Vuoi aprire un negozio online?

Scegliere il corriere per ecommerce: 5 elementi da prendere in considerazione

Pila di pacchi in consegna da parte del corriere

Dalle foto di prodotto e le pagine di check-out alle campagne di email marketing e al design del vostro sito web, l’esperienza di acquisto dei vostri clienti è quasi sempre sotto il vostro controllo; quasi, perché una volta elaborato l'ordine e preparato il pacco contenente i prodotti, dal momento della spedizione tutta la responsabilità passa nelle mani di un estraneo, quelle del corriere.

Scegliere il corriere per ecommerce più adatto alle vostre esigenze, quindi, è fondamentale per vendere online con successo. In questo articolo, vi aiuteremo a capire quale corriere scegliere esaminando cinque aspetti da prendere in considerazione per valutare un corriere e trovare quello più adatto alle vostre esigenze.

Quale corriere scegliere per ecommerce: 5 caratteristiche chiave


  1. Redditività delle spedizioni: risparmiare sulle spese di spedizione
  2. Possibilità di controllare in tempo reale lo stato delle spedizioni
  3. Capacità di fornire un’esperienza di consegna positiva al cliente finale
  4. Vantaggio indiretto: garantire un'esperienza positiva per dedicare più tempo al vostro business
  5. Opportunità di ampliare il vostro business su scala mondiale

1. Redditività delle spedizioni: risparmiare sulle spese di spedizione

I costi della logistica dipendono in gran parte dal tipo prodotto che si invia, dal peso e le dimensioni del pacco o dalla destinazione. È fondamentale però considerare anche l’importanza del partner che si sceglie per spedire. Affidarsi a un corriere professionale e ben organizzato può aiutarvi a ridurre i costi di spedizione, in costante aumento a livello globale.

Decidere quale sia il corriere che meglio si adatta alle necessità della propria attività commerciale non è sempre una scelta facile e può richiedere del tempo.
Per capire quale vettore selezionare per gestire la logistica è consigliabile, in un primo momento, effettuare delle spedizioni di prova con diversi corrieri: solo dopo aver verificato concretamente come operano è possibile fare una scelta consapevole e ben documentata.

Ecco alcuni consigli su come e quando effettuare delle prove di spedizione:

  • Testare vari servizi dello stesso corriere: i vettori esperti nel settore offrono diverse possibilità di invio tra cui standard, express, economy. È bene quindi provare a spedire almeno un paio di invii con ciascun servizio per verificare quale sia quello più conveniente per la vostra attività.
  • Scegliere un periodo di bassa stagionalità: l’idea è quella di arrivare ai periodi di massima attività avendo già effettuato una seleziona dei corrieri. Se la vostra attività ha un picco di vendite a partire dal Black Friday fino alla fine di dicembre, è consigliabile effettuare le prove nei primi mesi dell’anno. In questo modo, vi farete trovare pronti nei momenti più frenetici.
  • Spedire all’estero: molti corrieri si affidano a partner locali per le spedizioni estere. Per questo è consigliabile effettuare delle spedizioni di prova non solo sul territorio nazionale, ma anche su quello internazionale per misurare l’agilità dei processi di ritiro e consegna. Se intendente investire risorse per vendere all'estero, è sempre bene informarsi e verificare che la consegna all’estero venga affidata a partner locali autorizzati ed esperti.
  • Verificare i servizi supplementari offerti: oltre al ritiro e alla consegna delle merci a domicilio, un buon corriere offre sempre altre opzioni aggiuntive, che possono variare. Alcuni esempi di questi servizi sono: il pick-up e la delivery in punti drop-off, l’assicurazione in caso di perdita o smarrimento della merce, i giorni in cui la spedizione può rimanere in giacenza, il numero di tentativi di consegna al destinatario prima di farlo rientrare al mittente, la possibilità di apportare modifiche all’indirizzo di consegna, e altro ancora.

Una volta provati i servizi offerti da vari corrieri è possibile scegliere quello che si preferisce per gestire la logistica; ciò aiuterà a ottimizzare la gestione delle consegne e di conseguenza ridurre i costi di spedizione.

2. Possibilità di controllare in tempo reale lo stato delle spedizioni

I clienti hanno diritto di conoscere lo stato della merce che stanno aspettando durante tutto il processo della spedizione. Restare informati può anche aiutarvi ad aggiornare i vostri clienti in caso di ritardi o disguidi nella consegna. Ogni corriere ha un diverso sistema di tracking che fornisce informazioni più o meno dettagliate. In alcuni casi viene fornito un tipo di aggiornamento generico che informa sulla città o comune dove si trova la spedizione. Altri vettori sono invece in grado di fornire dettagli precisi sul deposito o magazzino dove sta transitando la merce. Nei casi in cui la tracciabilità fornita è completa, l’utente finale può vedere anche l’indirizzo e il numero di telefono del deposito che può contattare in caso di dubbi o domande.

Contare su un tracking preciso e aggiornato è quindi essenziale, specialmente quando si verificano dei problemi di consegna. Per esempio, se il cliente ha sbagliato a inserire alcuni dati nell’indirizzo di destinazione, poter verificare dove si trovi la spedizione aiuta a intervenire in modo immediato per ridurre il ritardo nella consegna.

Se spedite anche all'estero, ricordate che esistono delle differenze nella gestione del tracking tra i corrieri che operano solo a livello locale e quelli che consegnano anche all’estero. Quando un corriere opera a livello nazionale, il codice di tracciabilità è unico e, nella maggior parte dei casi, rimane invariato dal ritiro alla consegna. Se invece si effettuano spedizioni internazionali è possibile che il numero di tracking cambi quando la gestione dell’invio passa al vettore di un altro paese. Per esempio, UPS fornisce un codice di monitoraggio che rimane lo stesso dal ritiro in Italia alla consegna all’estero, mentre Bartolini che si affida a FedEx per alcuni servizi di delivery internazionali, fornisce due diversi codici di tracciamento: uno di BRT che è valido sul territorio nazionale e un altro generato da FedEx per monitorare il transito su suolo estero.

In ogni caso, sarebbe bene che il destinatario del prodotto ricevesse anche il codice internazionale per poter continuare ad effettuare il tracking dell’invio.

3. Capacità di fornire un’esperienza di consegna positiva al cliente finale

Quando si ha al proprio fianco un operatore logistico affidabile e di qualità, le consegne delle spedizioni avvengono in modo rapido e puntuale.

Potrebbe sembrare banale, ma pensateci: la maggior parte delle volte, il cliente che acquista un articolo online ha un’interazione diretta e fisica solamente con il fattorino che consegna la merce. Lo scenario ideale di una consegna effettuata a regola d’arte prevede che il corriere contatti telefonicamente il destinatario prima di consegnare il pacco per avvisarlo che si trova in zona. Una volta arrivato al domicilio suona il campanello e consegna la merce al ricevente facendo firmare una proof of delivery che sarà poi consultabile online sia dal venditore che dal cliente.

Se il destinatario non dovesse essere in casa, per evitare di mandare la spedizione in giacenza, il corriere può contattare un vicino (privato o azienda) e consegnare la merce. Anche in questo caso è importante poter consultare la proof of delivery per verificare chi abbia effettivamente ritirato il prodotto.

Se la consegna viene effettuata in modo professionale, il cliente sarà molto più propenso ad acquistare nuovamente sul vostro negozio online, diventando un cliente fisso.

4. Vantaggio indiretto: garantire un'esperienza positiva per dedicare più tempo al vostro business

Se la logistica viene effettuata in modo soddisfacente, considerate anche il vantaggio indiretto: quello di risparmiare tempo sulla gestione delle spedizioni e per l'assistenza clienti, in modo da poterne dedicare di più a ciò che conta davvero per far crescere il vostro business; ad esempio, migliorare un prodotto, analizzare la concorrenza, studiare le ultime tendenze e offrire nuove esperienze ai clienti, oppure ampliare il vostro catalogo con nuovi prodotti.

5. Opportunità di ampliare il vostro business su scala mondiale

Uno dei principali vantaggi di gestire un negozio online è quello di poter iniziare a vendere i propri prodotto anche all’estero.

Il successo di questo progetto dipende anche dalla professionalità del proprio partner logistico. Ci sono vari corrieri espressi che offrono servizi ad hoc per gli ecommerce che intendono spedire all'estero, e che sanno come aiutare i negozi online ad affrontare le continue sfide del mondo delle spedizioni. È importante affidarsi a un vettore esperto e competente, specialmente se si spediscono merci in paesi extra-UE. Un ecommerce ha bisogno di poter contare su un corriere che sappia come funzionano le leggi che regolano i procedimenti doganali di tutti i paesi per non incorrere in ritardi nelle consegne o, nel peggiore dei casi, in sanzioni.

Pensiamo per esempio alle recenti modifiche apportate dalla Brexit su tutte le spedizioni provenienti e dirette in UK: se un negozio online si appoggia a un vettore professionale, potrà ricevere consulenze personalizzate e consigli su come adeguarsi alle nuove normative vigenti. Tutti elementi che dovrebbero essere presi in considerazione al momento di decidere quale corriere scegliere per il vostro ecommerce.

Articolo a cura di Packlink PRO: una soluzione pensata per aiutare i negozi online a ottimizzare la gestione degli invii, sia a livello nazionale che internazionale. L’utilizzo della piattaforma è gratuito e vi è la possibilità di ricevere sconti calcolati sul volume delle spedizioni.


Pronto per aprire il tuo negozio online? Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni con Shopify. Non serve la carta di credito.


Argomenti: