Vuoi aprire un negozio online?

IVA ecommerce 2021: tutto quello che c'è da sapere sulle nuove regole europee

IVA ecommerce 2021: tutto quello che c'è da sapere sulle nuove regole europee

L'Unione Europea (UE) sta apportando cambiamenti importanti alle regole sull'imposta sul valore aggiunto (IVA). Queste modifiche, che entreranno in vigore il 1° luglio 2021, avranno un impatto sui negozi che vendono verso altri paesi dell'Unione Europea (vendite a distanza) e sulle aziende extra-UE che esportano beni e merci all'interno dell'UE.

Questi cambiamenti consentiranno ai venditori di snellire le procedure burocratiche e ridurre le operazioni amministrative, e cambieranno il modo in cui i commercianti vendono all'interno dell'UE. Per aiutarvi a comprendere quali azioni intraprendere, ecco una guida pratica sulle nuove regole IVA per ecommerce in vigore a partire dal 1° luglio 2021 e su come aggiornare le impostazioni fiscali del vostro negozio Shopify per essere conformi.

Nuove regole IVA ecommerce 2021: quali sono le novità per i commercianti comunitari che vendono verso altri paesi dell'UE?

I cambiamenti principali hanno un impatto sulle soglie di protezione dell'IVA, sulle regole per gli ordini transfrontalieri, e sulle dichiarazioni fiscali per le imprese comunitarie:

  • Abolizione delle soglie sulle vendite a distanza. Attualmente, i negozi che effettuano vendite transfrontaliere devono registrarsi per assolvere l'IVA in altri paesi dell'UE quando raggiungono la soglia di volume specifica in quel paese. Questa soglia è di 100.000 euro in Germania, e 35.000 euro in Italia e Francia. Il 1° luglio, queste soglie sulle vendite a distanza saranno abolite. I venditori che effettuano transazioni transfrontaliere dovranno applicare l'aliquota IVA del paese di destinazione, a meno che non si applichi la soglia per le micro-imprese.
  • Nuova soglia uniforme in tutta l'UE per le micro-imprese. Le imprese le cui vendite transfrontaliere non superano i 10.000 euro nell'anno solare in corso e in quello precedente possono continuare ad applicare l'aliquota IVA del paese UE di origine, indipendentemente dal paese di destinazione delle merci, e versare l'IVA localmente.
  • One-Stop Shop (OSS). I commercianti possono aderire al One Stop Shop (OSS) per dichiarare e pagare l'IVA su tutte le vendite effettuate verso altri paesi dell'UE. La procedura semplifica la dichiarazione dell'IVA ed evita ai commercianti di aprire una posizione fiscale in più paesi. I commercianti devono presentare una dichiarazione IVA trimestrale tramite lo sportello unico nazionale e tenere i registri di tutte le vendite OSS per 10 anni.

A partire dal 1° luglio 2021, Shopify aggiornerà automaticamente le impostazioni fiscali per addebitare l'aliquota IVA del paese dell'acquirente per le vendite all'interno dell'UE. I commercianti con sede nell'UE che rientrano nella soglia uniforme in tutta l'UE per le micro-imprese e che desiderano continuare ad addebitare l'IVA in base all'aliquota del proprio paese, dovranno aggiornare manualmente le impostazioni fiscali.

Coloro che non rientrano nella soglia uniforme in tutta l'UE per le micro-imprese avranno la possibilità di presentare una singola dichiarazione IVA per tutte le transazioni UE (dichiarazione One Stop Shop), o inviare una dichiarazione IVA separata per ogni paese dell'UE in cui vengono effettuate le spedizioni. Aggiornate le impostazioni fiscali in Shopify in base alla scelta che ritenete più conveniente per la vostra attività. Maggiori informazioni sulla nostra pagina dedicata del Centro Assistenza: Informazioni fiscali di riferimento per l'UE.

Aggiorna le impostazioni fiscali

Quali sono i cambiamenti per le aziende extra-UE che esportano merci verso l'UE?

Per le imprese extracomunitarie, i principali cambiamenti riguardano la soglia IVA e la dichiarazione delle operazioni:

  • Tutti gli ordini spediti nell'UE sono ora soggetti a IVA. Fino al 1° luglio 2021, i clienti ubicati all'interno dell'UE che acquistavano beni spediti da un paese extra-UE con valore totale inferiore a 22 euro erano esenti dal pagamento dell'IVA. Dal 1° luglio 2021, gli acquirenti dovranno pagare l'IVA su tutti gli acquisti, a prescindere dal valore. Se l'importo dell'acquisto supera i 150 euro, oltre all'IVA, dovranno anche essere versati dazi e spese di sdoganamento. I commercianti che spediscono prodotti agli acquirenti nell'UE da un paese extra-UE di valore inferiore a 150 euro possono aderire al regime Import One-Stop Shop (IOSS) per adempiere in anticipo a questi oneri e semplificare l'esperienza di acquisto. Se i commercianti scelgono di non riscuotere l'IVA sulle esportazioni alla fonte, quest'ultima dovrà essere pagata dal cliente al corriere al momento della consegna.
  • Import One-Stop Shop (IOSS). I commercianti che scelgono di riscuotere l'IVA sulle vendite inferiori a 150 euro possono utilizzare il nuovo regime IOSS (Import One Stop Shop) per presentare una singola dichiarazione IVA mensile di tutte le esportazioni di basso importo verso l'UE. L'adesione al regime IOSS è facoltativa. I commercianti extra-UE che scelgono di utilizzare IOSS potrebbero dover nominare un rappresentante fiscale.

A partire dal 1° luglio 2021, Shopify aggiornerà automaticamente le impostazioni fiscali per addebitare l'aliquota IVA del paese dell'acquirente per le vendite all'interno dell'UE. I commercianti con sede nell'UE che rientrano nella soglia uniforme in tutta l'UE per le micro-imprese e che desiderano continuare ad addebitare l'IVA in base all'aliquota del proprio paese, dovranno aggiornare manualmente le impostazioni fiscali.

Coloro che non rientrano nella soglia uniforme in tutta l'UE per le micro-imprese avranno la possibilità di presentare una singola dichiarazione IVA per tutte le transazioni UE (dichiarazione One Stop Shop), o inviare una dichiarazione IVA separata per ogni paese dell'UE in cui vengono effettuate le spedizioni. Aggiornate le impostazioni fiscali in Shopify in base alla scelta che ritenete più conveniente per la vostra attività. Maggiori informazioni sulla nostra pagina dedicata del Centro Assistenza: Informazioni fiscali di riferimento per l'UE.

Tutti gli ordini spediti nell'UE sono ora soggetti a IVA: se spedite prodotti nell'UE da paesi extra-UE e desiderate addebitare l'IVA sugli ordini fino a 150 euro, dovrete aggiornare le impostazioni fiscali inserendo il codice identificativo Import One Stop Shop, che vi permetterà di presentare un'unica dichiarazione IVA per tutte le vendite effettuate nell'UE.

Aggiorna le impostazioni fiscali

Domande frequenti

1. Come posso registrarmi per il regime OSS?

Ogni stato membro dell'UE avrà un portale online dove sarà possibile registrarsi. Questa registrazione una tantum vi permetterà di vendere ai clienti in altri stati dell'UE dove non avete una presenza fisica senza necessità di aprire una posizione IVA locale. In Italia, le aziende già iscritte al MOSS verranno automaticamente registrate al nuovo sistema OSS a partire dal 1° luglio.

2. In quale paese dell'UE devo registrarmi per il regime OSS?

I commercianti dell'UE devono registrarsi nel paese in cui sono stabiliti. I commercianti extracomunitari devono in linea di principio registrarsi nel paese in cui si trovano le merci al momento della spedizione o del trasporto. Se le merci vengono spedite da più paesi UE, il commerciante extra-UE può scegliere il paese in cui registrarsi.

3. Quali sono gli adempimenti richiesti per il regime OSS?

Se aderite al regime OSS, dovrete:

  • Applicare l'aliquota IVA dello stato membro in cui i beni sono spediti o dove i servizi sono tassabili;
  • Riscuotere l'IVA dall'acquirente sulle vendite a distanza intracomunitarie di beni o sulle prestazioni di servizi;
  • Presentare una dichiarazione IVA trimestrale elettronica attraverso il portale OSS dello stato membro in cui siete registrati per l'OSS;
  • Effettuare un pagamento trimestrale dell'IVA dichiarata nella dichiarazione IVA allo stato membro in cui siete registrati per l'OSS;
  • Tenere traccia di tutte le ricevute di vendita OSS ammissibili;
  • Inserire il vostro identificativo OSS nelle impostazioni fiscali del negozio Shopify;

4. Perché dovrei registrarmi per l'OSS come commerciante UE?

Registrarsi per l'OSS semplifica la procedura di dichiarazione dell'IVA sulle vendite transfrontaliere e vi consente di evitare la registrazione multipla in più paesi.

5. La soglia IVA si applica agli importi con tasse incluse o escluse?

La soglia di 150€ è al netto delle tasse e riguarda solo il valore della merce (esclusi i costi di trasporto e assicurazione, a meno che non siano inclusi nel prezzo e non siano indicati separatamente in fattura).

6. Perché dovrei registrarmi per IOSS come commerciante extra-UE che vende nell'UE?

Per i commercianti che scelgono di riscuotere l'IVA sulle spedizioni di basso valore verso gli acquirenti nell'UE, IOSS consentirà la presentazione di un'unica dichiarazione. Inoltre, le merci importate saranno probabilmente trattate più velocemente dalle autorità doganali o lasciate passare senza alcuna ispezione. Senza IOSS, le spedizioni potrebbero essere fermate alla frontiera per controlli aggiuntivi che potrebbero causare ritardi nella consegna e/o ulteriori spese di sdoganamento.

7. Non sono sicuro di come i recenti cambiamenti dell'IVA ecommerce UE impattino la mia attività. Cosa dovrei fare?

Se non siete sicuri di come questi cambiamenti impattino il vostro business, contattate un consulente fiscale o consultate le pagine dedicate sul sito dell'Agenzia delle Entrate e della Commissione Europea.

8. Shopify è un marketplace online o una piattaforma facilitatrice?

Shopify non è né un marketplace online né una piattaforma facilitatrice.

NOTA: Questo articolo può contenere delle semplificazioni e non è in alcun modo da intendersi come una consulenza legale, né instaura alcun tipo di relazione avvocato-cliente. Rivolgetevi a un professionista per informazioni specifiche relative alla vostra situazione.



Argomenti: