Blog di Shopify

Come vendere foto online: guida per fotografi professionisti e amatoriali

Come vendere foto online

Guadagnare come fotografi richiede creatività — non solo per scattare le foto ma anche per riuscire a monetizzare il proprio talento. Il mercato è competitivo. Ormai basta avere l’ultimo iPhone per autodefinirsi “fotografi”, e chiunque sa utilizzare un software di fotoritocco gratuito.

Volete emergere come fotografi freelance e vendere foto online? Allora agite in modo simile agli YouTuber o agli Instagrammer di successo:

  1. Scegliete una nicchia
  2. Costruitevi un pubblico
  3. Create diverse fonti di reddito passivo

In questa guida, vedremo nei dettagli come vendere foto online. Esploreremo risorse, idee e tutto ciò che dovete sapere per trasformare in realtà il vostro progetto di business basato sulla fotografia.

Guida gratuita: Come fare da soli le fotografie di prodotto

Impara a scattare splendide foto di prodotto senza spendere una fortuna grazie alla nostra guida gratuita.

Indice


  1. Le migliori piattaforme dove vendere foto online
  2. Due passaggi essenziali per vendere foto online
  3. Come vendere foto gadget e stampe personalizzate
  4. Come acquisire prenotazioni per servizi fotografici
  5. Nozioni legali sulla vendita di foto online
  6. Come vendere foto online — domande frequenti

Le migliori piattaforme dove vendere foto online

Per iniziare, ecco le migliori piattaforme dove vendere foto online:

  1. Alamy
  2. 500px
  3. SmugMug Pro
  4. Shutterstock
  5. iStock Photo
  6. Etsy
  7. Getty Images
  8. Stocksy
  9. Can Stock Photo
  10. Adobe Stock
  11. Twenty20
  12. Depositphotos
  13. Dreamstime
  14. EyeEm
  15. 123RF
  16. Foap
  17. Zenfolio
  18. Pixieset

Uno dei metodi più comuni per vendere foto online è concedere in licenza i vostri scatti ad aziende, publisher o chiunque possa avere interesse a utilizzarli per le proprie finalità.

È questa la chiave. Dovete seguire un processo non convenzionale partendo dall’immaginare i possibili utilizzi delle vostre foto da parte di aziende o blog. Le foto versatili che rappresentano dei concetti tendono a essere popolari, soprattutto quando ritraggono soggetti umani.

Esistono molti siti di fotografie stock tra cui scegliere. Diamo un'occhiata ai posti migliori per vendere foto online:

1. Alamy

Come vendere foto online: sito web Alamy

Alamy sfoggia la collezione di foto stock più variegata al mondo, con oltre 220 milioni di immagini stock, immagini vettoriali, video e foto panoramiche a 360°. Qui potete vendere qualsiasi tipo di foto, dagli scatti quotidiani alle foto di nicchia. La piattaforma ha oltre 60mila collaboratori in tutto il mondo e oltre 110mila acquirenti. Offre anche un'app, Stockimo, dove potete vendere foto scattate con l'iPhone e guadagnare soldi extra dai vostri selfie.

Alamy paga mensilmente i contributor e ha un metodo di pagamento semplice. Ricevete il 50% dalle vendite dirette di foto esclusive per Alamy e il 40% per la vendita diretta di foto non esclusive. Inoltre Alamy non prevede vincoli contrattuali a lungo termine.

2. 500px

Come vendere foto online: sito web 500px

500px ospita milioni di fotografi che vendono foto online. I suoi partner di vendita servono oltre un milione di clienti in tutto il mondo e rappresentano un punto di riferimento per chi cerca materiali creativi. Tutti i contenuti del sito sono royalty free — cioè concessi in licenza per un uso illimitato e perpetuo — e i prezzi si basano sulle dimensioni dei file.

500px è anche una piattaforma con una community di fotografi professionisti e amatoriali. Vi permette di seguire altri fotografi, pubblicare le vostre foto nel marketplace e partecipare ai “Quests” (concorsi fotografici a premi). Potete guadagnare fino al 60% di royalty sulle foto esclusive e una commissione del 30% sulle foto non esclusive.

Iniziare è semplice:

  • Create un account
  • Inviate le vostre foto
  • Autorizzate la vendita
  • Compilate i moduli per ogni immagine, allegando gli eventuali esoneri di responsabilità e/o le liberatorie dei modelli
  • Infine, cominciate a vendere!

3. SmugMug Pro

Come vendere foto online: sito web SmugMug Pro

Che siate nuovi fotografi o professionisti affermati, SmugMug vi consente di vendere foto online con un bellissimo portfolio, una piattaforma di vendita e strumenti che vi aiutano a crescere. Con SmugMug ottenete l'85% del ricarico da voi impostato sul prezzo di base fissato dalla piattaforma.

Ad esempio, se vendete una stampa 5x7 a 10,79 € e il prezzo predefinito di SmartMug è 0,79 €, il ricarico è 10 €. In questo caso otterrete un profitto di 8,50 €. Tuttavia, dovrete sottoscrivere un abbonamento mensile, che costa 244 dollari l'anno, con il piano Portfolio. È anche vero che il piano vi dà accesso a moltissimi strumenti per l’ecommerce, utili per la vendita di foto online.

4. Shutterstock

Sito web Shutterstock

Shutterstock è leader tra i siti di fotografia stock che consentono di vendere foto online. La piattaforma ha versato oltre un miliardo di dollari alla sua community di fotografi negli ultimi 15 anni e può rendere visibili le vostre foto a milioni di clienti.

Shutterstock è un sito di microstock. In altri termini, vende le foto a prezzi bassi e senza licenza esclusiva. Qui la migliore strategia per guadagnare è mettere in vendita una grande quantità di immagini utilizzabili come metafore visive (cose concrete che indicano concetti astratti). Non aspettatevi di realizzare guadagni enormi. È una buona opzione da sfruttare se state imparando a vendere foto online.

I pagamenti si basano sui vostri guadagni nel tempo e vanno dal 15% al 40%. C'è anche un programma di affiliazione che vi permette di guadagnare un extra se fate iscrivere nuovi fotografi o clienti.

5. iStock Photo

Sito web iStock

iStock Photo è il ramo aziendale di Getty Images dedicato al microstock. La principale differenza tra le due realtà? Su iStock le vostre foto non sono esclusive, quindi potete venderle anche tramite altre agenzie. In compenso guadagnate commissioni molto più basse rispetto a quando vendete foto esclusive. Le commissioni variano dal 15% al 45%, a seconda che le foto siano esclusive o non esclusive.

Ecco i compensi per i collaboratori esclusivi riportati dalla società madre Getty:

Getty compensi fotografi

6. Etsy 

Etsy vendita stampe

Se volete vendere foto online, aprire un negozio di foto su Etsy può essere un'ottima opzione per voi. È facile iniziare: potete vendere stampe velocemente, e il sistema di commissioni è vantaggioso sia per i fotografi professionisti che per i principianti. Etsy prende solo il 5% del prezzo della transazione, che include le spese di spedizione da voi stabilite. Inoltre, se accettate i pagamenti tramite Etsy Payments, dopo la vendita di ogni stampa Etsy prende una commissione per l’elaborazione del pagamento del 3% + 0,25 $.

Su Etsy, a differenza che in altri posti per vendere foto online, la maggior parte delle persone non va per cercare immagini stock. Dunque per ottenere il massimo dalla piattaforma investite nel design dei prodotti e nel marketing per promuovere il vostro negozio Etsy. Comunque, visto che la piattaforma prende solo una piccola percentuale su ogni vendita, può valere la pena di investire qui le vostre energie.

7. Getty Images

Getty Images

Getty Images è nel segmento superiore del mercato dei siti di fotografia stock. Attira brand e publisher in cerca di immagini esclusive, rare e di alta qualità da ottenere in licenza. La piattaforma, insieme al suo sito di microstock iStock, raggiunge oltre 1,5 milioni di clienti in tutto il mondo.

I criteri di selezione dei contributor sono ovviamente più rigorosi rispetto a quelli di molti altri siti di foto stock. Tuttavia, le commissioni per le foto concesse in licenza attraverso Getty Images partono dal 20% e possono arrivare fino al 45%.

8. Stocksy

Sito web Stocksy

Stocksy è un sito di fotografia stock di fascia media, popolare soprattutto tra i publisher e i creativi. Diventando contributor di Stocksy si ottengono compensi elevati. I fotografi possono guadagnare royalty del 50% per le licenze standard e del 75% sulle licenze estese. Ma tutte le foto sono al 100% esclusive. In altri termini, non potete utilizzarle su altri siti web di foto stock.

Stocksy è anche una cooperativa di artisti. In sostanza, acquisite una parte della proprietà dell'azienda e potete contribuire a controllarne la direzione. I contributor possono ricevere una quota di utili se la cooperativa realizza un profitto. La percentuale di utili spettante a ciascuno si determina sulla base dei contributi apportati alla cooperativa tramite la vendita di foto e/o filmati.

Se siete interessati a vendere foto su Stocksy, date un'occhiata alle Domande frequenti sull'invio di una candidatura come contributor (in inglese).

9. Can Stock Photo

CanStock Photo

Oltre 92mila fotografi hanno scelto di vendere foto online con Can Stock Photo. Per i compensi esistono diverse tipologie, dalle percentuali a un importo fisso. In più Can Stock vi riconosce 5 dollari ogni 50 foto vendute dal vostro referral. Quando vendete su Can Stock Photo, la piattaforma mette in vendita le vostre foto anche su Fotosearch — un'agenzia di fotografia stock.


Pronto per aprire il tuo negozio online? Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni con Shopify. Non serve la carta di credito.


10. Adobe Stock

Adobe Stock

Adobe Stock è uno dei posti migliori per vendere foto online senza costi di iscrizione. Tra l’altro quando mettete in vendita le foto, queste diventano disponibili anche sul sito web Fotolia. Se già utilizzate la suite di Adobe per altri progetti creativi, potete caricare foto, video, immagini vettoriali o illustrazioni su Adobe Stock direttamente da Adobe Lightroom CC e Adobe Bridge CC, e tramite il web.

Vendendo foto su Adobe Stock, potrete raggiungere milioni di acquirenti. Otterrete visibilità nella più grande comunità di creativi al mondo, direttamente all'interno delle app preferite dai creativi. È previsto un guadagno del 33% sulle foto vendute attraverso la piattaforma.

11. Twenty20

Twenty20

Twenty20 è nato come strumento per consentire ai fotografi di Instagram di vendere le loro foto ai brand. Ora è un grosso sito di fotografia stock dove potete vendere foto online e connettervi con potenziali clienti. Qui potete guadagnare:

  • 2 $ per ogni foto concessa in licenza
  • Premi in denaro nelle challenge fotografiche
  • 100% delle commissioni pagate da un brand che vi assume per un servizio fotografico programmato

Con Twenty20, potete vendere foto dall’app o caricarle nella vostra pagina sul dominio aziendale. A prescindere dall’opzione che preferite, questo è un ottimo posto per vendere foto online e guadagnare facendo ciò che amate.

12. Depositphotos

Depositphotos

Depositphotos è un marketplace globale per i contenuti visivi con una libreria di oltre 183 milioni di file e clienti in oltre 200 paesi. Ha più di 100mila contributor provenienti da tutto il mondo. E tra i suoi clienti vanta aziende leader a livello internazionale come Warner Bros, TripAdvisor, Subaru e molte altre. Le commissioni variano tra il 34% e il 42% a seconda dell'esperienza del contributor, del livello che ha raggiunto sulla piattaforma e anche in base alla risoluzione e al tipo di licenza delle sue foto.

13. Dreamstime

Dreamstime

Da quasi 20 anni Dreamstime fornisce immagini di alta qualità al mercato dei creativi — dai freelance alle aziende su Fortune 500. L’agenzia vanta:

  • 31 milioni di iscritti
  • 600mila fotografi contributor
  • 144 milioni di foto, illustrazioni, clipart e immagini vettoriali
  • 20 milioni di visitatori unici al mese sul sito web

Dreamstime offre un generoso compenso ai contributor. Ma richiede un impegno consistente: occorre mantentere disponibili sul sito per un minimo di sei mesi almeno il 70% dei contenuti approvati. I contributor non esclusivi possono guadagnare il 25-50%, mentre le foto esclusive generano una commissione del 27,5-55%. Potete guadagnare anche dai referral, sia come contributor che come acquirenti.

14. EyeEm

Sito web EyeEm

EyeEm si focalizza principalmente sulla fotografia stock pubblicitaria. Perciò è uno dei posti migliori per vendere foto online se volete affermarvi nell’ambito della fotografia commerciale. Potete persino ricevere prenotazioni per servizi fotografici da aziende come Airbnb, Spotify e altri brand famosi.

La piattaforma ha una community di oltre 25 milioni di fotografi e videomaker di oltre 150 paesi, e offre commissioni del 50% su ogni foto venduta.

15. 123RF

123RF

123RF è un player importante nel settore della fotografia stock. Tutti i contenuti della piattaforma sono non esclusivi. Quindi potete vendere le foto contemporaneamente su altri siti web. Un vantaggio è che 123RF rende disponibili le vostre foto a oltre cinque milioni di acquirenti di 17 lingue diverse in 44 paesi. Diventando contributor potrete guadagnare tra il 30% e il 60% per ogni licenza venduta.

16. Foap

Sito web Foap

Foap si caratterizza per la sua community di oltre tre milioni di creativi. Volete caricare un servizio fotografico professionale o magari cercare di guadagnare vendendo foto che vi ritraggono? In entrambi i casi, potete usare l'app di Foap.

Foap offre ai contributor la possibilità di vendere foto online guadagnando in più modi:

  • 5 $ per ogni foto venduta
  • 100-2500 $ per le Missions (contest in cui le aziende forniscono un brief e fissano un premio in denaro per le foto vincitrici)
  • Vendita di foto online tramite le piattaforme partner, tra cui Adobe e Alamy

Se volete fare in modo che brand come KraftHeinz, Nivea, Heineken e altri vedano le vostre foto e i vostri video, Foap è un'ottima opzione per voi.

17. Zenfolio

Come vendere foto online: sito web Zenfolio

Zenfolio aiuta principianti e professionisti a vendere foto online. Potete creare un sito web per mostrare le vostre opere, attrarre nuovi clienti e vendere le vostre foto online. In aggiunta la piattaforma vi consente di vendere foto digitali e stampate con una commissione del 7%. A fronte di questo Zenfolio richiede un abbonamento a partire dai 5 $ al mese.

18. Pixieset

Sito web Pixieset

Pixieset offre ai fotografi un “pacchetto completo” per condividere, consegnare e vendere foto online. Con Pixieset potete facilmente creare un bellissimo negozio online, vendere stampe e prodotti personalizzati con le vostre foto e ottenere l’evasione automatica degli ordini.

Pixieset vi dà il pieno controllo sul vostro negozio. Tutto ciò che dovete fare è stabilire il prezzo dei prodotti e realizzare delle vendite. Il piano gratuito prevede una commissione del 15% in favore della piattaforma. Viceversa non ci sono commissioni con i piani a pagamento, che partono da 8 $ al mese.

Due passaggi essenziali per vendere foto online

Ora che sapete dove vendere foto online, vediamo come far prosperare il vostro business.

1. Definite la vostra nicchia

Ogni fotografo di successo ha uno stile o un tema che rappresenta il filo conduttore del suo lavoro. Che si tratti di viaggi, moda, paesaggi urbani, natura, cibo, ecc. la coerenza è fondamentale.

Le persone vi seguono per vedere altri contenuti simili a quelli che inizialmente hanno catturato il loro interesse. E smettono di seguirvi quando queste aspettative non vengono soddisfatte.

Man mano che scoprirete quali tipi di foto attirano il vostro pubblico, avrete facilità a trovare la vostra nicchia. Inoltre potete verificare la domanda analizzando il volume di ricerca per determinate parole chiave legate alle vostre foto.

Volume di ricerca

Keywords Everywhere è un'estensione del browser che vi mostra il volume di ricerca proprio sotto il termine che cercate su Google. Utilizzandola vi sarà facile individuare soggetti e temi richiesti, per cercare di esaudire i desideri del pubblico.

Keywords Everywhere volume di ricerca

In linea di massima, vale la pena di prendere in considerazione i termini con oltre 1000 ricerche medie mensili. I fotografi — in modo simile a blogger, YouTuber e artisti di ogni genere — dovrebbero investire anche nella costruzione del loro pubblico. In definitiva, è il pubblico che permette di avere successo e vendere foto online.

Condivisione su varie piattaforme social

Non importa se siete freelance o se vendete stampe online: dovete fare leva sulla vostra rete di contatti per farvi conoscere.

Piattaforme social basate sulle immagini con un pubblico integrato come Instagram e Tumblr possono aiutarvi a raggiungere un vasto pubblico. Ma esistono anche piattaforme per condividere foto che vi permettono di connettervi con altri fotografi, costruire un pubblico e in alcuni casi vendere licenze per l'utilizzo delle vostre foto digitali (di questo parleremo più avanti).

Collegando i vari account potrete gestire più facilmente la condivisione delle foto su diverse piattaforme, positiva per la visibilità e quindi utile per vendere foto online. Ad esempio, se collegate Instragram a Tumblr, Facebook e altri social (Opzioni > Impostazioni > Account collegati) sarete in grado di pubblicare i post simultaneamente su più piattaforme.

IFTTT è uno strumento gratuito utile per creare integrazioni tra app normalmente non integrate tra loro, come Instagram e Dropbox.

Su Instagram, potete anche utilizzare Hashtagify per scoprire hashtag popolari e rilevanti in modo da aumentare la visibilità delle vostre foto e ottenere più engagement, like e commenti.

2. Integrate l'ecommerce nel vostro portfolio

La maggior parte dei fotografi ha un portfolio digitale per mostrare il proprio lavoro ai potenziali clienti. Aggiungendo l'ecommerce al portfolio, con la possibilità di accettare pagamenti da PayPal o Shop Pay, aumentate le vostre chance per guadagnare, con la possibilità di vendere corsi, prodotti fisici e servizi.

Dave Sanford, ad esempio, ha un negozio che mostra le sue fotografie naturalistiche e al tempo stesso consente di acquistare stampe e calendari.

Come vendere foto online: esempio pagina di prodotto
Pagina di vendita stampe sul sito web Dave Sanford Photos

Create il vostro portfolio o negozio su Shopify, e installate le app occorrenti per personalizzarlo in base alle vostre esigenze e strategie di monetizzazione; quindi iniziate a condividere e vendere le vostre fotografie in diversi formi: sui social media, tramite inserzioni, o anche offline con Shopify POS.

Date un'occhiata ad alcuni dei temi di arte e fotografia o scegliete un tema gratuito per iniziare (potete sempre cambiarlo in seguito). Eventualmente considerate di aggiungere delle funzionalità extra installando app di Shopify come Digital Downloads (gratuita), una galleria Instagram e altro ancora.

Esistono molte ragioni per cui il vostro sito di ecommerce può essere il posto migliore per vendere foto online. Cercheremo di illustrarle qui sotto.

Come vendere foto gadget, stampe personalizzate e fotolibri

Le vostre foto servono ad aziende e publisher, ma possono anche essere richieste dai vostri fan.

Esistono una varietà di cose che i vostri fan possono apprezzare, dalle semplici stampe di foto incorniciate fino a gadget come i cuscini personalizzati. Fortunatamente, vendere prodotti fisici personalizzati con le vostre foto è molto più semplice di quanto pensiate.

Molti siti web vi consentono di caricare le vostre foto e venderle sotto forma di stampe o impresse su gadget come tazze, magliette, calendari e così via.

Potete collaborare con un laboratorio fotografico locale che si occupi di realizzare e spedire stampe e gadget personalizzati. In alternativa, utilizzate un servizio di stampa on demand come Printful per il dropshipping di prodotti (stampe, custodie per il telefono, cuscini e altro ancora) con stampate le vostre foto.

Come vendere foto online: vendita gadget personalizzati

Assicuratevi di ordinare prima dei campioni, per garantire che la qualità dei prodotti sia all’altezza delle vostre foto.

Come vendere fotolibri

Un’altra opzione è creare fotolibri con i vostri scatti e venderli online.

I fotolibri sono veri e propri complementi d’arredo, adatti a dare un tocco originale a qualsiasi tavolino da salotto. Più la vostra fotografia è specifica su un certo tema e coerente, più facilmente riuscirete a comporre un fotolibro su un topic avvincente e iniziare a vendere arte online.

Potete utilizzare un servizio come Blurb, Lulu xPress o Shutterfly per creare, stampare e spedire fotolibri on demand.

Anche se non otterrete i margini migliori, i servizi di stampa on demand rappresentano un’ottimo metodo per testare la domanda dei vostri prodotti senza rischi, evitando di fare investimenti al buio.

Come acquisire prenotazioni per servizi fotografici

Servizi fotografici per eventi, fashion shooting, fotografia di prodotto… Esistono varie opzioni per lavorare come fotografi professionisti. Ecco come vendere i vostri servizi:

Potete registrarvi su directory per freelance come Fiverr e Upwork. Oppure potete candidarvi per diventare Esperti Shopify. In ogni caso, per guadagnare bene dovrete farvi conoscere a livello locale ed essere disposti a spostarvi per incontrare i clienti di persona.

Ecco alcuni consigli per fare networking:

    • Tenete sempre a portata di mano i biglietti da visita. Può capitarvi anche inaspettatamente di incontrare potenziali clienti (usate il nostro generatore di biglietti da visita gratuito).
    • Aggiornate il vostro profilo LinkedIn, mostrate il vostro portfolio e ottimizzate il profilo in base al principale tipo di servizio che offrite (ad esempio, fotografo di eventi).
    • Partecipate a eventi di networking per imprenditori e organizzatori di eventi. Queste persone in futuro avranno inevitabilmente bisogno di un fotografo professionista.
    • Createvi una brand identity come fotografi, in modo da essere il primo nome che viene in mente quando qualcuno nella vostra rete ha bisogno di un fotografo bravo a usare la reflex digitale.

A differenza di altri tipi di freelancer, i fotografi possono operare in fasce orarie ristrette. Perciò è ottimo se attraverso una piattaforma di booking potete mostrare ai potenziali clienti la vostra agenda di appuntamenti consentendo di effettuare prenotazioni negli orari disponibili.

SimplyBook ha piani e funzionalità gratuite che funzionano bene per i fotografi. Oppure, se usate Shopify, potete installare BookThatApp per programmare gli appuntamenti direttamente dal vostro sito.

Ora, parliamo dei diritti di utilizzo e della protezione del vostro lavoro.

Nozioni legali sulla vendita di foto online

Capire come vendere foto online è di per sé abbastanza impegnativo. E le questioni su copyright e licenze per la vendita di foto possono sembrarvi incomprensibili. Ma se vendete fotografie online, esistono una serie di termini e concetti che dovete conoscere per proteggervi dal rischio di furto e dalle violazioni dei vostri diritti.

Questo non è assolutamente un elenco completo né sostituisce la consulenza di un legale. Il nostro scopo è solo fornirvi delle definizioni generali, utili per orientarvi meglio nella sfera dei diritti di utilizzo delle immagini.

Glossario dei termini legali per la vendita di foto online

Per aiutarvi a verificare le questioni legali, di seguito elenchiamo alcuni termini da conoscere prima di vendere foto online.

Uso editoriale. Possibilità di utilizzo su blog, giornali, riviste e altre pubblicazioni.

Uso commerciale. Possibilità di utilizzo a fini di marketing e pubblicitari per promuovere un prodotto o un servizio.

Uso per prodotti destinati alla vendita. Possibilità di utilizzo nella creazione di un prodotto fisico destinato alla vendita. Ciò include l’uso della foto per stampe o poster e la sua riproduzione su gadget come cuscini, tazze, ecc. A volte il concetto viene associato all’uso commerciale, ma dovrebbe essere preso in esame separatamente.

Uso esclusivo. Significa che chi acquista la licenza da voi è l'unico a poter utilizzare la foto.

Non esclusivo. Le licenze fotografiche non esclusive possono essere acquistate e utilizzate da chiunque, e di solito costano meno di quelle esclusive.

Di pubblico dominio. Che non contiene alcuna restrizione o rivendicazione di copyright e può essere utilizzato per scopi commerciali, editoriali o personali. Le opere create da agenzie del governo federale degli Stati Uniti (come la NASA) rientrano generalmente in questa categoria, se non diversamente specificato.

Creative Commons. L'uso delle opere è consentito a condizione che sia conforme alle restrizioni indicate. A volte è richiesta l'attribuzione di un credito all’autore. Visitate Creative Commons per generare gratuitamente un badge per questa licenza.

Royalty free. Tutti possono acquistare una licenza e utilizzare la foto per un tempo illimitato e un numero illimitato di volte. Tra le licenze fotografiche, questo è il tipo più comune e meno costoso, trattandosi di foto solitamente non esclusive.

Licenza rights-managed. Attribuisce il diritto di utilizzare una foto con restrizioni per la distribuzione. Per diversi utilizzi è necessario acquistare ulteriori licenze.

Diritto di pubblicità

I soggetti ritratti nelle vostre foto vantano determinati diritti, specialmente per l’uso commerciale se vendete foto online. La questione è autonoma rispetto alle considerazioni sul copyright che abbiamo appena visto. Per evitare problemi, dovreste farvi rilasciare l'autorizzazione espressa alla vendita per uso commerciale da parte dei soggetti rappresentati nelle vostre foto.

Per informazioni più approfondite sul diritto d’autore e sulla tutela del materiale fotografico, consultate questo articolo; capirete di più sulle leggi che tutelano il vostro lavoro. Consultate anche i principali siti di foto stock, per vedere come definiscono i vari tipi di licenze.

Cosa fare se qualcuno ruba le vostre foto

L'appropriazione indebita è comune nel caso dei contenuti, e molti la commettono inconsapevolmente.

Normalmente i fotografi aggiungono la filigrana alle foto prima di venderle online, per una maggiore protezione. Se avete intenzione di vendere o condividere le vostre foto, potete applicare il marchio identificativo in Photoshop o utilizzare un generatore di filigrana.

Una filigrana piuttosto piccola, magari in un angolo, permette di vedere meglio la foto; per contro una filigrana più grande con opacità ridotta offre la massima protezione contro i furti.

Ma cosa fare se qualcuno decide di appropriarsi delle vostre foto e utilizzarle? Una lettera di diffida di solito funziona. Oppure potete inviare al responsabile una fattura per l'utilizzo della vostra foto. Una combinazione delle due cose probabilmente sarà il migliore deterrente, offrendo all'interessato la possibilità di scegliere se pagare o rimuovere la foto.

Dovreste sempre cercare almeno di farvi attribuire i crediti ogni volta che qualcuno utilizza il vostro lavoro, anche se solo a scopo editoriale. Ricordate: i link al vostro portfolio non solo servono per portare traffico al resto dei vostri lavori, ma aiutano l’ottimizzazione sui motori di ricerca contribuendo al vostro ranking su Google.

Come vendere foto online — domande frequenti

A prescindere se la fotografia è per voi un hobby, un secondo lavoro o il lavoro principale, oggi più che mai potete trasformare la vostra passione in un business — con le indicazioni che vi abbiamo dato in questo articolo.

Il profitto che potrete trarre dalla vendita di foto dipenderà dal vostro talento e dalla vostra determinazione. Ma una cosa è certa: i soldi che otterrete facendo ciò che vi piace saranno i migliori mai guadagnati.

Illustrazione di Eugenia Mello

Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.


Pronto per aprire il tuo negozio online? Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni con Shopify. Non serve la carta di credito.


Domande frequenti sulla vendita di foto online

Qual è il modo migliore per vendere foto?

Il modo migliore per vendere foto online è vendere i materiali come immagini stock su siti web come iStockPhoto, Dreamstime, Shutterstock o 123RF. Vendere le vostre foto tramite siti stock è veloce, facile e conveniente.

Quali sono i posti migliori per vendere le foto?

  1. Il vostro sito web
  2. Alamy
  3. 500px
  4. Shutterstock
  5. iStockPhoto
  6. Dreamstime
  7. 123RF
  8. Etsy
  9. Adobe Stock
  10. Depositphotos
  11. EyeEm

Come guadagnare con la fotografia stock?

I siti web e le agenzie di fotografia stock vendono le foto costose ed esclusive che voi caricate. Le agenzie concedono in licenza singole foto ai clienti vendendole a un prezzo fisso. E voi, i fotografi, ricevete il pagamento di una royalty.

Argomenti: