Blog di Shopify

Come spedire prodotti alimentari freschi: guida pratica

Come spedire prodotti alimentari freschi

Vendete prodotti alimentari online o state pensando di aprire un ecommerce per iniziare a farlo? Se la risposta è sì, in questo articolo approfondiremo come spedire prodotti alimentari, semplificare le operazioni di imballaggio e offrire ai vostri clienti prodotti sempre freschi e gustosi.

Tipologie di prodotti alimentari: deperibili e non deperibili

La prima distinzione da fare è quella tra prodotti deperibili e non deperibili.

Per i prodotti alimentari deperibili, come frutta e verdura fresca, salumi e carne, uova, latticini, formaggi e pasta fresca, esistono delle precise regole da seguire per assicurarsi che il prodotto resti sempre fresco dal produttore al consumatore: parliamo delle norme in materia di HACCP e catena del freddo, ovvero l’insieme delle procedure per mantenere un prodotto alimentare sempre alla stessa temperatura durante tutte le fasi di trasporto e stoccaggio. In questo caso sarà necessario rivolgersi a corrieri specializzati, dotati di mezzi attrezzati con sistemi di refrigeramento o celle frigorifere, che approfondiremo in seguito.

I prodotti alimentari non deperibili, come pasta, legumi, zucchero, sale, caffè, vino, olio e prodotti a lunga conservazione, possono essere spediti tramite corrieri tradizionali, ma è importante seguire alcune regole durante l’imballaggio per evitare che i prodotti si rompano e contaminino altri prodotti adiacenti.

Come spedire prodotti alimentari deperibili: la scelta del corriere

Se vendete prodotti deperibili dovrete necessariamente rivolgervi a corrieri specializzati, dotati di sistemi per mantenere sempre stabile la temperatura all’interno del container. Attualmente, ci sono tre categorie di corrieri isotermici:

  • Classe A - Temperatura del container compresa tra +12°C e 0°C;
  • Classe B - Temperatura del container compresa tra +12°C e –10°C;
  • Classe C - Temperatura del container compresa tra +12°C e –20°C.

Scegliete il corriere più adatto in base ai prodotti che vendete: ad esempio, la carne fresca avrà bisogno di un corriere isotermico di Classe C, mentre per frutta e verdura fresca anche un corriere di Classe A potrebbe essere sufficiente.

Se vendete prodotti alimentari non deperibili, i corrieri tradizionali andranno bene, ma assicuratevi che rispettino i requisiti igienico-sanitari previsti dall’all. II, cap. IV, del Reg. CE 852/2004.

Come imballare prodotti alimentari

Ora che abbiamo visto come scegliere il corriere più adatto per spedire prodotti alimentari, vediamo i consigli per imballare i pacchi in modo efficace e pratico:

  • Imballate singolarmente i prodotti: in questo modo eviterete che si contaminino tra loro o che contaminino altri prodotti;
  • Inserite i prodotti in un box di polistirolo con coperchio per garantire la freschezza del prodotto ed evitare che contamini altra merce in caso di danni durante il trasporto;
  • Inserite del materiale refrigerante all’interno delle scatola, come gel refrigerante o ghiaccio secco, per mantenere la freschezza del prodotto;
  • Inserite il pacco con gli alimenti in una scatola per la spedizione e riempite gli spazi vuoti con materiale da imballaggio per impedire che si muova all’interno del pacco: usate carta da imballaggio, perle di polistirene o altri materiali da imballaggio;
  • Sigillate il box di polistirolo e la scatola di cartone con il nastro adesivo per evitare fuoriuscite e isolare bene il prodotto.
  • All’esterno del pacco attaccate etichette per segnalare la presenza di alimenti deperibili, come la temperatura stessa o la scritta FRESCO, e apponete la scritta ALTO per evitare che la scatola venga ruotata durante il trasporto. Se spedite prodotti che potrebbero rompersi, come bottiglie di olio o di vino, apponete la scritta FRAGILE.

Consigli per imballare prodotti alimentari specifici

Se vendete salumi, carne o formaggi, assicuratevi di confezionare ogni alimento sottovuoto. Così facendo, l’alimento non deperisce e non contamina altri alimenti o altra merce se il pacco si danneggia.

Se vendete bottiglie di olio o di vino, utilizzate un imballaggio apposito per questo tipo di merce e isolate le bottiglie per evitare fuoriuscite in caso di rottura durante il trasporto.

Se vendete prodotti freschi, confezionate gli alimenti in imballaggi di plastica singoli per evitare il rovesciamento in caso di danni durante il trasporto.

Per concludere...

Ricordate che la presentazione del prodotto fa parte dell’esperienza di acquisto e potrebbe aiutarvi a ottenere pubblicità gratuita: i clienti saranno più propensi a condividere l’esperienza di unboxing dei vostri prodotti se li presentate bene. Tenete anche in considerazione l’idea di utilizzare esclusivamente packaging sostenibile per le vostre spedizioni: non solo fa bene all’ambiente, ma spesso è anche più economico!

Vi consigliamo inoltre di leggere la nostra guida per principianti alla spedizione e alla consegna dei prodotti per scoprire altri consigli e suggerimenti su come preparare e spedire pacchi ai vostri clienti.
Argomenti: