Eccovi alcuni consigli su come vendere cosmetici online con l’aiuto di alcune app interessanti, tutte disponibili nell’App Store di Shopify.

  • Mostrate sul sito grandi e numerose foto lifestyle, con l’app Lookbook.
  • Suggerite prodotti coordinati o presentare tutti i prodotti utilizzati in un makeup look o in un tutorial di trucco, con Limespot Personalizer.
  • Incorporate dei video nelle pagine di prodotto, con EasyVideo.
  • Consentite alle clienti di "provare" virtualmente i cosmetici prima dell'acquisto, grazie a Makeup Magic Mirror.
  • Infine, trasformate le varianti del prodotto in un campionario con i diversi colori, grazie a Swatches.
Come vendere cosmetici online: la guida definitiva
Esempio di varianti colore con Swatches via Cate McNabb

Temi

Scegliete un tema dal negozio dei temi di Shopify. Filtrate in base alle caratteristiche desiderate o utilizzate uno di questi temi, consigliati per le aziende di bellezza:

Come vendere cosmetici online: la guida definitivaCommercializzate il vostro marchio di cosmetici

Competere per farsi notare nel mondo della bellezza è una sfida per i marchi emergenti, considerato che il settore beauty è saturo di grandi brand che investono notevoli cifre in pubblicità. Ritagliatevi una nicchia. Se avete seguito il nostro consiglio all'inizio di questa guida, probabilmente vi sarete inserite in un particolare segmento del settore beauty non eccessivamente competitivo.

Il vostro pubblico di nicchia potrebbe essere piuttosto ristretto; in compenso però, avete già verificato che a fronte di una domanda, il vostro prodotto non viene venduto sul mercato. Scoprite dove s’intrattengono i vostri potenziali clienti. E sfruttate le occasioni per stringere partnership strategiche.

Kate ha stretto una partnership con How to be a Redhead, un blog che promuove la vendita di una beauty box e che ha un pubblico corrispondente al suo target.

“Lo scorso agosto, le mie vendite sono raddoppiate quando ho lavorato con l’azienda How to be a Redhead. Li ho contattati e hanno presentato il mio mascara ramato nella scatola di agosto. Ho semplicemente dato loro il prodotto gratis, ottenendo così la pubblicità gratuita per tutto il mese”.

– Kate, Redhead Revolution

Lo scorso agosto, le mie vendite sono raddoppiate quando ho lavorato con l'azienda How to be a Redhead.

Convalida sociale

Vi abbiamo già parlato del potere delle recensioni e della convalida sociale: oltre il 70% degli americani afferma di guardare le recensioni dei prodotti prima di effettuare un acquisto. In pochi settori questo fenomeno è tanto evidente quanto in quello della bellezza.

Il passaparola delle clienti può rivelarsi una potente arma di marketing; può scaturire tanto dalle recensioni tradizionali (provate un'app come Yotpo) quanto dal fermento sui social.

Beauty Influencer

Nel 2014, le visualizzazioni dei video di YouTube sulla bellezza hanno superato i 700 milioni al mese. E il totale di canali YouTube non affiliati a un brand, quindi esclusivamente di influencer e vlogger, era pari a 45.000.

A causa della natura dei prodotti cosmetici, prima dell'acquisto le clienti tendono a cercare conferme online dai loro punti di riferimento. Le recensioni delle influencer oneste si contrappongono alle “promesse” dell'industria della bellezza (un settore che spende più di 2 miliardi di pubblicità ogni anno), con dimostrazioni su persone “reali” dai diversi tipi e tonalità di pelle.

Le beauty vlogger hanno assunto un ruolo di spicco e molte hanno messo a frutto la loro fama creando i loro beauty brand. Eshani Patel ha lanciato Rani Cosmetics su Shopify dopo il suo successo con il beauty unboxing sul suo canale YouTube che vanta 150mila iscritti:

Lavorare con gli influencer (blogger, vlogger, Instagrammer) può essere incredibilmente efficace per accedere ad un pubblico attento e coinvolto.

Suggerimento:

Per ridurre i costi, cercate influencer emergenti che si adattano al vostro profilo cliente e che hanno un pubblico piuttosto piccolo ma molto coinvolto. Potrebbero essere disposte a scambiare una recensione per prodotto, il che potrebbe aiutarle a sviluppare il loro stesso brand.

Contenuti e UGC

È difficile giudicare un rossetto solo sulla base di una descrizione e di una foto del prodotto.

Investite nella creazione di contenuti personalizzati, come foto lifestyle o riprese video con una varietà di modelle, da pubblicare sulle pagine di prodotto o su Instagram. In realtà, questo può anche contribuire a ridurre i resi. Megan Cox di Amalie Beauty è andata oltre. Sfrutta l'appeal delle recensioni di bellezza e degli unboxing, facendoli lei stessa. E il traffico generato dal suo blog contribuisce a incrementare le vendite del suo negozio.

Per India, l’UGC (contenuto generato dagli utenti) si è dimostrato un efficace strumento di marketing.

“Instagram è incredibile per l'industria dei cosmetici, perché ricevo un aiuto nel fare marketing. Certo, io pubblico le foto dei prodotti in vendita e i makeup che realizzo; fornisco informazioni e aiuto le persone a decidere se vogliono fare acquisti da me. Ma Instagram mostra anche l'esperienza di shopping nel mio negozio dal punto di vista delle clienti. Loro pubblicano le foto dei prodotti che acquistano, dei selfie con il rossetto che hanno comprato da me e più spesso ancora con l'esperienza di unboxing quando ricevono il loro ordine. Le campagne di marketing che hanno dimostrato di avere il maggior successo sono quelle incentrate su coinvolgimento e connessione, piuttosto che sull’offerta di uno sconto.”

– India, India Rose Cosmeticary

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Instagram mostra anche l'esperienza di shopping nel mio negozio dal punto di vista delle clienti.

Suggerimento:

Provate un'app come Social Photos per mostrare l’effetto dei cosmetici su diverse tonalità di pelle e forme del viso. Assemblate le foto di Instagram generate dagli utenti utilizzando un hashtag e importatele in una mini galleria sulle pagine dei vostri prodotti.

Come vendere cosmetici online: la guida definitiva

Risorse aggiuntive:

Spedizione e servizio clienti

Ora sapete come vendere cosmetici online; ma ecco due accorgimenti specifici per i cosmetici che riguardano la spedizione e il servizio clienti.

La spedizione dei cosmetici può essere un compito delicato, specialmente con prodotti come le ciprie. Dopo aver sperimentato gli inconvenienti dovuti al danneggiamento dei prodotti nel trasporto, Kate ha iniziato a spedire gli articoli fragili imballandoli con imbottiture di plastica a bolle d’aria. Ricordate di considerare questi aspetti fin dalla fase di progettazione del prodotto e dell'imballaggio!

Poiché le preferenze in fatto di cosmetici sono molto personali e il colore sullo schermo può risultare alterato, i resi e i rimborsi sono inevitabilmente da mettere in conto. Assicuratevi di pubblicare sul sito delle istruzioni chiare per la gestione resi; idealmente il procedimento dovrebbe essere snello e agevole sia per voi che per la vostra clientela.

Un'app gratuita come Returns Center di Aftership può aiutarvi a gestire e tracciare i resi, tenendo le clienti informate durante tutto il processo.

Accrescere il vostro business: pop up e vendita al dettaglio

Portate il vostro brand nel mondo reale! Indipendentemente dal settore, l’esperienza dal vivo racchiude un immenso valore. Premiate le vostre clienti fedeli, permettete loro di interagire con il prodotto di persona e accedete a un nuovo pubblico, ad esempio attraverso i mercatini.

Dopo avervi indicato come vendere cosmetici online, vogliamo darvi alcuni spunti per portare il vostro brand offline:

  • Aprite un negozio pop up, completo di angolo con i campioni da provare; o offrite dei mini-makeover gratuiti.
  • Sponsorizzate una sfilata di moda o un evento, utilizzando i vostri prodotti sulle modelle; o inserite dei vostri campioncini tra gli omaggi per i visitatori.
  • Affittate uno spazio temporaneo in un negozio che vende prodotti complementari ai vostri.
Come vendere cosmetici online: la guida definitiva
India Daykin, fonte immagine: A Life Well Consumed

Mentre siete ancora nella fase di progettazione del vostro prodotto, pensate a come il prodotto e la confezione apparirebbero in un negozio fisico. In questa fase dovreste già apportare eventuali modifiche in vista della vendita dal vivo? La risposta è sì!

“Ciò che è importante ricordare in fatto di esposizione e vendita dei cosmetici è che si tratta di prodotti che i clienti facilmente toccano e il rischio di furto è elevato; del resto generalmente sono molto piccoli.

Quindi è essenziale avere dei tester, in modo che le persone possano provare il prodotto su di sé, annusarlo, ecc. Io cerco di esporre pochi o nessuno dei prodotti in vendita. Non solo così non corro il rischio di furti, ma evito il danneggiamento per l'esposizione alla luce solare o al calore. A parte questo aspetto, l’esposizione è piuttosto semplice, dato che la maggior parte delle linee cosmetiche offre ampi espositori e cartellini per la vostra merce.”

– India, India Rose Cosmeticary

Si tratta di prodotti che i clienti facilmente toccano e il rischio di furto è elevato.

1, 2, 3, via!

Pronte a lanciare il vostro marchio di bellezza? Ora sapete come vendere cosmetici online, ma forse è un blocco mentale a frenarvi. È normale. Un po’ di timore prima di partire c’è sempre, soprattutto quando s’investono “sangue, sudore e lacrime” in un’impresa.

Lanciare il vostro negozio online e mostrare il vostro beauty brand al pubblico è solo un punto di partenza. Non serve che il negozio sia perfetto. In realtà, non lo sarà finché non apprendete le abitudini delle vostre clienti, evolvendovi di conseguenza.

Lasciatevi ispirare dalle storie di successo dei beauty brand di cui vi abbiamo parlato, tra cui Mishibox.

Già vendete cosmetici online? Allora condividete le vostre esperienze nei commenti qui sotto.


Which method is right for you?Note sull’Autore - Giulia Greco è caporedattrice e responsabile di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni e da 15 anni non beve un caffè espresso degno di questo nome. Articolo originale di Dayna Winter, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni