Blog di Shopify

Trasformare le difficoltà in opportunità: la storia di Nonna Live

Trasformare le difficoltà in opportunità: la storia di Nonna Live

Nonna Nerina dispone a fontana la farina ben setacciata sulla spianatoia e rompe sapientemente un uovo versandolo al suo interno. Gli spettatori — cinque estranei che la guardano dalle loro cucine — copiano i suoi movimenti.

Nell'ultimo mese, le lezioni di cucina tenute da Nonna Nerina con la nipote Chiara Nicolanti si sono trasformate da un'esperienza offline a una diretta streaming, attraverso il progetto Nonna Live. È stato il loro mese più redditizio. “Stiamo mangiando un sacco di pasta”, dice Chiara. Da Palombara Sabina, un piccolo paese a nord-est di Roma, lei e sua nonna invitano persone di tutto il mondo nella loro cucina a imparare come preparare la pasta fresca fatta in casa.

Uno dei miei primi ricordi è quello di essermi nascosta dietro le scale della cucina per sentire i rumori e annusare i profumi mentre mia nonna preparava la pasta.

Il formato delle lezioni è intimo: si tengono su Google Hangouts con pochi studenti. Questo aiuta a stringere legami tra persone di diverse nazionalità. Molti partecipano per migliorare le proprie abilità culinarie; ma le relazioni che si possono instaurare, anche in isolamento, sono altrettanto importanti. “Alla fine dell'esperienza”, dice Chiara, “di solito lascio le videocamere accese, così chi vuole può cenare in compagnia”.

Il progetto Nonna Live nasce dal desiderio di Chiara di tornare in contatto le sue radici e riscoprire vecchie ricette

Nonna Live è un’iniziativa basata sulla connessione. È stato il desiderio di Chiara di riconnettersi con le sue radici culturali a diventare il catalizzatore del progetto. Chiara è cresciuta a Palombara Sabina. “Ho passato tutta la mia infanzia accanto a mia nonna”, racconta. “Uno dei miei primi ricordi è quello di essermi nascosta dietro le scale della cucina per sentire i rumori e annusare i profumi mentre mia nonna preparava la pasta”.

A 18 anni, Chiara ha lasciato la famiglia per intraprendere la carriera di attrice teatrale e ha viaggiato per il mondo. Ma quando è rimasta incinta del suo primo figlio, ha abbandonato la recitazione ed è tornata a casa. Nel frattempo la nonna era rimasta sola, avendo perso il marito qualche anno prima. Così, come aveva fatto molte volte da bambina, Chiara ha ricercato il legame con la nonna attraverso il cibo. “Mi ha mostrato un mondo che stava morendo”, dice, “un mondo fatto di una comunità di donne e di tecniche artigianali”.

Primo piano di una donna che prepara la pasta fresca fatta in casa
Nonna Nerina prepara la pasta fresca fatta in casa secondo il metodo tradizionale e condivide le sue capacità con il mondo. (Maria Saggese)

Chiara ha iniziato a condividere la storia e le tecniche culinarie di Nonna Nerina attraverso un blog. Poi è stata contattata per partecipare a Esperienze Airbnb, un marketplace di attività organizzate da persone di tutto il mondo. Negli ultimi tre anni le lezioni di Nonna Nerina hanno attratto i viaggiatori in un’area che prima non era meta di tanti turisti. Gruppi fino a 20 persone giungevano in paese con il treno. Facevano un tour a piedi e apprendevano l'autentica cucina italiana dalla migliore insegnante: una donna di 84 anni cresciuta facendo le cose con le sue mani.

Nonna Nerina

Cuore e patrimonio di Nonna Live, Nonna Nerina è nata prima della seconda guerra mondiale. Ha trascorso la sua infanzia lavorando nei campi intorno al suo paese. Ha anche imparato a leggere, ma la maggior parte della sua istruzione è consistita in lunghe e dure ore di lavoro. Della sua gioventù ha solo bei ricordi. Come racconta Chiara, quando la gente chiede a Nerina della sua infanzia, lei risponde: “Fuori dalla porta c’era la guerra, ma dentro c'era sempre la pace”. Dei tempi della guerra ricorda la voce del padre che cantava, più che il rumore delle bombe.

Ogni nonna pensa che la sua pasta sia la migliore al mondo, ovviamente.

Nonna Nerina segue esclusivamente le tecniche tradizionali per fare la pasta, e le ha tramandate a sua nipote. “In Italia ogni regione ha il suo modo di fare la pasta”, spiega Chiara. “E ogni nonna pensa che la sua pasta sia la migliore al mondo, ovviamente”.

L’incontro con Brent Freeman e la nascita del sito Nonna Live

Due anni e mezzo fa, Chiara e Nonna Nerina hanno ospitato Brent Freeman in una delle loro esperienze di cucina dal vivo. Le loro famiglie hanno stretto subito amicizia. “Ha cercato di rubarmi la nonna”, scherza Chiara.

Brent è proprietario di Stealth Venture Labs, un incubatore di marketing digitale di San Francisco. Da otto anni crea negozi di ecommerce su Shopify.

Qualche mese fa, Brent e Chiara si sono trovati insieme per parlare di una nuova visione delle esperienze di Nonna Nerina: le lezioni virtuali. “Volevamo lanciare questo nuovo modo di viaggiare senza viaggiare”, racconta Chiara. Hanno iniziato a progettare di portare online l’esperienza delle lezioni di cucina. “Era ovvio che avrebbe funzionato”, dice Brent, “era solo una questione di tempo”.

Il momento a quanto pare è arrivato. A febbraio, l'Italia è stata uno dei primi paesi a registrare un'ondata di casi di COVID-19. Il governo ha iniziato a limitare il turismo, mettendo alcune città in isolamento e cancellando i grandi eventi. “[Chiara] è passata da 10-20 turisti al giorno a zero”, ricorda Brent. Improvvisamente il progetto per spostare l’attività online ha subito un’accelerazione. “Hanno dovuto cambiare velocemente la loro mentalità e il loro modo di organizzarsi”.

Era un sabato mattina. Mi sono messo all’opera e in tre ore ho costruito Nonna Live.

Brent è entrato in azione a inizio marzo, con la sua esperienza nella creazione di negozi online. “Era un sabato mattina. Mi sono messo all’opera e in tre ore ho costruito Nonna Live”.

Una soluzione per combattere la crisi

Anche prima che la pandemia colpisse duramente l'Italia, qui il tasso di disoccupazione era piuttosto alto. Intorno al 10% negli ultimi cinque anni. Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia è tra i più alti dell'UE. “Ora con la crisi tutti sono senza lavoro”, dice Brent. “E tutti stanno cercando di capire come adattarsi alla nuova situazione”.

Chiara e Brent si sono messi in moto per necessità, ma l’attività va a gonfie vele con il nuovo modello di business. Non solo ha assicurato un reddito alla famiglia di Chiara, ma ha anche dato vita a una soluzione per consentire ad altri di fare lo stesso. “Chiara è diventata una risorsa economica per il suo paese” afferma Brent. “E questo ha aperto una strada che sta dando speranza e ispirazione alla gente del posto in isolamento”.

Una famiglia che abbraccia il cambiamento — gradualmente

Nonna Nerina prepara la pasta mentre una squadra di cameraman si prepara a girare
L’84enne Nonna Nerina si adatta alle sfide dell'apprendimento delle nuove tecnologie. (Chiara Nicolanti)

COVID-19 non è stata l'unica sfida a cui adeguarsi per il passaggio all’online. Inizialmente a tenere quasi tutte le lezioni di cucina era Nonna Nerina, che a 84 anni è piuttosto ancorata alle sue convinzioni. “È una persona determinata”, dice Chiara. “Non mi ascolta, fa a modo suo”. La tecnologia era una cosa nuova per lei. Ci è voluto del tempo per farle capire che le persone che si collegavano online erano in grado di vederla e di sentirla.

Adesso con il lockdown è Chiara a tenere tutte le lezioni, dall'appartamento dove vive con il marito Enrico e i due figli piccoli. Quando abbiamo parlato, la nostra chiamata si è interrotta per una scarsa connessione internet e la curiosità dei bambini. Ma riescono a gestire le cose. “Fortunatamente Enrico è un tecnico audiovisivo”, dice Brent. “Sta dietro le quinte cercando instancabilmente di far funzionare tutto”. Grazie al fuso orario Chiara può tenere le lezioni la sera, quando i bambini dormono e la connessione internet è migliore.

A volte non hai tempo, devi lanciarti. In seguito potrai fare dei cambiamenti, cercando di perfezionarti sempre più.

Inizialmente Chiara era un po’ agitata all'idea di tenere le lezioni da sola, senza la nonna. Così la ha chiamata per chiederle consiglio sulla preparazione della pasta. Le ho chiesto: “Nonna, come faccio la pasta?” e lei mi ha risposto: “Oh, sciocchina, la fai con me da quando sei nata”, racconta Chiara. “In realtà, sì, era vero”.

Piatti pieni e un futuro ricco di impegni davanti

Brent racconta che lui e Chiara devono ancora risolvere alcune questioni. Dal momento del lancio sono pieni di prenotazioni e stanno cercando il modo di offrire le lezioni a più persone. Il punto centrale del progetto è estendere ad altri nel paese la possibilità di organizzare le lezioni. Molti giovani hanno perso il lavoro, e ci sono nonne con figli o nipoti e del tempo a disposizione. “Un'altra signora del paese mi ha chiamato e mi ha detto: Mio figlio ha perso il lavoro”, racconta Chiara. “Le ho chiesto: Parla l'inglese?” Ho comprato delle videocamere per loro e li aiuterò a inserirsi nel progetto”.

Brent e Chiara stanno apportando cambiamenti e rivisitando costantemente il loro modello di business. “A volte non hai tempo, devi lanciarti” spiega Chiara “In seguito potrai fare dei cambiamenti, cercando di perfezionarti sempre più”.

Brent deve il successo di Nonna Live al carisma di queste host, ma anche al particolare momento storico. Le aziende che offrono beni di prima necessità come gli alimenti hanno realizzato molte vendite all'inizio della pandemia. Ma ora stanno iniziando ad avere grande slancio le iniziative che offrono un senso di appartenenza e di comunità. “Le persone in casa stanno impazzendo”, dice. “Come le aiutiamo a rimanere sane di mente? È questo ciò che Chiara sta offrendo”.

Con un bimbo in bilico sul fianco ed Enrico che aggiusta l'illuminazione dietro la videocamera, Chiara termina la nostra chiamata pronta ad accogliere altri cinque ospiti in casa sua. “Do il massimo ogni sera”, dice Chiara. “Condivido la nostra storia, e faccio sperimentare agli ospiti una parte dell'Italia, della nostra famiglia e i segreti culinari di mia nonna”.

Foto in alto di Brent Freeman


Articolo originale di Dayna Winter, tradotto da Maria Teresa Cantafora.
Argomenti: