Vuoi aprire un negozio online?

Lavorare da casa: 10 idee creative (e qualche consiglio)

Lavorare da casa

Ora è una necessità, ma lavorare da casa è qualcosa che prima o poi tutti abbiamo sognato di fare.

Poter lavorare negli orari stabiliti da noi, stare tutto il giorno in pigiama, godere della libertà di fare ciò che vogliamo, quando vogliamo.

In pratica: avere maggior flessibilità. 

Non tutte le professioni offrono la possibilità di lavorare da casa, per questo abbiamo stilato una lista con 10 idee per lavori da remoto e qualche consiglio per migliorare la produttività dal proprio ufficio casalingo. 

10 idee per lavorare da casa seriamente

1. Lavorare come copywriter

lavorare da casa: copywriting

Ogni giorno centinaia di migliaia di contenuti vengono pubblicati da profili di tutte le entità: dal micro influencer con meno di 1000 follower al grande brand multinazionale, tutti sono a caccia di contenuti sempre nuovi. 

Il content writing si rivela così un’ottima opportunità per lavorare online da casa. Tutto ciò che occorre è un computer, una buona connessione internet e molta creatività.

Per iniziare, occorre creare un proprio portfolio di articoli e contenuti. Il modo migliore per trovare i primi clienti è affidarsi a siti come Fiverr ormai molto popolari e utilizzati non solo all’estero ma anche qui in Italia.  

Spesso il concetto di copywriting è legato alla SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Se si vuole lavorare da casa come copywriter, è consigliabile documentarsi, seguire corsi e leggere qualche libro sul tema in modo da acquisire almeno le basi. 

2. Avviare un negozio online in dropshipping

lavorare da casa: dropshipping con Shopify

Il dropshipping è un modello di business che vi consente di gestire un ecommerce senza magazzino né l’incombenza delle spedizioni. Questo è possibile grazie alla presenza di un fornitore esterno il quale gestisce l’inventario in totale autonomia. 

Sicuramente è un buon punto di partenza per chi vorrebbe avviare un negozio online ma non sa che prodotti vendere o, più semplicemente, vuole fare esperienza nell’ecommerce management ma senza investire capitali enormi. 



3. Lavorare come traduttore da casa

lavorare da casa: traduzione

Se conoscete più di una lingua in modo fluente, lavorare come traduttore da casa è l’opzione ideale. Attenzione, però, parlare una o più lingue non significa necessariamente essere in grado di trasportare uno stesso concetto da una cultura ad un’altra. Per questa ragione, occorre fare dei corsi e tanta esperienza sul campo.

Per iniziare a lavorare come traduttore online e creare il proprio portfolio clienti è consigliabile affidarsi a siti come TextMaster. Anche investire in canali social - in particolare LinkedIn - è un ottimo modo per trovare nuovi clienti e fare esperienza nel settore. 

4. Creare un podcast

lavorare da casa: creare un podcast

L’interesse per i podcast in Italia è sempre più alto: ce lo dicono le statistiche sull’ascolto e anche il crescente numero di ricerche sul web. Quello che all’inizio era sembrato un trend temporaneo si è ora entrato a far parte della quotidianità di centinaia di migliaia di utenti. 

Creare un podcast è dunque un’idea creativa e originale per lavorare da casa seriamente. 

Podcast su Google Trends: un interesse in crescita

Occorre fare un investimento iniziale per acquistare un microfono di qualità, un filtro anti-pop e delle cuffie. Un altro costo da sostenere è sicuramente quello della piattaforma per lo streaming e per l’hosting delle puntate. 

L’entrata principale di podcast è l’affiliate marketing, ma è anche possibile avere dei guadagni extra attraverso la pubblicazione di contenuti premium accessibili solo tramite abbonamento, la creazione di un account Patreon per il crowdfunding… insomma, le possibilità di lavorare da casa creando podcast sono molte. 

5. Lavorare da casa confezionando oggetti

lavorare da casa confezionando oggetti per la spedizione

Con il boom dell’ecommerce - soprattutto in seguito alla pandemia - sono sempre di più i pacchi spediti ogni giorno. Basti pensare che solo negli Stati Uniti il servizio postale nazionale consegna ogni giorno 500 milioni di pezzi tra lettere e pacchi. 

Supportare una piccola-media impresa nel confezionamento degli oggetti è un qualcosa che si può svolgere comodamente da casa e che consente di arrotondare lo stipendio con un’entrata extra a fine mese.

6. Avviare un ecommerce con il Print-on-Demand

lavorare da casa: avviare un negozio con il Print-on-Demand

Per avviare un ecommerce sono molte le opzioni a disposizione: abbiamo già parlato di dropshipping, ora passiamo al modello Print-on-Demand

In pratica, consiste nel vendere oggetti white label con un design personalizzato. Il grande vantaggio della stampa su richiesta è che, come dice il nome, non è necessario avere un magazzino: il prodotto viene creato e spedito sul momento dal proprio fornitore. 



Questo modello di business è perfetto soprattutto per artisti e designer che vogliono proporre le proprie opere in forma di gadget e oggetti d’uso quotidiano. 

7. Lavorare come grafico da casa

lavorare da casa come grafico

La maggior parte delle professioni che prevedono l’uso di un computer può essere svolta da casa: il lavoro di grafico non fa eccezione. 

I lavori più richiesti sono sicuramente legati ai social: dalle grafiche per Facebook Advertising al design per i post su Instagram. Tutto ciò che vi occorre è un buon computer con scheda grafica dedicata, una tavoletta grafica e un software in stile Adobe Illustrator o InDesign. 

Creare il proprio portfolio lavorando come grafico è molto semplice. Ad esempio, si può partire dalla creazione di un profilo Instagram che faccia da vetrina per i nostri servizi e aumentare poi i follower pubblicando contenuti interessanti per il target a cui ci vogliamo rivolgere. 

8. Recensire siti web

lavorare da casa recensendo siti web

Negli ultimi anni gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono andati tutti verso un’unica direzione: migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e ridurre il tempo tra domanda e risposta. Questo si è tradotto nella pratica con un miglioramento della qualità non solo dei contenuti ma anche del contenitore, ovvero il sito web. 

Recensire siti web e fornire un feedback alle aziende sulla user experience può essere così un modo per lavorare da casa e arrotondare lo stipendio. Ci sono diversi siti che pagano gli utenti per navigare siti web e dare un’opinione, il più grande e noto è UserTesting.

Molti siti di recensioni richiedono un test iniziale per verificare che i potenziali collaboratori abbiano un minimo di esperienza per poter dare un feedback completo e approfondito ai loro clienti.

9. Lavorare come data entry da casa

lavorare da casa: inserimento dati

Dopo interi decenni trascorsi sul carta e penna, tantissime realtà (anche locali come gli Archivi di Stato) stanno cercando di digitalizzare documenti e dati in proprio possesso. È in questo contesto che nasce e si sviluppa la figura del data entry, una persona che effettua inserimento dati manualmente. 

Se avete un computer e un bel po’ di tempo a disposizione, allora potete lavorare come data entry da casa senza problemi. È possibile trovare offerte di lavoro online sui maggiori siti di job posting. 

10. Lavorare come addetto al customer service

lavorare da casa: customer service

Sempre più persone acquistano online, il numero di ecommerce è dunque in crescita. Un business online per avere successo deve avere un ottimo piano di marketing e un servizio clienti d’eccellenza. Ecco che allora sempre più realtà scelgono di non assumere addetti al customer service ma di affidarsi a professionisti da remoto.

Ci sono diverse modalità per lavorare come addetti al customer service, queste variano a seconda dei canali di comunicazione a disposizione di ogni brand. C’è chi opera attraverso chat dal vivo come Facebook Messenger, altri invece lavorano via mail o offrono una linea telefonica per avere un contatto diretto utente-azienda. 


Come lavorare da casa ed essere produttivi

Lavorare da casa distrazioni

Avete iniziato a lavorare da casa?

Richiede molta disciplina. Costanti distrazioni, faccende domestiche ed il semplice coinvolgimento nelle necessità quotidiane, possono costituire un ostacolo a concentrazione e produttività.

Ma, con l'aiuto dei seguenti trucchi e suggerimenti, sarete in grado di gestire al meglio il lavoro da casa. E saprete come svolgerlo comodamente e in modo produttivo.

Qual è il modo in cui voi lavorate meglio?

Lavorare da casa importanza di un ufficio produttivo

Probabilmente tra noi ci sono persone disordinate, il cui ufficio è perennemente pieno di libri, schizzi, note, dischi rigidi esterni sparsi per la scrivania.

Altri vivrebbero il disordine come un vero incubo. Ma per loro (i disordinati) il caos è segno di un momento di alta produttività.

In quale tipo di ambiente lavorate meglio? Preferite il disordine? C'è organizzazione dietro il vostro disordine?

Non esistono una risposta giusta e una sbagliata, al riguardo. Ma vale certamente la pena di provare ambienti di lavoro diversi, per verificare dove vi troviate meglio.

In tale prospettiva, esaminiamo alcuni metodi universali, validi per i lavoratori di ogni tipologia, per lavorare da casa in modo più produttivo.

1. Tenete separata l'area di lavoro dall'area personale

Lavorare da casa tenere separata area lavoro e area living

È un circolo vizioso. Sovrapporre spazio lavorativo e zona living non è un buon modo per essere produttivi.

Più i "due mondi" tendono a fondersi, infatti, più è difficile distribuire in modo equilibrato il proprio tempo tra l'uno e l'altro.

La difficoltà maggiore sta nel riuscire a lasciare i problemi al lavoro se avete avuto una giornata dura. 

In uno studio riportato dal giornale nazionale canadese The Globe and Mail,

è stato chiesto ai professionisti canadesi quali fossero le loro più grandi distrazioni nel lavorare da casa.

Ecco le prime cinque risposte:

  1. Attenzioni richieste da bambini e famiglia
  2. Impossibilità di accedere alle apparecchiature/strumenti adeguati presenti in ufficio
  3. Desiderio di completare le faccende domestiche
  4. Tentazione di tenere accesa la TV come ‘compagnia’
  5. Mancanza di uno spazio di lavoro adeguato

     

    Vi suona familiare? Probabilmente, nel lavorare da casa, avete già sperimentato una o più di queste problematiche.

    Lavorare da casa solo negli orari stabiliti e senza distrazioni

    Ecco come ovviare al problema: occorre interporre una distinzione netta (fisicamente, o mentalmente) tra spazio di lavoro e spazio di intrattenimento personale. La separazione può consistere sia nel dedicare specifiche fasce orarie al lavoro, sia nel tenere lontane le distrazioni.

    Può essere difficile in un primo momento estraniarvi da situazioni che possono verificarsi in casa, ma è molto importante farlo. Se ne avete la possibilità, provate a prendere una camera da letto libera e a trasformarla nel vostro ufficio, invece che lavorare sul divano in salotto.

    Valutate di: acquistare un separé, se il vostro spazio di lavoro non è una stanza autonoma rispetto all'area dove trascorrete il tempo libero.

    2. Organizzate il vostro disordine per risparmiare tempo

    Lavorare da casa e tenere in ordine

    Avete stabilito di rientrare tra quelli che amano il disordine... Ma perché non cercate di organizzarlo?

    Ecco alcuni passi da fare se pensate che sia giunto il momento di riordinare.

    1. Fate un repulisti delle carte sparse in giro. Radunate eventuali ricevute, note, fogli ecc. e prendete in considerazione anche solo di metterli in una scatola.
    2. Trovate una sistemazione per penne, matite e qualsiasi altro strumento abbiate sulla scrivania.
    3. Fate una pulizia settimanale del desktop, eliminando tutti i file che sono fonte di distrazione o non più utilizzati, assicurandovi di svuotare il cestino del computer.
    4. Liberatevi delle cose da buttare. Se avete vecchie bottiglie d'acqua sulla vostra scrivania, o pacchetti di chewing gum vuoti ovunque, semplicemente, buttateli via.

      Valutate di: utilizzare un distruggidocumenti per sbarazzarvi dei documenti non più necessari. Sarà anche divertente!

      3. Vestitevi bene

      Lavorare da casa e vestirsi per il successo

      Avere un rituale mattutino può aiutare ad aumentare la propria produttività quotidiana. E se si lavora da casa?

      Si può essere tentati di trascorrere la giornata ciondolando in pigiama, bevendo caffè, mangiando snacks e merendine che ci fanno male... Ma tutto questo non è salutare, né per il corpo, né per la mente.

      Prendetevi del tempo per voi, svegliandovi presto e vestendovi come se doveste andare ad una riunione, o in ufficio.

      È un modo per affrontare la giornata con uno spirito davvero diverso.

      Da un esperimento condotto dal team di A Life of Productivity, che ricercava quale tipo di abbigliamento corrispondesse ad un livello superiore di produttività, è emerso quanto segue:

      • I vestiti sono simbolici e hanno grande effetto sul modo in cui ci sentiamo. Le persone hanno la tendenza a circondarsi di oggetti che rinforzano la loro percezione di sé. I vestiti sicuramente non fanno eccezione a questa regola.
      • Più tempo dedichiamo all'apparenza, più siamo motivati a interagire con gli altri. Ciò è particolarmente utile quando l'interagire con più persone ci rende più produttivi. Pensiamo a quando ci si trova ad un evento di networking, o ad una festa.
      • Cambiarsi i vestiti al termine della giornata di lavoro aiuta a staccare quando si è a casa. Contribuisce a separare i due ambiti, tanto più che un crescente numero di aziende adotta un dress code

      Naturalmente, se vi sentite più efficienti a lavorare in pigiama, fatelo pure.

      4. Investite in mobili belli ed ergonomici

      Lavorare da casa e investire in arredi ergonomici

      Ogni tanto potete fare una pausa per sgranchirvi. Ma potreste trovarvi costretti alla scrivania per ore ed ore, quando siete presi dagli impegni.

      Ecco perché è importante investire in mobili ergonomici per il vostro ufficio. Non potete permettervi diminuzioni della vostra produttività e salute, dovute ad uno spazio di lavoro inadeguato.

      Se è possibile, cercate di procurarvi una sedia ergonomica o anche una standing desk. Stare in piedi per un po' di tempo mentre lavorate preserverà la vostra schiena e vi renderà più produttivi.

      Non credete che valga la pena di investire in una buona sedia? Pensateci. Il team di Ergonomics Plus ha rilevato che:

      • L'ergonomia migliora la produttività. Le migliori soluzioni ergonomiche spesso migliorano la produttività. La postazione di lavoro è più funzionale se consente di lavorare con una buona postura, meno sforzo, meno movimenti e raggiungendo migliori altezze ed estensioni.
      • L'ergonomia migliora la qualità. Una postazione non ergonomica porta i lavoratori a sentirsi frustrati e affaticati, e a non svolgere al meglio le loro mansioni. Quando l'attività lavorativa grava eccessivamente sul lavoratore dal punto di vista fisico, egli non è in grado di svolgere il lavoro secondo gli standard per cui è stato addestrato. Ad esempio, un dipendente potrebbe non stringere una vite abbastanza per la molta forza richiesta, il che potrebbe creare un problema nella qualità del prodotto.

       

      Valutate di: fare una rapida ricerca sul vostro negozio di mobili online preferito, per trovare la soluzione ergonomica che fa al caso vostro.

      5. Sappiate quando è giunto il momento di staccare

      Lavorare da casa

      Restiamo ammirati nel sentir parlare di imprenditori che hanno raggiunto i loro obiettivi lavorando a lungo e fino a tardi. Una cosa che spesso non viene detta, però, è che queste persone dedicano del tempo a se stesse.

      Sanno quando smettere e quando staccare la spina.

      È importante sapere che non c'è nulla di male nel prendersi una pausa. Potete guardare la TV qualche ora. Potete fare ciò che volete e quando volete, se sentite di meritarlo.

      Il team di Becoming Minimalist ha individuato alcune ragioni convincenti per spiegare perché è importante staccare la spina.

      • Svagarsi dal lavoro aiuta a cancellare i sentimenti malsani come gelosia, invidia e solitudine.
      • Prendersi una pausa di relax combatte la paura di perdere.
      • La vita ci offre cose meravigliose.
      • Staccare la spina è rigenerante.

         

        Quindi ok, concedetevi pure una maratona del vostro nuovo programma preferito su Netflix. Rispolverate il tappetino da ginnastica e iniziate a fare yoga. Fate qualunque cosa vi piaccia!

        Ma fatelo solo dopo aver svolto il vostro lavoro giornaliero. Un modo semplice per segnare la conclusione di una giornata lavorativa è  Un modo semplice per segnare la conclusione di una giornata lavorativa è usare un bullet journal (qui il sito ufficiale dedicato al metodo. In inglese). Qui, potrete documentare quello che avete raggiunto durante la giornata ed impostare i vostri obiettivi per il giorno successivo. Compilarlo ogni sera è un'attività produttiva con cui poter chiudere la giornata di lavoro.

        Lavorare da casa

        Idee per lavorare da casa

        Riassumendo, ecco le 10 idee per lavorare da casa di cui abbiamo parlato in questo articolo: 

        1. Lavorare come copywriter
        2. Avviare un negozio online in dropshipping
        3. Lavorare come traduttore
        4. Creare un podcast
        5. Lavorare da casa confezionando oggetti
        6. Avviare un ecommerce con il Print-on-Demand
        7. Lavorare come grafico
        8. Recensire siti web
        9. Lavorare come data entry
        10. Lavorare come addetto al customer service

        E i 5 consigli per migliorare la produttività da casa: 

        1. Tenere separate area di lavoro e area personale
        2. Organizzare il disordine
        3. Vestirsi bene
        4. Investire in una postazione di lavoro ergonomica
        5. Imparare a staccare da lavoro e disconnettersi

        Conclusione

        Abbiamo scoperto 10 idee per lavorare da casa e 5 modi per restare produttivi anche nel proprio home office. Ed ora, è il momento per mettersi all'opera! Adattarsi a questi nuovi metodi di lavoro può richiedere del tempo, ma ripaga davvero, nel lungo periodo.

        Condividete nei commenti qui sotto quali fra questi metodi funzionano per voi, o se avete altre idee per lavorare da casa!

        Domande frequenti su come lavorare da casa

        Per lavorare da casa c'è bisogno della partita iva?

        Sì, se lavorate come liberi professionisti. Se siete dipendenti e lavorate solo per la vostra azienda allora la risposta è no.

        Cosa si può fare in casa per guadagnare?

        È possibile guadagnare da casa in molti modi: creando e vendendo prodotti artigianali, offrendo consulenze, avviando un'attività in proprio, dando lezioni online...

        Quanto si guadagna lavorando da casa?

        Dipende dal tipo di attività svolta e dal tempo a disposizione. Attività come recensire siti web possono portare da qualche decina a qualche centinaio di euro al mese, un ecommerce può portare anche migliaia di euro.

        Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni

        Prenditi il tempo necessario per lanciare il tuo business online e configurare un negozio di ecommerce

        Crea il tuo negozio

        Articolo originale di Tucker Schreiber, tradotto da M.T. Cantafora.
        Argomenti: