Blog di Shopify

Imprese e coronavirus: 15 strategie per fronteggiare la crisi

Il coronavirus o COVID-19 è stato dichiarato una pandemia e sta avendo un impatto senza precedenti sugli individui e sulla nostra economia globale. È un periodo di incertezza. E noi di Shopify, anche se non abbiamo tutte le risposte, stiamo facendo il possibile per offrire indicazioni ai nostri clienti e ai piccoli imprenditori di tutto il mondo.

Tutti i negozi che vendono beni “non essenziali” sono stati costretti a chiudere. Dunque ora una delle principali preoccupazioni è: come compensare il calo del fatturato?

In questo articolo, condivideremo 15 strategie consigliate dai nostri esperti e partner per fronteggiare la crisi. Scoprirete come mitigare i problemi di liquidità, compensare il calo del fatturato e ridistribuire la spesa destinata al marketing digitale. Troverete anche alcuni esempi di iniziative intraprese da altri negozi in risposta al coronavirus.

Indice:

Come creare liquidità in azienda

1. Promuovete i buoni regalo

La vendita di buoni regalo produce l'afflusso immediato di denaro contante; e (nella maggior parte dei casi) garantisce anche che i clienti tornino in futuro. Se la vostra azienda ha margini ridotti, i buoni regalo possono aiutarvi a rimanere a galla fino al superamento della crisi.

Per incentivare ulteriormente i clienti, potete concedere sconti sui buoni regalo. O potete collaborare con negozi locali complementari, creando opportunità di co-marketing che possano aiutarvi ad acquisire nuovi clienti. Poiché è necessario ridurre il rischio di contatti umani, vi suggeriamo di procedere così:

Aggiornamento da Shopify

I buoni regalo fisici e digitali sono ora disponibili per i negozi Shopify con tutti i piani.

Come creare buoni regalo

2. Create una strategia di prevendite

I consumatori si rendono conto che il coronavirus sta causando molte difficoltà ai negozi. A livello locale, sono presenti iniziative per sostenere i piccoli esercizi commerciali e aiutarli a garantirsi degli incassi. Un approccio sono le prevendite. In altri termini, potete chiedere ai clienti di pre-ordinare i prodotti più popolari pagando un anticipo o il prezzo intero dei beni.

Trovate delle app per la prevendita dei prodotti nell'App Store di Shopify.

3. Vendete a prezzo scontato le scorte improduttive

In questo periodo i negozi che vendono beni non essenziali rischiano il calo della domanda e un eccesso di offerta. Il vostro obiettivo principale a breve termine (4-6 settimane) è non rimanere con il denaro contante immobilizzato nell'inventario o nelle scorte di magazzino. Anche le aziende ben gestite possono avere un 20-30% di scorte improduttive, che ora è il momento di smobilizzare.

Procedete così:

  • Usate le app di gestione dell'inventario e/o di reporting per eseguire un'analisi ABC. Poi categorizzate l'inventario a seconda del valore che i prodotti creano per la vostra attività. Saranno articoli di categoria A i vostri prodotti più preziosi, di categoria B quelli intermedi e di categoria C quelli di poco valore se presi singolarmente, ma che contribuiscono ad aumentare il volume delle vendite.
  • Riducete i costi di trasporto svendendo i prodotti di categoria C. Potete applicare forti sconti, creare dei pacchetti o addirittura vendere questi prodotti a un'azienda specializzata in liquidazioni. Questa strategia potrà sembrarvi controproducente; ma vi darà la liquidità di cui avete bisogno e più spazio per le merci che riuscite a movimentare.

NOTA: Con il coronavirus, la situazione è in rapida evoluzione. Siate cauti nell'affidarvi allo storico delle vendite per rifornire l'inventario.

4. Concordate termini di pagamento più ampi con i fornitori

Per assicurarvi una certa liquidità potete puntare anche sulla riduzione delle spese. Un modo per trattenere il capitale circolante è posticipare i pagamenti ai fornitori. Ma attenzione: per preservare l'integrità (e la durata) dei vostri rapporti commerciali, accordatevi con loro il prima possibile; e cercate di trovare un compromesso a breve termine che non li penalizzi eccessivamente.

5. Sospendete gli ordini pendenti con i fornitori

A seconda del tipo di attività che gestite, potreste dover sospendere la produzione per un periodo a causa del coronavirus. Se questo è il vostro caso, provvedete a sospendere gli ordini pendenti con i fornitori di materie prime. E se avevate impostato algoritmi di rifornimento automatico, metteteli in pausa finché non saprete di più sull'evolversi dell'emergenza coronavirus. In questo modo, i pagamenti futuri saranno rinviati. Prima siete in grado di disdire o differire gli ordini, meglio è per il vostro rapporto con i fornitori.

6. Tagliate i costi di spedizione

I costi di spedizione possono intaccare i vostri margini; quindi se volete ridurre i costi, vi raccomandiamo quanto segue:

  • Evadete manualmente gli ordini laddove possibile.
  • Fate a meno del packaging sofisticato. Potete ottenere materiali di imballaggio gratuiti con diversi corrieri
  • Usate Shopify Shipping (attualmente disponibile per gli ordini spediti da centri logistici con sede negli Stati Uniti e in Canada). Abbiamo negoziato per voi tariffe competitive con i principali corrieri. Inoltre, potete stampare le etichette a casa o in negozio e pianificare i ritiri direttamente dal pannello di controllo Shopify con UPS e DHL Express.
  • Impostate un'opzione di consegna locale. Quando i clienti risiedono vicino al vostro negozio, potete offrire loro un'opzione di “consegna locale”. Le tariffe per la consegna locale saranno applicate automaticamente al momento del check-out ai clienti di zona.

 7. Fate domanda per le agevolazioni statali

Possibilmente, cercate di evitare di accollarvi nuovi debiti per fronteggiare la crisi causata dal coronavirus. I governi di tutto il mondo stanno mettendo in atto misure di sostegno finanziario a favore delle piccole imprese colpite dalla pandemia COVID-19. Abbiamo pubblicato l'elenco dei programmi istituzionali di agevolazione finanziaria a favore delle PMI e dei piccoli imprenditori, compresi quelli presenti in Italia. Aggiorneremo costantemente l'elenco; e vi incoraggiamo a controllare quali agevolazioni offre il vostro paese, e se avete diritto a usufruirne.

Strategie per incrementare le vendite online

Per la necessità di distanziamento sociale e l'esigenza di lavorare da casa, ora i consumatori trascorrono più tempo online. Perciò vi consigliamo di focalizzarvi sul vostro negozio online e sul marketing digitale, in modo da compensare la riduzione delle vendite offline.

È il momento di ridistribuire le spese di marketing e migliorare l'efficacia delle comunicazioni digitali. Considerate la homepage del sito web come la vostra vetrina. Sfruttate la vostra esperienza di vendita a beneficio di pagine di prodotto e profili sui social media. E non dimenticate i canali pay-per-click, come le reti search e display.

SUGGERIMENTO: Se avete chiuso il negozio fisico, modificate le informazioni della vostra scheda su Yelp e Google My Business in modo da indirizzare i clienti al vostro negozio online.

8. Tenetevi in contatto con i vostri migliori clienti

Circa il 20% dei vostri clienti genera l'80% del vostro fatturato, almeno secondo il principio di Pareto. Perciò valutate di consolidare il rapporto con i vostri clienti più preziosi, per assicurarvi la loro fedeltà a lungo termine.

App come Endear sono al contempo sistemi per gestire le relazioni con i clienti e piattaforme di messaggistica. Mantengono voi e il vostro staff produttivi mentre lavorate in remoto, permettendovi di rimanere in contatto con i clienti via SMS e email. Potrete inviare ai clienti consigli personalizzati e lookbook, con i link per l'acquisto online.

Resta vicino ai clienti con Endear

Per supportare i merchant di Shopify durante l'emergenza coronavirus, Endear offre una prova gratuita di 30 giorni più il 50% di sconto per i prossimi 6 mesi con il codice promozionale: REMOTERETAIL

Prova Endear oggi stesso

Infine considerate di aggiungere la live chat al vostro store per replicare il servizio individualizzato che i clienti sono abituati ad avere in negozio.

9. Adattate le comunicazioni di marketing

Comunicare durante una crisi richiede tatto. In questo periodo, le aziende dovranno tenere presenti le esigenze dei consumatori e rivedere le loro strategie di marketing e pubblicitarie. Questo potrà significare mettere in pausa le campagne di determinati prodotti, o adattare il copy e i contenuti creativi delle inserzioni alla realtà del coronavirus. Ad esempio, sarebbe inadeguato promuovere un brand di valigie con una campagna ispirata al desiderio di viaggiare proprio quando è in vigore un allerta globale per i viaggiatori.

Tuttavia, i brand dovrebbero fare attenzione a non allontanarsi troppo dalla loro messaggistica tipica; o, peggio ancora, a non apparire “opportunisti”. Ecco l'esempio di un brand che ha fatto semplici aggiustamenti al suo messaggio pubblicitario per adeguarlo al sentire comune, pur rimanendo autentico:

View this post on Instagram

WFH can be cute! All available in store + online 🤗

A post shared by Easy Tiger Goods (@easytigergoods) on

East Tiger Goods offre un set di cartoleria in linea con le nuove esigenze del lavoro a distanza.

10. Create “esperienze sociali” sui social media 

In assenza di “esperienze nel mondo reale”, i clienti che sono in auto-isolamento si rivolgono sempre più spesso ai social media per trovare contenuti e opportunità di relazionarsi con gli altri. Quindi le aziende dovrebbero sfruttare in modo creativo la loro presenza sui social media.

Dagli showroom virtuali alle lezioni di yoga in live-streaming, troviamo vari esempi di metodi creativi con cui le aziende si connettono sui canali social con il loro pubblico già fedele.

The Livery Shop
The Livery Shop usa le storie di Instagram per creare un “camerino virtuale”.

11. Offrite la spedizione gratuita o il ritiro e consegna in zona

I costi di spedizione sono una barriera per gli acquirenti online; quindi, se potete, offrite la spedizione gratuita.

Un'altra opzione che avete per evitare i costi di spedizione è consentire ai clienti il ritiro davanti al negozio. In altre parole, i clienti locali possono acquistare un prodotto online e ritirarlo presso il vostro negozio (verificate però di non violare le misure adottate dal Governo).

Altrimenti, offrite un servizio di consegna economico disponibile solo per i clienti che risiedono nella vostra zona.

App raccomandata: Zapiet

12. Estendete i termini per cambi e resi

In considerazione del clima attuale, identificarvi nei clienti e nel loro senso di incertezza può rivelarsi molto utile. Con la chiusura dei negozi, cambi e resi diventano più complicati e ciò rischia di frenare gli acquisti online. Sostanzialmente, gli acquirenti non vogliono dover tenere un prodotto che non gradiscono.

L'estensione dei termini previsti nella vostra policy per resi e cambi durante il periodo del coronavirus può alleviare i dubbi dei compratori e incentivare le vendite online.

Will’s vegan store
Will, il fondatore di Will's Vegan Store, invia ai clienti un'email particolarmente attenta, fornendo loro aggiornamenti commerciali e offrendo un termine di 365 giorni per la restituzione e il cambio della merce.

Revisione della vostra strategia di paid marketing

Il marketing digitale offre molte opportunità per raggiungere i clienti dove si intrattengono online. Ma con la diminuzione delle entrate, può essere il momento giusto per:

  • Riconsiderare il vostro mix di paid marketing.
  • Investire in strategie mirate al massimo ritorno dell'investimento.
  • Sfruttare le opzioni di controllo del budget giornaliero e complessivo disponibili sulle piattaforme di pubblicità a pagamento, per verificare la vostra spesa.

13. Utilizzate il retargeting per raggiungere i clienti

Facebook Ads può aiutarvi a raggiungere nuovi clienti attraverso il pubblico personalizzato. In sostanza, potete fare retargeting su segmenti di pubblico creati con i vostri clienti esistenti o fan sui social media — persone che già conoscono e amano il vostro brand.

Potete caricare un elenco di clienti da Gestione inserzioni di Facebook e utilizzare la piattaforma per coinvolgere i vostri clienti più fedeli. Ad esempio, pubblicizzate i buoni regalo, i pre-ordini o le altre offerte di cui vi abbiamo parlato in questo articolo.

14. Vendete su Instagram 

Nelle ultime due settimane, la influencer agency Obviously ha riscontrato un aumento del 76% nei Like ottenuti giornalmente dai post sponsorizzati su Instagram. Inoltre, ha registrato un aumento del 22% nelle impressioni delle campagne Instagram rispetto all'ultimo trimestre. Con un pubblico così coinvolto, Instagram può rendere il vostro brand più visibile a clienti attuali e futuri. Ecco come procedere:

  • Fate pubblicità a pagamento con le Storie di Instagram. Le video storie sono diventate un ottimo modo per le aziende di creare connessioni più solide e mostrare la personalità del loro brand. Assicuratevi di includere i link dei prodotti, in modo che gli spettatori possano fare acquisti direttamente da Instagram.

15. Raggiungete i clienti che vi cercano con le campagne Shopping intelligenti di Google

Nel periodo del coronavirus alcune pubblicità possono apparire fuori luogo. Invece, è utile la pubblicità mirata solo a chi cerca prodotti come i vostri. Con l'app Google Shopping potete farvi trovare facilmente dagli acquirenti online su YouTube, Google Search e Gmail.

Configurare l'app Google Shopping è piuttosto semplice. Potete sincronizzare i prodotti con il Google Merchant Center, impostare un budget, lasciare che Google ottimizzi la campagna. Dopodiché, i vostri prodotti appariranno quando le persone li cercano nella rete di Google.

AGGIORNAMENTO DA SHOPIFY: I commercianti che non hanno mai fatto pubblicità su Google possono ottenere 100 dollari in credito pubblicitario a fronte di una spesa di 25 dollari. Il credito viene applicato automaticamente una volta creato un nuovo account Google Ads e spesi 25 dollari attraverso la nostra app Google Shopping.

Quali aiuti fornisce Shopify?

Non esitate a contattare il nostro team di assistenza

Il nostro team di assistenza internazionale è operativo 24/7 per supportare i nostri merchant in ogni modo possibile.

Assumete degli Esperti Shopify per far crescere la vostra attività online

Grazie all'aiuto degli Esperti Shopify:

  • Generate traffico sul vostro sito web
  • Create campagne a pagamento sui social media
  • Sfruttate l'email marketing

I buoni regalo sono ora disponibili per tutti i piani

I buoni regalo sono uno strumento efficace per aiutare i negozi che a causa del coronavirus non possono vendere di persona a incrementare la liquidità. Perciò abbiamo reso questa funzione disponibile con tutti i piani Shopify.

Stiamo anche offrendo una prova gratuita di 14 giorni — per agevolarvi nell'allestire e rendere operativo il vostro negozio online.

Quali tra le strategie indicate metterete in atto? Condividete le vostre idee nei commenti. 

Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni

Prenditi il tempo necessario per lanciare il tuo business online e configurare un negozio di ecommerce

Crea il tuo negozio

Articolo originale di Roxanne Voidonicolas, tradotto da Maria Teresa Cantafora.
Argomenti: