Convertire in clienti gli iscritti alla newsletter

Convertire in clienti gli iscritti alla newsletter

Chapter 6 email marketing guideConvertire in clienti gli iscritti alla newsletter. Creare offerte irresistibili, facendole pervenire ai vari segmenti di pubblico al momento giusto e nel posto giusto.

Avere degli iscritti alla propria newsletter consente di stabilire dei contatti a fini commerciali. Tuttavia, se si vuole che i contatti rimangano attivi, occorre continuare a incentivarli, con sconti o contenuti interessanti.

Non tutti gli iscritti alla nostra newsletter sono pronti ad effettuare acquisti; pertanto, è importante associare alle comunicazioni promozionali una buona quantità di email mirate a coltivare il cliente. Le email per coltivare il cliente devono presentare contenuti idonei a tener vivo l'interesse verso il brand. Invece, i messaggi promozionali sono più orientati alla vendita e spesso contengono espliciti inviti all'acquisto. Ma partiamo dall'inizio.

L'anatomia di una buona email

Ogni giorno vengono inviate e ricevute miliardi di email. Per cui, è importante prendersi il tempo per elaborare messaggi che risaltino rispetto alla massa. Di seguito sono riportati 5 elementi chiave da considerare nel creare le proprie comunicazioni.

Formato

Sempre più destinatari al giorno d’oggi aprono le email su dispositivi mobili, smartphone o tablet. È fondamentale, quindi, che le vostre email siano in grado di adattarsi automaticamente alle dimensioni dello schermo su cui vengono visualizzate. Le migliori piattaforme di email marketing forniscono anteprime e test di funzionalità, consentendo di visualizzare le email su desktop e mobile.

Oggetto

Nell'email marketing, l'oggetto è il primo vero punto di contatto con l'utente. È l'elemento che può spingere il destinatario ad aprire l'email. Il compito a cui deve assolvere - è bene ricordarlo - non è quello di convincere il destinatario a visitare il vostro blog o ad acquistare un nuovo prodotto. Bensì, l'oggetto ha l'obiettivo di invogliare il destinatario ad aprire la vostra email. Tutto qui! Può sembrare facile. In realtà, riuscire a distinguersi dalla massa può essere una vera sfida.

  • Mantenete l’oggetto entro un massimo di 50 caratteri.
  • Siate più esaurienti e specifici possibile.
  • Utilizzate eventuali riferimenti locali, familiari al destinatario.
  • Il termine "gratuito" spesso attira l’attenzione dei filtri antispam. Provate invece ad utilizzare frasi come "percentuale di sconto" o "solo per questa settimana".
  • Quando possibile, inserite come mittente il nome di una persona piuttosto che il nome di un'azienda.

Contenuto del testo

Siate concisi e curate l'aspetto grafico. Innanzitutto, assicuratevi che il destinatario capisca il vantaggio che può ottenere, che si tratti di un'ottima offerta o di contenuto istruttivo di qualità. Utilizzate illustrazioni solo se aggiungono valore alla vostra email (evitate GIF divertenti e scegliete invece immagini professionali del prodotto). Un'analisi dettagliata di HubSpot mostra che, malgrado il pubblico affermi di gradire le email con immagini, sono le email di testo a funzionare meglio. Per modificare la dinamica visiva delle email, utilizzate gli elenchi puntati, piuttosto che le immagini. Provate a mantenere l’elenco puntato entro le 3 voci; altrimenti, correte il rischio di sovraccaricare l'utente di informazioni superflue.

Invito all'azione

Ora che il destinatario ha aperto la vostra email, comprende i possibili vantaggi e dispone di alcuni dettagli, è giunto il momento di spronarlo ad agire. Nel contenuto potete inserire più concetti, ma è fondamentale che il focus sia sull'azione primaria che desiderate venga effettuata dal destinatario. Troppi inviti ad agire possono distrarre e confondere. Ecco alcuni altri punti da tenere a mente:

  • Quando possibile, utilizzate un pulsante grafico invece di un semplice collegamento di testo.
  • Utilizzate un testo che richiami l’idea di azione e di urgenza; ad esempio: "Scarica ora", "Inizia oggi", "Continua a leggere".
  • Rendete visibile la vostra call to action all'inizio dell’email, piuttosto che far scorrere troppo testo ai destinatari.

Per portare l'utente direttamente al processo di pagamento, utilizzate il Buy Button per email di Shopify. Si tratta di un'ottima strategia per le offerte con una scadenza, o quando si cerca di creare un senso di urgenza. Le email commerciali con il pulsante di acquisto possono costituire un'opzione più attraente rispetto al semplice invito al destinatario a saperne di più.

Giorno e ora

Numerose analisi svolte da MailChimp e HubSpot hanno indicato che la maggior parte delle email vengono aperte a metà mattina, nei giorni feriali. Oltre a questa regola generale, è importante imparare a conoscere il proprio pubblico, identificandone le caratteristiche attraverso dei test.

Tenete presente l'occupazione della maggior parte del vostro pubblico; ad esempio, durante il giorno, gli insegnanti non saranno in grado di accedere alla propria casella di posta tanto spesso quanto un operatore di marketing. È inoltre importante ricordare il fuso orario degli iscritti alla propria newsletter. Se anche inviate le email nell'orario giusto per voi, per il destinatario potrebbe essere notte.

Coltivare la mailing list

Quando si inizia ad accrescere la propria mailing list, ci si deve assicurare di restare in contatto con gli iscritti. Certo non vorrete costruire un’ottima lista, per poi non farvi sentire per mesi. Gli iscritti potrebbero non aprire più le email o annullare la registrazione, dimenticando il motivo originario dell’iscrizione alla newsletter.

Se sin dall’inizio inviate email preziose, ricche di contenuti, avete più probabilità che le vostre comunicazioni vengano aperte in futuro, trasformandosi potenzialmente in conversioni.

Avete tre opzioni per mantenere vivo l'interesse degli iscritti alla newsletter, facendoli diventare potenziali clienti.

1. Iscrizione alla Newsletter

Composta da informazioni di settore, blog post di tendenza e aggiornamenti sui prodotti, la newsletter è il modo più semplice per mantenervi in contatto col vostro pubblico. Le vostre email includeranno preferibilmente un insieme di contenuti di alta qualità, non necessariamente legati ai prodotti; il fine ultimo, comunque, è quello di ottenere vendite e conversioni.

Questa opzione è la migliore per le imprese appartenenti ad una nicchia di mercato dove emergono regolarmente novità di cui parlare. Può rivelarsi una buona opzione anche se il vostro contenuto è di attualità o di tendenza. Le vendite potrebbero non trarre un enorme vantaggio dalla newsletter; ma senz’altro vi sarà un beneficio in termini di notorietà e riconoscibilità del brand.

2. Sequenza di "email a gocciolamento"

La seconda tattica è quella di inviare ai membri della vostra mailing list una serie di email, comunemente indicate con l’espressione “drip campaign”. Scritte e progettate in anticipo, queste email vengono inviate automaticamente in un dato arco di tempo; l'intento è quello di predisporre e persuadere il destinatario ad un'azione di acquisto.

All’atto pratico, la sequenza sarà simile alla seguente:

  • Prima email: invio all'iscritto dell'incentivo promesso al momento della sottoscrizione alla mailing list. Può trattarsi di uno sconto, di una guida gratuita, del link a un download, ecc.
  • Seconda email: da inviare dopo 2 o 3 giorni. Si chiede alla persona iscritta un parere sull'incentivo, nel caso in cui non l’avesse ancora usato o se lo fosse dimenticato.
  • Terza email: da inviare dopo alcuni giorni. Si presentano alcuni prodotti e servizi di possibile interesse, sulla base dell'incentivo gratuito ricevuto dall'iscritto.

... E così via. Vi siete fatti un'idea.

Per ottenere migliori risultati, è opportuno bilanciare adeguatamente i contenuti promozionali con quelli informativi. Quanto a frequenza di invio e combinazione dei messaggi, come sempre, eseguite dei test per scoprire cosa funzioni meglio per voi.

3. Feed RSS

La terza opzione è ottima per i proprietari di negozi che creano attivamente contenuti per il loro blog. La maggior parte dei servizi di email marketing consente l'invio automatico di un messaggio alla mailing list ogni volta che viene creato un nuovo post. Ciò utilizzando il feed RSS del blog.

Se create contenuti quotidianamente o più volte a settimana, dovete prestare attenzione ad utilizzare questa opzione, poiché rischiate di sovraccaricare le caselle di posta degli iscritti alla mailing list.

Alcune opzioni del feed RSS consentono di inviare automaticamente un compendio settimanale. Settimanalmente viene inviato alla mailing list un riepilogo dei post degli ultimi 7 giorni. Questa opzione è di gran lunga la migliore, se postate spesso contenuti sul vostro blog.

Invio di email promozionali

L'obiettivo finale dell’email marketing è quello di aumentare vendite ed acquisti abituali nel proprio negozio. Quindi, raccolti gli indirizzi ed alimentata la propria lista, è il momento di iniziare a inviare messaggi promozionali, per invogliare gli iscritti a comprare. Shopify consente di incorporare dei pulsanti di acquisto nelle proprie email promozionali, per portare i clienti direttamente dall'email al pagamento. Meno clic sono necessari, più è probabile che i clienti facciano acquisti.

Ecco alcune idee di email da poter inviare per commercializzare i vostri prodotti e servizi.

Nuovi prodotti e servizi

Avete nuovi prodotti o funzionalità da promuovere? La vostra mailing list è un ottimo veicolo per spargere la voce. Gli annunci sulle novità mantengono aggiornati gli iscritti. E poi, la prospettiva di qualcosa di nuovo è sempre elettrizzante.

Email di sconto

Queste email sono dirette e vanno dritte al punto: il loro unico scopo è quello di rendere note le vostre offerte agli iscritti. Ogni volta che mettete un prodotto in offerta o progettate dei saldi, è consigliabile informare gli iscritti alla newsletter; soprattutto se siete riusciti a costruire una buona relazione con loro.

Sconti solo per gli iscritti

Nell'invio della normale newsletter, o anche nell'ambito di una speciale drip campaign, potete sempre includere codici sconto esclusivi per gli iscritti, in modo tale da aumentare la loro motivazione a fare un acquisto. Offrire una sensazione di esclusività e di appartenenza è un ottimo modo per introdurre una componente emotiva nella vostra strategia di marketing.

Per la vostra “offerta esclusiva”, potete creare un unico codice sconto utilizzabile infinite volte; rendetelo però disponibile solo per un arco di tempo ristretto. Se lo fate, assicuratevi di menzionare nella email la scadenza del codice sconto. Questo tipo di offerta a tempo limitato crea un senso di urgenza, incoraggiando gli iscritti ad acquistare subito, senza rimandare.

Bodybuilding(bodybuilding.com)

Promozioni festive e stagionali

Una forma più tradizionale di email marketing è quella che prevede la notifica agli iscritti delle offerte speciali riguardanti le imminenti festività o uno specifico periodo dell'anno. Potreste voler informare gli iscritti alla newsletter su sconti per il Black Friday, saldi post-natalizi o svendite stagionali. Inoltre, è possibile ricordare ai clienti l'arrivo di festività come la festa della mamma, o San Valentino.

Benetton San Valentino

(Benetton)

Concorsi e omaggi sui social media

Una mailing list può anche essere sfruttata per dare una bella spinta alla vostra presenza sui social media.

Supponiamo, per esempio, che abbiate investito in pubblicità per guidare il traffico verso una pagina di destinazione e costruire la vostra mailing list, senza avere ancora molti follower.

Per raggiungere l’obiettivo di aumentare il vostro pubblico sui social media, potete lanciare un'iniziativa a premi. Una volta che il contest è avviato, inviate un'email ai vostri iscritti; fate sapere loro che possono accedere al sorteggio per un prodotto gratuito o un buono regalo. E questo, mettendo un like alla vostra pagina di Facebook o su un'altra pagina o post social.

Questa strategia consente di coinvolgere gli iscritti alla vostra newsletter ad una nuova interazione con il vostro brand, il che può spingerli un gradino più avanti verso l’acquisto e può anche contribuire ad alimentare il passaparola riguardo il vostro brand, estendendolo ai loro amici e follower.

Esporre il vostro marchio ai social network dei vostri iscritti può aiutare il vostro brand a raggiungere ancora più persone, attirandole successivamente nella vostra mailing list. 

Milestone email per compleanni, anniversari e occasioni speciali

Inviare una “milestone email” è un buon compromesso tra contenuto e promozione. Per farlo, dovete raccogliere alcune informazioni in fase di sottoscrizione; ad esempio, la data di nascita, se siete interessati a inviare email e promozioni di compleanno. Altre milestone potrebbero essere semplicemente l’anniversario della vostra attività, oppure un'occasione speciale. 

Guess email di compleanno(guess.com)

Settimana prossima: Quali email commerciali ottimizzare e come. “Umanizzare” il processo di acquisto e spedizione dei beni.

    Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni