Vuoi aprire un negozio online?

L’ingegnosità come risposta ai momenti di stallo: guida per imprenditori

Illustrazione con imprenditori che usano la loro ingegnosità per orientarsi in un labirinto

Se avete scelto di diventare imprenditori, di sicuro siete sempre in movimento… Praticamente inarrestabili!

Ma anche a voi può capitare di trovarvi in una “fase di stallo”.

È una sensazione familiare per chi gestisce un'impresa, soprattutto di questi tempi. Siete a corto di liquidi e dovete ingegnarvi per far fronte alle necessità aziendali? Le vendite un tempo fiorenti hanno subito una battuta d’arresto? La pandemia vi ha costretto a chiudere il negozio? Vi sembra di aver esaurito tutte le opzioni e vi sentite in una strada senza uscita?

Fare impresa è un po’ come orientarsi in un labirinto senza mappa: può capitare di “sbattere contro un muro”.

Ma la buona notizia è che non dovete per forza restare imprigionati in questa situazione. È proprio nei momenti di difficoltà che si riconoscono i veri imprenditori, quelli che sanno uscire dai problemi grazie alla loro ingegnosità.

In questa guida vedremo cos’è l’ingegnosità e 4 strategie per superare le difficoltà aziendali.

Cos’è l’ingegnosità?

Ognuno ha la sua personale concezione al riguardo.

L’ingegnosità appresa

Per molti ingegnosità significa arrangiarsi con ciò che si ha a disposizione. Ma esiste un concetto che gli psicologi chiamano learned resourcefulness, e cioè “ingegnosità appresa”. Si tratta dell’insieme di abilità e comportamenti che ci permettono di reagire interiormente alle avversità, attivando la nostra mente in cerca di soluzioni.

Le prime ricerche sull'ingegnosità appresa si sono concentrate principalmente sulle forme di autocontrollo:

  1. Dialogo interiore positivo. La negatività porta alla sconfitta ancor prima di iniziare. Molti imprenditori sono implacabilmente ottimisti quanto alle loro ambizioni.
  2. Metodo del problem solving. È indispensabile definire in modo chiaro il problema, esplorare le possibili soluzioni, valutarle, metterle in ordine di priorità e attuare la soluzione migliore. Anziché affrontare i problemi in modo intuitivo, può essere utile seguire un approccio metodico, soprattutto nei momenti di stallo.
  3. Saper rinunciare a una gratificazione immediata. La realizzazione di un obiettivo a lungo termine, come la creazione di un'attività redditizia, spesso richiede un’alta dose di impegno prima di poter gustare i frutti del duro lavoro. Se il vostro progetto è molto ampio, prima di concretizzarlo possono passare dei mesi o addirittura degli anni. Comunque, ciò non significa che dobbiate rinunciare a celebrare le piccole vittorie e gli importanti traguardi raggiunti lungo il cammino.
  4. Autoefficacia. È la convinzione di possedere le abilità necessarie per gestire voi stessi, il vostro ambiente e i vostri obiettivi.

L’ingegnosità sociale

L'ingegnosità appresa si è poi evoluta in “ingegnosità sociale”, che consiste nella capacità non solo di agire efficacemente in prima persona, ma anche di creare connessioni e cercare aiuto dall’esterno.

Abbiamo trattato l’argomento con alcuni imprenditori, ognuno dei quali almeno una volta ha sperimentato quella sensazione di “blocco”. E siamo giunti a una conclusione: per superare i momenti di difficoltà gli imprenditori necessitano di entrambe le forme di ingegnosità, cioè sia di quella “appresa” che di quella “sociale”.



Strategie per superare i momenti di stallo — dall’esperienza diretta di alcuni imprenditori

1. Fermatevi, fate un passo indietro e ritrovate la rotta 🔭

Per molti imprenditori le prime difficoltà non si presentano durante lo sviluppo dell’attività, ma quando le vendite smettono di crescere.

È come scontrarsi con un limite. La sensazione che ne deriva può essere frustrante, soprattutto se i risultati raggiunti sono sotto le aspettative.

Agire è un “antidoto” in questi momenti. Ma è altrettanto importante fermarvi, fare un passo indietro e considerare le cose con più distacco. A che punto siete? Cosa avete fatto sinora? Un bilancio è necessario. Oppure, come osserva Adam di N/A Stock Company:

A volte è necessario girare in tondo per un po' prima di arrivare a capire come costruire una macchina ben oliata.

Adam Libunao, N/A Stock Company

Ingresso nella fase di stallo

Per i primi due anni di attività, io e il mio partner commerciale pianificavamo tutto senza eccessive riflessioni. Facevamo vendite, creavamo nuovi prodotti, coglievamo nuove opportunità, ma tutto su scala molto ridotta. Poi è stato come sbattere contro un muro. Abbiamo trascorso mesi senza creare nuovi prodotti e settimane senza realizzare vendite. Praticamente siamo arrivati a pensare che offrire enormi sconti fosse l'unico modo per vendere.


Uscita dalla fase di stallo

Solo dopo aver fissato gli obiettivi per l'intero anno abbiamo finalmente ingranato la giusta marcia. Quel momento di crisi ci è stato necessario per capire gli errori commessi e i passi da compiere in futuro. Ci ha dato modo di studiare i desideri dei nostri clienti, correggere ciò che non funzionava, valutare gli aspetti da migliorare e stabilire un obiettivo di vendite realistico.

Partendo dal nostro obiettivo annuale, abbiamo suddiviso il progetto in periodi di 6 settimane. Questo nuovo approccio ci ha aiutato a prendere più seriamente le cose e ha rivoluzionato la nostra attività. Siamo passati dall'avere troppe scorte a doverci rifornire più spesso! Le vendite si sono triplicate, la nostra intesa è migliorata, tutto è diventato più semplice e abbiamo iniziato a divertirci di nuovo. Eravamo finalmente una macchina ben oliata.

— Adam Libunao, N/A Stock Company

Per Adam subire una battuta d’arresto è stato fondamentale. Gli ha permesso di riscrivere il business plan in base all’esperienza acquisita, raccogliere le idee, orientare tempo e sforzi nella giusta direzione e focalizzare la strada da percorrere per il lancio di nuovi prodotti.

Se vi riconoscete nella sua esperienza, potete utilizzare la nostra dettagliata guida per scrivere un business plan. Vi permetterà di considerare ogni aspetto della vostra attività, a partire dalla mission fino al posizionamento sul mercato. Seguendo le nostre indicazioni potrete fissare obiettivi ambiziosi ma realistici e individuare il modo migliore per raggiungerli.

Consulta la guida

Una caratteristica tipica degli imprenditori è sapersi assumere dei rischi. Tuttavia, pianificare è molto utile. Mettendo per iscritto i vostri pensieri riuscirete a stabilire con precisione gli obiettivi da perseguire. Non solo, ma identificherete più facilmente il migliore percorso per raggiungerli — magari creando una strategia per i prezzi redditizia, delegando per avere più tempo a disposizione o assicurandovi dei capitali per crescere.

2. Cercate su Google (raramente i problemi sono unici) 🕵️‍♀️

In un mondo con oltre 7 miliardi di persone (di cui oltre un milione che usa Shopify), è improbabile che siate i primi ad aver incontrato un certo tipo di problema. E questo può essere rassicurante.

Probabilmente altri imprenditori prima di voi si sono posti le domande che vi assillano e hanno superato gli ostacoli che vi affliggono.

Risposte e soluzioni sono spesso a portata di mano con una semplice ricerca su Google.

Il motore di ricerca più popolare al mondo è un buon punto di partenza per trovare le risposte che vi occorrono. Ma esistono alcuni trucchi che possono essere utili soprattutto agli imprenditori.

Trucchi per una ricerca mirata:

  • Mettete una parola o una frase tra virgolette per far filtrare a Google solo le corrispondenze esatte di quella parola o frase chiave (es. benessere “guida regali Natale 2019” se volete trovare guide regalo dell’anno precedente a cui ispirarvi per promuovere i vostri prodotti per il benessere).
  • Scrivete “site:” davanti a un sito o a un dominio (senza utilizzare spazi tra il simbolo e il termine di ricerca) per cercare in un sito specifico. È utile per cercare rapidamente risposte nei forum come Reddit o Quora (es. site:reddit.com influencer marketing per ecommerce).
  • Non dimenticatevi di YouTube, soprattutto se siete portati all’apprendimento visivo. La piattaforma non contiene solo video musicali e di intrattenimento, ma è nota soprattutto per le sue video guide o “tutorial”.
  • Alcune parole chiave possono arricchire i risultati della vostra ricerca, per esempio case study per trovare esempi reali da cui imparare (es. case study facebook ads beauty brand -facebook.com). Oppure vs. per confrontare tra loro due soluzioni se siete indecisi su quale usare (es. “sms marketing vs. email marketing”). Se la vostra ricerca dà risultati irrilevanti, potete aggiungere il segno - prima di una parola chiave specifica, per escluderla dai risultati di ricerca.
  • Cercate soluzioni nell’App Store di Shopify. Al suo interno sono presenti migliaia di soluzioni progettate appositamente per gli imprenditori che usano Shopify. Qualsiasi sia il vostro problema — dalla creazione di una semplice tabella taglie all’incremento del tasso di conversione — è probabile che qui troviate un’app Shopify gratuita o a pagamento per risolverlo.

Esempio ricerca Google

3. Ispiratevi alla concorrenza 👀

Il confronto non deve togliervi serenità. Può invece aiutarvi a imparare.

Osservando i vostri concorrenti potete trovare idee su come generare traffico, determinare il prezzo dei prodotti, posizionare il vostro brand e molto altro.

Una semplice visita al sito di un competitor tuttavia non vi dirà molto. Ecco tre metodi gratuiti per svelare e osservare dall’interno i meccanismi e le soluzioni operative di altre aziende:

1. Analizzate le strategie di mercato con SimilarWeb

Esistono centinaia di metodi per promuovere un brand e l’approccio migliore dipende molto dal contesto. Ma uno dei punti da cui partire è senza dubbio l’analisi della concorrenza.

SimilarWeb è uno strumento gratuito che vi consente di collegarvi al sito web di un concorrente affermato per vedere come genera traffico. A quali fonti si affida per il traffico? Quali siti web contengono link che indirizzano al sito? Quali sono altre aziende nello stesso settore? Tutte queste informazioni possono esservi utili per decidere dove concentrare i vostri sforzi.

Analisi del traffico Similar Web

2. Verificate le inserzioni pubblicitarie dei competitor con la Libreria Inserzioni di Facebook

Se copywriting, marketing e design non sono il vostro forte, creare annunci su cui puntare può sembrarvi complicato.

Sotto questo aspetto può esservi molto utile la Libreria Inserzioni di Facebook. Questo strumento vi permette di verificare le campagne attive di altre aziende, in modo da ispirarvi al loro design e copywriting o al contrario trovare degli elementi per distinguervi.

Libreria inserzioni di Facebook per confrontare le inserzioni

3. Controllate le strategie di email marketing dei concorrenti con MailCharts

L'email marketing è indispensabile per la maggior parte delle aziende di ecommerce. Ma al momento di impostare le vostre campagne email potrebbero sorgervi diversi dubbi.

Oltre a inviare singole email promozionali e newsletter, potreste anche impostare comunicazioni automatiche, come promemoria per i carrelli abbandonati o email di benvenuto per i nuovi clienti. Piccoli accorgimenti per aumentare i guadagni della vostra attività, mentre in parallelo lavorate per generare più traffico, iscritti e clienti.

Ma dal momento che le email sono visibili solo all’interessato, le strategie di email marketing possono risultare di difficile comprensione.

Con MailCharts (in versione gratuita) siete in grado di vedere le email spedite ai clienti dalle varie aziende. Potete acquisire degli spunti utili verificando la frequenza di invio, l’oggetto delle email e la strategia promozionale dei competitor.

Analisi per email marketing di Mailcharts

C'è anche una galleria con un filtro per cercare le email in base alla tipologia (conferma dell'ordine, Black Friday Cyber Monday, ecc.). Tra l’altro qui le email sono classificate in base all'efficacia.

Il confronto con la concorrenza può diventare il vostro migliore alleato. Se basato su un'approfondita analisi competitiva, vi aiuterà a ottenere una visione d’insieme e a tracciare la strada da seguire. Per posizionare il vostro ecommerce al di sopra della concorrenza partite dall'analisi dei competitor. Create un foglio di lavoro dove annotare i risultati. Tra i punti chiave da confrontare: posizionamento, prezzi, pubblico di riferimento, offerta, vantaggio competitivo, canali di vendita, strategia di marketing, assistenza clienti, spedizioni, numero di prodotti, punti di forza, punti di debolezza, ecc.

4. Non abbiate timore di chiedere aiuto 💚

Essere ingegnosi significa trovare una soluzione — ma non necessariamente da soli. L’ingegnosità sociale viene spesso dimenticata per l’esigenza di dimostrare le proprie capacità personali. In realtà però, avvalersi dell’aiuto di altre persone è una forma di ingegnosità e non un indice di debolezza.

Esistono numerose community e risorse online, molte delle quali gratuite, per connettervi con altri imprenditori o persone con cui consultarvi. Potete anche creare un gruppo mastermind, composto da amici con idee e mentalità simili, pronti a sostenersi a vicenda.

Ecco alcuni metodi per sfruttare l'ingegnosità sociale quando attraversate un momento di stallo:

  • Approfittate dell'assistenza clienti

Quasi tutti gli strumenti che utilizzate per gestire la vostra attività probabilmente offrono un servizio di assistenza clienti che può aiutarvi a risolvere i problemi. Le richieste di assistenza per problemi tecnici possono facilmente concludersi con un suggerimento commerciale di utilità pratica per definire la vostra prossima mossa. Non abbiate mai timore di chiedere. L'assistenza Shopify è sempre disponibile per approfondire temi riguardanti la vostra attività.

  • Partecipate ai meetup virtuali

Fare networking con altri imprenditori può consentirvi di creare le connessioni più preziose. Si tratta di persone come voi, che vi capiscono. Alcune di queste si sono trovate nella vostra stessa situazione — o magari voi vi siete trovati nella loro. La community italiana di Shopify organizza regolarmente degli eventi virtuali, a cui potete partecipare per mettervi in contatto con altri imprenditori come voi.

  • Assumete un esperto

Se siete alle prese con un'area critica della vostra attività, come la progettazione di un negozio o la gestione di campagne pubblicitarie a pagamento, potete contattare un esperto Shopify per farvi aiutare. Potete anche assumere un collaboratore freelance tramite piattaforme come Upwork.

  • Cercate le risposte nei forum

Forum come Reddit e Quora sono ottimi posti dove trovare risposte alle vostre domande. Qui si riuniscono persone con interessi comuni, scambiandosi domande e risposte. Verificate se la vostra domanda è già stata posta. In caso contrario, potete creare un nuovo topic e attendere una soluzione. La community di Shopify è il nostro forum ufficiale per tutti i temi inerenti Shopify.

  • Partecipate alle community online

Esistono molte community online a cui potete partecipare. Non dovete per forza essere attivi, ma è utile anche solo leggere le discussioni. E ogni volta che avete una domanda o volete un feedback su un'idea, potete rivolgervi al gruppo. Provate a cercare su Facebook un gruppo che sia rilevante per voi.

Se riuscite a trovare la community giusta, questa sarà per voi una risorsa utile a lungo termine. Per esempio Lina, titolare di Sooala, ha trovato l’opzione giusta grazie a un bootcamp per imprenditori.

Ingresso nella fase di stallo

Sono entrata in una fase di stallo per la prima volta durante il mio secondo mercatino natalizio. Il primo non era andato molto bene, ma in questo caso nutrivo delle forti speranze, poiché era il periodo appena prima di Natale.

A fine giornata avevo concluso solo una vendita, mentre la ragazza accanto a me — che vendeva gioielli — aveva realizzato centinaia di vendite. Dopo questa esperienza mi sono completamente fermata. Ho trascorso due settimane a chiedermi: “Ma perché ho scelto questa strada?” È davvero dura ricevere subito un riscontro così negativo dai clienti.


Uscita dalla fase di stallo

A sbloccarmi è stato un cambiamento nel mio modo di pensare.

Mi sono convinta a non abbandonare tutto. “È qualcosa a cui tengo veramente. Non possono bastare due tentativi falliti per farmi smettere”.

Dovevo fare qualcosa per sbloccare la situazione. È stato allora che mi sono iscritta a un bootcamp aziendale. Sentivo la necessità di essere circondata da colleghi, da persone sulla mia stessa lunghezza d’onda.

In quell'ambiente ho imparato molto, e sono stata in grado di trasformare la mia idea di business nell’azienda che gestisco oggi. Sono entrata in contatto con imprenditori incredibili. Con alcuni di loro ho addirittura creato delle partnership. Ci sosteniamo a vicenda nei momenti di difficoltà e ci rallegriamo gli uni con gli altri nei momenti di successo. Questo è stato il punto di svolta nel mio cammino e ha rafforzato la mia voglia di fare impresa.

— Lina Ravelojaona, Sooala

Il sostegno non deve per forza provenire da un mentore che vi prende sotto la sua guida. Potete anche trovarlo in una community di imprenditori come voi, dove ci si supporta a vicenda.

5. Considerate di cambiare rotta

Non sempre tutto va secondo i piani. Può emergere una nuova opportunità che la vostra azienda non è pronta a sfruttare. O può venire a mancare all’improvviso un pilastro fondamentale che vi sosteneva, lasciandovi in equilibrio precario.

Un cambio di rotta si verifica quando decidete di alterare il DNA del vostro business per farlo crescere al meglio nelle circostanze presenti.

Ad esempio, cambiare rotta può significare:

  • Rivolgervi a un pubblico diverso, per cercare nuovi clienti (ad esempio, Pizza Pilgrim, una pizzeria costretta a chiudere i battenti, ha iniziato a vendere kit per preparare la pizza online).
  • Cambiare il prodotto in vendita o il vostro posizionamento sul mercato per attirare un certo tipo di clientela (ad esempio, PopSockets aveva iniziato vendendo accessori per le cuffie degli smartphone, prima di distinguersi come produttore di fantasiosi supporti per telefono)
  • Costante aggiornamento della tecnologia aziendale per rimanere al passo con le esigenze dei clienti (ad esempio, Old World Kitchen è passata dalla vendita tramite marketplace a quella nel suo negozio online)

Pensate alle vostre aziende preferite. Con ogni probabilità hanno subito una trasformazione significativa almeno una volta nella loro storia.

Shopify ha iniziato vendendo snowboard e si è trasformata in una soluzione per aiutare le persone a vendere i propri snowboard.

Un cambiamento così drastico può essere rischioso se non sostenuto dalla giusta visione commerciale. Ma per Lily di Lovelee Designs, il cambio di rotta si è reso obbligatorio quando il COVID-19 ha cancellato quella che sarebbe stata un’estate di grande importanza per la sua azienda.

Ingresso nella fase di stallo

All'inizio della pandemia, mi sono trovata in una situazione di stallo. Come stilista di moda specializzata nel design di abiti personalizzati per occasioni ed eventi, non avevo idea di come vendere con il mondo intero in lockdown.

Con diverse sfilate prenotate (di cui una all’estero) avevo in programma un’estate ricca di opportunità. Ma purtroppo, a causa degli effetti del COVID-19, non ho potuto partecipare a nessuno di questi eventi.

A quel punto mi sono chiesta se avrei dovuto tornare a essere una lavoratrice dipendente con il classico orario di ufficio 9-17, o se avrei potuto permettermi di restare imprenditrice per il resto della mia vita.


Uscita dalla fase di stallo

Sono uscita dall’impasse solo quando ho rivolto l’attenzione alle reali necessità del mercato. Quando ho saputo che le mascherine sarebbero diventate presto obbligatorie, ho deciso di imparare a produrle.

Mi sono quindi concentrata su come ottenere nuovi clienti grazie alle mie “mascherine alla moda e sicure” e a un nuovo negozio online. Il risultato? Una forte crescita delle vendite e tanti nuovi clienti per il mio brand.

— Lea-Asha ‘Lily’ Hibbert, Lovelee Designs

Volere è potere

“Volere è potere”. Questo è l’atteggiamento con cui ogni imprenditore dovrebbe affrontare le sfide e gli imprevisti. Ma alcuni ostacoli rischiano davvero di distogliervi dal vostro percorso.

Sentirvi a un punto morto è una sensazione orribile. Ma può essere immensamente appagante capire come uscirne. Mettere in campo la vostra ingegnosità per raggiungere gli obiettivi tra l’altro può anche servire a non lasciarvi abbattere la prossima volta che incontrerete delle difficoltà.

Pensate a un momento di stallo per la vostra attività commerciale che avete superato con l'ingegnosità. Quale difficoltà avete incontrato? Come siete riusciti a uscirne? Raccontateci com’è andata nei commenti qui sotto.


Illustrazione di Eugenia Mello.
Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.



Argomenti: