Vuoi aprire un negozio online?

Commerce+ 2021: tutte le novità Shopify per il futuro del commercio online

Commerce+ 2021: tutte le novità Shopify per il futuro del commercio online

Fondatori, leader aziendali e brand globali si sono ritrovati a Commerce+, un evento online gratuito organizzato da Shopify per parlare del futuro del commercio.

Shopping sostenibile, caffè da 100 dollari, vendere su TikTok, espandersi a livello globale: sono solo alcuni degli argomenti affrontati. Non sono mancati invitati importanti, come l’icona pop e fondatore di Humanrace Pharrell Williams, il fondatore di BIGFACE e atleta NBA Jimmy Butler, il CMO di Bombas Kate Huyett e, ovviamente, i dirigenti di Shopify Shimona Mehta, Atlee Clark e Jon Wexler. Qui trovate il resoconto e la registrazione dell’evento.

Abbiamo anche parlato dei nuovi prodotti e funzioni Shopify, sviluppati per aiutare i brand a migliorare le prestazioni degli store e l’esperienza cliente. Di seguito abbiamo riassunto alcune delle novità più importanti

Per cambiare la lingua dei sottotitoli, cliccate su Impostazioni in basso a destra, quindi Sottotitoli e selezionate l'italiano.

💡 Indice


  1. Coinvolgete e influenzate i consumatori del futuro
  2. La nuova normalità: vendere oltre i confini
  3. Superate i confini di ciò che è possibile

1. Coinvolgete e influenzate i consumatori del futuro

Come investire nella propria brand story per coinvolgere e creare un rapporto con i consumatori? Ne abbiamo parlato in modo dettagliato durante Commerce+.

Brand story: come raccontarla in modo creativo grazie alla vetrina prodotti

La vetrina di un negozio online può (e dovrebbe) essere utilizzata in modo efficace per presentare un brand, raccontare la sua storia e dare vita alla sua visione. Abbiamo parlato di Online Store 2.0, Dawn e Custom Storefronts, tre strumenti per crearla e personalizzarla al massimo.

Online Store 2.0 e Dawn

Durante l'evento Unite, abbiamo lanciato Online Store 2.0, sviluppando nuove funzionalità per permettere agli utenti di personalizzare gli store in modo ancora più creativo. Si tratta di uno degli aggiornamenti più importanti ad oggi.

Con il nuovo editor, brand e aziende possono personalizzare il layout e l’aspetto del negozio senza toccare il codice o assumere uno sviluppatore per farlo.

L’editor drag & drop, con blocchi e sezioni, consente di creare temi unici per ogni pagina del negozio online. In pochi clic si possono anche aggiungere, riorganizzare e rimuovere contenuti senza modificare il codice. Inoltre, la piattaforma ora permette di installare app direttamente sul tema utilizzando blocchi e integrazioni. Il risultato è un’esperienza d’acquisto fluida e su misura, in cui le informazioni vengono presentate in modo più coerente da una pagina all’altra.

Abbiamo anche introdotto i metafield, frammenti di dati configurabili direttamente dal pannello di controllo, utili a mostrare specifiche aggiuntive sui prodotti. Ad esempio permettono di aggiungere informazioni utili per i clienti, come le dimensioni di un articolo, la tabella delle taglie o la lista degli ingredienti.

Dawn è il nostro primo tema gratis per Online Store 2.0 ed è ora disponibile sul Theme Store di Shopify. Contiene contenuti multimediali, sezioni per il cross-selling e pagine prodotto ottimizzate per la conversione. Grazie al layout adattabile e ai sistemi di colori semplificati, può essere avviato e personalizzato con estrema facilità. Sul Theme Store sono disponibili anche altri 40 temi.

Per saperne di più su come passare a Online Store 2.0, cliccate qui.

Vetrine personalizzate

Ogni brand dovrebbe essere in grado di creare l’esperienza utente che immagina nel frontend, e i team di sviluppo dovrebbero avere la flessibilità necessaria per programmarla e implementarla nel backend.

Le vetrine di Shopify offrono una soluzione per tutti, dai brand che cercano un’architettura headless a quelli che vogliono offrire un’esperienza d’acquisto su misura.

Ecco alcuni brand, menzionati durante il Commerce+, che usano le nostre vetrine:

  • Allbirds ha sviluppato un’app mobile che permette ai clienti di provare virtualmente le scarpe grazie alla magia della realtà aumentata;
  • Off-Limits ha creato personaggi animati che guidano l’acquirente fino a un checkout gamificato per rendere l’acquisto di cereali più divertente
  • Yolele ha ideato una soluzione unica nel suo genere per far scoprire i suoi prodotti
  • Zsa ha implementato funzioni avanzate per personalizzare la sua tastiera ergonomica Moonlander

Custom Storefronts è una suite di strumenti che permette agli sviluppatori di accedere a funzionalità di base e commerciali attraverso API, SDK e framework. Grazie alla piattaforma Shopify, i merchant hanno un maggiore controllo su ogni parte dello sviluppo. È il cosiddetto headless commerce, in cui il frontend è separato dal backend.

Nessun brand dovrebbe essere costretto a cambiare piattaforma per accedere alla tecnologia, la logica di business o la buyer experience che desidera. Ecco perché forniamo soluzioni flessibili e adatte a ogni tipo di store.

Di recente abbiamo lanciato due nuovi prodotti per sviluppatori. Il primo è Hydrogen, un framework di sviluppo frontend per pagine web e SDK, che consente di creare vetrine personalizzate. Il secondo è Oxygen, che ospita vetrine Hydrogen direttamente su Shopify. Grazie a queste soluzioni, gli sviluppatori di tutto il mondo possono realizzare vetrine estremamente creative, sfruttando l’esperienza e l’infrastruttura di una piattaforma scelta da 1,7 milioni di merchant.

Social commerce e creator economy: come sfruttarli per raggiungere nuovi clienti

In un momento in cui i costi di acquisizione della clientela sono alle stelle, per i brand è fondamentale distinguersi dalla concorrenza, interagire con i clienti in modo creativo e farsi trovare nei luoghi in cui sono soliti trascorrere tempo.

Ultimamente abbiamo visto una crescita esponenziale del social commerce, ovvero la vendita di prodotti e servizi tramite i social media. Di pari passo è esplosa anche la creator economy, caratterizzata dall’avvento di influencer, creator e social media manager impegnati a costruire il proprio brand grazie al loro seguito online.

TikTok Shopping

La creator economy è il punto d’incontro tra contenuti, community e social commerce. Con un miliardo di utenti attivi a livello globale, TikTok è una delle piattaforme dove, tra un balletto e l’altro, si afferma di più questo fenomeno. Il 25% degli utenti, infatti, dice di affidarsi a TikTok per acquistare o fare ricerche su un prodotto. L’hashtag #TikTokMadeMeBuyIt, visualizzato ben 5,8 miliardi di volte, ne è la prova.

Nel 2020 abbiamo lanciato l’integrazione con TikTok, che permette di sincronizzare il catalogo dello store sul social e creare annunci video all’interno di Shopify.

La nostra ultima novità riguarda TikTok Shopping, che consente di creare una mini vetrina su TikTok aggiungendo una scheda shopping al profilo e integrando il catalogo prodotti Shopify. Per finire direttamente nei Per te dei clienti, basta poi taggare e collegare i prodotti nel TikTok organico.

La consumer experience così è più fluida, perché gli utenti possono sfogliare i prodotti, leggere le schede prodotto e pagare direttamente all’interno dell’app TikTok.

Il vantaggio per i brand e i creator, invece, è che possono raggiungere un vasto pubblico indipendentemente dal numero di follower. I media su TikTok, infatti, vengono condivisi con utenti che hanno già un interesse per quel tipo di contenuto, prodotto o servizio. In questo modo, i merchant possono promuovere i propri prodotti a prospect pronti ad acquistare e allo stesso tempo guadagnare follower.

2. La nuova normalità: vendere oltre i confini

Come crescere con il commercio internazionale

Per molti brand che hanno costruito un business DTC di successo e fidelizzato i clienti, il passo successivo è capire come espandersi a livello globale.

Soprattutto negli ultimi 18 mesi, l’ecommerce e l’adozione del digitale hanno subito un’impennata pazzesca. Il 2020 è stato un anno da record per il commercio online a livello mondiale. Le maggiori testate italiane parlano di un aumento del 20% solo nei primi mesi della pandemia. Un trend che non accenna a rallentare.

Shopify Markets

L’ecommerce è un settore che offre opportunità su scala globale, e sappiamo che i brand nel mondo vogliono vendere oltre i confini. Solo nel 2020, i nostri merchant di punta hanno generato 20 miliardi di dollari (pari a circa 17 miliardi di euro) in vendite transfrontaliere utilizzando strumenti come i domini internazionali e la multivaluta.

I brand che hanno più successo sono proprio quelli che investono e si impegnano a offrire un’esperienza personalizzata ai consumatori. Ad esempio, localizzando lo store nella loro lingua. I numeri parlano chiaro: i tassi di conversione delle vetrine multilingue sono 1,13 volte più elevati (o 1,40 volte se la valuta è localizzata) rispetto ai negozi monolingue.

Tuttavia, gestire la complessità dell’internazionalizzazione è una delle sfide più impegnative per i merchant che vogliono vendere a livello globale. La conversione delle valute, la localizzazione dello store, la ricerca di metodi di pagamento locali e le tasse di importazione possono rappresentare un grosso scoglio. E la lista di interrogativi e dubbi non finisce qui: dove lanciare il prossimo prodotto? Quali articoli funzionano in un mercato? A quale pubblico rivolgersi? Quali pagamenti locali offrire?

Ecco perché abbiamo sviluppato Shopify Markets, un hub centralizzato dotato di tutti gli strumenti necessari per gestire un business globale. Con Shopify Markets, i brand potranno sviluppare una strategia internazionale data-driven e iniziare a vendere oltre i confini già da subito. Durante Commerce+ abbiamo parlato dei suoi vantaggi:

  • Il pannello di controllo centralizzato gestisce automaticamente le dinamiche delle vendite internazionali e consente di eseguire operazioni come il lancio e l’ottimizzazione del negozio. Analizza le prestazioni in tutti i mercati in cui opera e permette alle aziende di penetrare nuove regioni più facilmente.
  • È possibile creare esperienze d’acquisto su misura per ogni mercato di riferimento con un unico store, localizzando il dominio, la valuta e la lingua della vetrina, e impostando le commissioni, le tasse e i metodi di pagamento più adatti a ciascuna regione.
  • Con il pannello di controllo centralizzato di Shopify, i brand possono ottimizzare le operazioni di back office da un unico luogo e avere il controllo completo su ciò che vendono, come fissano i prezzi e come evadono gli ordini in ogni mercato.

Scoprite il potenziale di uno store multilingue e vendete oltre i confini con Shopify Markets.

Rispondere alla domanda e conquistare nuovi mercati

Più il commercio digitale si evolve, più brand DTC passano al B2B. Per alcuni, è un passaggio necessario per rispondere a una crescita esponenziale e soddisfare la domanda dei rivenditori che cercano nuovi acquirenti.

Per altri, invece, il B2B offre un enorme potenziale per entrare in nuovi mercati e avere più canali di distribuzione.

B2B

Stiamo investendo molto nel settore, con l’obiettivo di aiutare i nostri merchant a superare le sfide legate alla vendita B2B e raggiungere lo stesso successo che hanno con il DTC.

Le nuove funzionalità B2B di Shopify saranno disponibili nella prima metà del 2022. Le stiamo implementando direttamente sulla piattaforma per permettere ai merchant Plus di gestire sia l’attività B2B che DTC direttamente dal pannello di controllo centralizzato. Tra le novità, per il B2B potranno offrire prezzi, termini di pagamento e un checkout personalizzati in base all’acquirente.

3. Superate i confini di ciò che è possibile

Lavorate in modo più intelligente con un processo decisionale basato sui dati e sul valore

Il commercio è più intelligente quando è data-driven, ovvero si basa su dati che informano le decisioni, e quando i marchi possono affidarsi a soluzioni personalizzate, sviluppate appositamente per risolvere i loro problemi e aiutarli a risparmiare tempo.

Ecco perché ci siamo concentrati su soluzioni in grado di ottenere dati e metriche che, oltre a formare una visione chiara e olistica dell’andamento di un brand, aiutino a capire quali decisioni prendere in futuro.

ShopifyQL Notebooks

Viste attraverso l’ottica fornita dai dati, le sfide aziendali possono sembrare insormontabili. Vi sarà sicuramente capitato di analizzare un problema e farvi una serie di domande su tutti gli aspetti del vostro business. “Uno dei nostri prodotti sta vendendo meglio del solito: perché? Dipende dalla campagna di marketing? No. Forse per via dei clienti abituali? No, il volume arriva dai nuovi clienti: da quale canale?”

ShopifyQL Notebooks, disponibile su Shopify nel 2022, aiuterà i merchant a trovare risposta a queste (e altre) domande. Con Notebooks, infatti, le aziende potranno esplorare e visualizzare set di dati provenienti da più fonti in un’unica interfaccia.

Pensate alla pagina bianca di un blocco note, che vi invita ad esplorare nuove idee e soluzioni. ShopifyQL Notebooks funzionerà allo stesso modo: i commercianti saranno in grado di esplorare eventuali problemi sequenziali e formare una panoramica più precisa in base ai dati. Potranno anche interrogare i dati direttamente dallo store, vedere i risultati, catturare le ipotesi e continuare a immergersi con visualizzazioni multi-formato (come testo, immagini e mark-up) senza dover trasferire i dati in un archivio separato o passare da una fonte all'altra.

E non è finita qui. Le storie di dati scritte con Notebooks saranno basate su un esclusivo linguaggio di interrogazione dei dati sviluppato per il commercio: ShopifyQL. Utilizza una sintassi specifica e intelligente (BFCM) e analizza potenti metriche di business, come il tasso di conversione e il customer lifetime value, per aiutare i merchant a prendere decisioni più velocemente e con il minimo sforzo.

ShopifyQL Notebooks sarà disponibile da inizio 2022. Seguite la newsletter per restare aggiornati.

Come risolvere i problemi commerciali per dedicare più tempo alla strategia

Di cos’altro hanno bisogno i brand per lavorare in modo più intelligente?

Ad esempio, potrebbero dover dedicare meno tempo a task ripetitive per concentrarsi di più sulla strategia. Delineare processi più efficienti per il loro store e le app che usano. E scontrarsi con meno barriere nel backend quando vogliono creare soluzioni creative e su misura per la buyer experience.

Ecco perché le automazioni personalizzate sono fondamentali: sono flussi di lavoro che aiutano a risolvere problemi specifici e incentivano la scalabilità.

Il nuovo Shopify Flow

Shopify Flow permette di creare flussi di lavoro che automatizzano task, campagne e processi all’interno di uno store. Grazie all’integrazione con app e strumenti di business, è in grado di automatizzare un numero ancora più elevato di operazioni, dando ai merchant più tempo per concentrarsi sulla crescita del loro business.

Di recente abbiamo introdotto alcuni importanti miglioramenti volti a promuovere un commercio più intelligente. Ad esempio:

  • Accesso a quasi tutti i data point nelle API del pannello di controllo: questa funzionalità permette di analizzare più a fondo i dati Shopify e aumenta drasticamente le potenzialità di Flow. Ad esempio, ora è possibile creare flussi di lavoro a partire dai dati specifici di un prodotto presenti all’interno di un ordine.
  • Flussi di lavoro più complessi: grazie alla logica condizionale avanzata, è possibile elaborare flussi di lavoro più flessibili e automazioni più complesse. Il nuovo Flow permette anche di determinare l’ordine specifico delle operazioni all’interno di un’automazione per garantire maggiore precisione.
  • Navigazione, user experience e connessione all’ecosistema semplificate: cercare trigger, condizioni e azioni sul nuovo Flow è più facile e veloce. Bastano pochi clic per eliminare o modificare i flussi di lavoro e visualizzare tutte le app di terze parti con cui si integra.

Presto Flow sarà disponibile per tutti i merchant, e non solo per i negozi con abbonamento Plus.

Riguardate Commerce+ 2021 on-demand

Scoprite gli highlights di Commerce+ o guardate l'intero evento on-demand.

Guarda ora