Blog di Shopify

Come creare una strategia di spedizione vincente: guida pratica

Come creare una strategia di spedizione vincente

Stiamo assistendo al boom dell’ecommerce. Con la tecnologia che avanza e COVID-19 che influisce sul modo di fare acquisti, il commercio sta cambiando.

Secondo un nostro sondaggio, a causa della pandemia oltre la metà dei consumatori si sente a disagio nel fare acquisti in negozio ed è passata all’ecommerce — il che ha introdotto nuove abitudini e modelli di comportamento.

Una delle sfide poste dalla crescente diffusione dell'ecommerce riguarda le spedizioni. Se siete dei commercianti, probabilmente avvertite una certa apprensione per la consegna dei prodotti. È normale: del resto, anche se siete veloci e accurati nel preparare gli ordini, dipende dal corriere far arrivare a destinazione la merce puntualmente e in buone condizioni.

La scelta del corriere influisce sulla customer experience e sulla percezione del brand. Ma esistono metodi per avere il controllo sulla strategia di spedizione. Vedremo quali sono in questo articolo, svelando come metterli in atto senza intaccare la redditività complessiva della vostra attività.

Perché occorre scegliere la giusta strategia di spedizione

È una storia fin troppo familiare. Un nuovo cliente visita il vostro store, trova il prodotto che cercava a un prezzo ragionevole e lo aggiunge al carrello. Ma quando arriva al check-out visualizza il prezzo di spedizione e diventa esitante.

Il prodotto che un istante prima era conveniente, ora sembra un po’ troppo caro. A questo punto il cliente può:

  1. Decidere di proseguire con l’acquisto malgrado il costo aggiuntivo
  2. Abbandonare il carrello e lasciare il negozio

Tra le due opzioni, la seconda è la più probabile. Uno studio del Baymard Institute mostra che i costi di spedizione inattesi sono la causa principale dei carrelli abbandonati.

Come l'abbandono del carrello influenza la vostra strategia di spedizione
Grafico del Baymard Institute: i costi extra dovuti a spedizione e imposte sono la causa maggiore di abbandono del carrello

Per questo motivo la spedizione non è solo un costo, ma anche una leva strategica che può influenzare le vendite. Implementando la giusta strategia di spedizione otterrete una serie di vantaggi.

Vantaggi di una buona strategia di spedizione:

  • Una migliore customer experience. Determinando aspettative chiare con la vostra strategia di spedizione, offrirete ai clienti un'esperienza di shopping positiva e senza sorprese. Ricordate di essere trasparenti sui possibili ritardi di spedizione dovuti a COVID-19, catastrofi naturali, ritardi del vettore, picchi di traffico o quant'altro possa ostacolare la consegna.
  • Incremento del valore medio dell'ordine (AOV). Promozioni e offerte per la spedizione sono ottime per incoraggiare i clienti ad acquistare di più. In altri termini, sono un metodo efficace per aumentare il valore medio dell'ordine. Ad esempio, potete offrire la spedizione gratuita con un acquisto minimo, su articoli selezionati o per un periodo di tempo limitato.
  • Espansione dell’attività. Implementando una strategia di spedizione internazionale potete ampliare la vostra clientela a livello globale facendo crescere l'attività.
  • Aumento delle conversioni. Quando i clienti non hanno soprese e trovano che il prezzo sia equo, completano più facilmente l’acquisto. Anche la possibilità di scelta tra più opzioni favorisce le vendite. Potete consentire di scegliere il corriere, l’orario di consegna o anche il metodo di evasione dell’ordine, includendo opzioni come la consegna locale e/o il ritiro davanti al negozio.

Ritardi di consegna: perché si verificano e come gestire il problema attraverso la strategia di spedizione

In presenza di ritardi per fattori estranei al vostro controllo, purtroppo il cliente subirà un impatto negativo e inevitabilmente addosserà a voi la colpa. A prescindere se la merce viene spedita direttamente all’acquirente o inviata a voi, i ritardi di consegna creano malumore nei clienti.

Perché si verificano i ritardi nelle spedizioni

I ritardi di consegna sono prevedibili nei periodi di grande traffico, come le festività natalizie. Inoltre, tutti avrete sperimentato ritardi inattesi causati dal maltempo, dai corrieri o da altri fattori esterni. La pandemia ha incrementato gli ordini online, con volumi di vendita equiparabili a quelli delle festività natalizie del 2019. Il picco è durato diversi mesi, e non solo qualche settimana — come di solito avviene nelle feste. Attualmente, gli acquisti online continuano a crescere e in alcune parti del mondo i ritardi dei corrieri aumentano progressivamente.

Secondo UPS, i ritardi sarebbero da attribuire principalmente ai tentativi di invio di:

  • Merci vietate, con documentazione mancante o incompleta
  • Pacchi dal peso o dalle dimensioni eccessive

Quindi, assicuratevi di conoscere le linee guida di ogni corriere e paese. E provvedete a etichettare e imballare gli ordini in modo appropriato.

Ecco i limiti per le dimensioni e il peso dei pacchi previsti dai principali corrieri:

Come far fronte ai ritardi di spedizione

Per ridurre i ritardi di spedizione, diversificate i vostri partner. Se collaborate con più fornitori, vettori e aziende di logistica sarete in grado di adeguarvi con maggiore flessibilità alle esigenze che si presentano. Inoltre, ogni corriere di solito ha un sito web o una pagina che è possibile visitare per avere aggiornamenti in tempo reale e informazioni sui ritardi di spedizione e sulle tempistiche di consegna stimate.

In caso di ritardi nelle spedizioni, è bene essere trasparenti e comunicativi. Informate i clienti in anticipo e di frequente riguardo la presenza di eventuali aggiornamenti sui loro ordini. Predisponete bozze di risposta pronte all’uso, che il vostro team di assistenza potrà utilizzare per rispondere alle richieste dei clienti e per inviare loro aggiornamenti automatici sugli ordini via SMS o tramite email.

Rendete il prezzo una componente fondamentale della vostra strategia di spedizione

Le modalità di addebito ai clienti delle spese di consegna sono una componente cruciale della vostra strategia di spedizione. Incidono direttamente sul vostro tasso di conversione e sui vostri margini di profitto. Diamo un'occhiata ad alcune delle strategie più comuni per determinare il prezzo delle spedizioni nel settore dell’ecommerce:

  1. Offrire la spedizione gratuita. Alcuni commercianti offrono la spedizione gratuita su tutti gli ordini. Altri invece prevedono delle condizioni o delle soglie per la spedizione gratuita (es. “Spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a 100 €”).
  2. Addebitare i costi esatti di spedizione. In genere, questo metodo richiede di utilizzare le tariffe di spedizione del corriere in tempo reale, calcolate al centesimo (es. 8,36 €).
  3. Applicare una tariffa unica. È possibile applicare un'unica tariffa forfettaria per tutte le spedizioni degli ordini. Ad esempio, 10 € per ogni ordine inviato in qualsiasi parte dell’Italia.

💡 Suggerimento: Prima di stabilire la formula da applicare, consultate la nostra Guida per principianti alla spedizione e alla consegna dei prodotti. Alcune opzioni (packaging, vettore, tracking della spedizione ed eventuale assicurazione) possono modificare notevolmente il prezzo delle spedizioni.

Strategia di spedizione n. 1: Offrire la spedizione gratuita

In Italia, circa il 70% degli ecommerce offre la spedizione gratuita. Ma la spedizione “gratuita” non è mai realmente tale: se offrite questa opzione il costo ricade su di voi.

A seconda dei vostri margini di profitto, può avere senso o meno offrire la spedizione gratuita. Inoltre potreste avere bisogno di maggiori informazioni sui vostri clienti prima di scegliere se adottare questo approccio. In linea generale, la spedizione gratuita incondizionata è ideale per i prodotti ad alto margine. Infatti in questo caso il prezzo complessivo dei prodotti può coprire anche le spese di spedizione.

La spedizione “gratuita” non è mai realmente tale: se offrite questa opzione il costo ricade su di voi.

Se siete nuovi all’ecommerce, esaminate i vostri prezzi di vendita e calcolate i vostri margini di profitto. Controllate cosa offrono i concorrenti, ma senza imitare la loro strategia di spedizione. Piuttosto, fate le vostre valutazioni e i vostri calcoli. Stabilite la formula migliore anche affidandovi al vostro istinto imprenditoriale. Magari per sondare le acque iniziate offrendo la spedizione gratuita con la condizione di un acquisto minimo.

Man mano che effettuate delle vendite, raccoglierete i dati necessari a delineare la vostra futura strategia di spedizione. Chi sono i vostri clienti? In quali paesi si trovano? Cosa acquistano? Qual è il vostro valore medio dell’ordine? Quali prodotti sono più costosi da spedire?

Poi sarà il momento di esaminare l'impatto sul valore medio dell’ordine (AOV). È aumentato da quando offrite la spedizione gratuita?

  • In caso affermativo, controllate i vostri margini di profitto assicurandovi di generare ancora un ritorno d’investimento (ROI).
  • In caso negativo, aumentate i prezzi dei prodotti, modificate il valore dell’ordine minimo per la spedizione gratuita o cambiate la vostra strategia di spedizione.

Come offrire la spedizione gratuita mantenendo la redditività

Conoscete i vostri margini

Siete in grado di offrire la spedizione gratuita se conoscete due valori: il costo di spedizione dell’ordine e il profitto derivante dall'ordine. Certo è difficile prevedere questi valori per ogni potenziale spedizione. Ma potete prendere in esame il valore medio dell’ordine e il costo di spedizione più comune per i vostri prodotti. Partendo da queste stime, verificate se è fattibile continuare a offrire la spedizione gratuita.

💡 Nota: Se utilizzate Shopify, potete aggiungere a ogni prodotto il relativo costo per visualizzare il margine di profitto. Grazie a ciò sarete in grado di prendere decisioni strategiche su spedizioni, promozioni e molto altro ancora.

Includete nel prezzo i costi di spedizione

La spedizione gratuita può essere necessaria per rimanere competitivi nella vostra nicchia di mercato. In questo caso, includete i costi di spedizione nel prezzo dei prodotti in modo da preservare il vostro margine di guadagno. Ricordate: la copertura dei costi di spedizione è solo uno tra i vari fattori che possono incidere sulla strategia di determinazione del prezzo. Altri elementi da considerare sono la vostra nicchia di mercato e il panorama competitivo.

Utilizzate la spedizione gratuita per aumentare il valore medio dell’ordine

Esiste una strategia comunemente utilizzata per stabilire la soglia di spedizione gratuita. Basta realizzare alcune vendite e determinare il valore medio dell'ordine, quindi offrire la spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori di una certa percentuale all'importo dell'ordine medio.

Ad esempio, ipotizziamo che abbiate ricevuto ordini dei seguenti importi:

86 €, 112 €, 71 €, 65 €, 105 €

Se fate la somma e dividete il risultato per il numero totale di transazioni (cinque in questo caso), otterrete il vostro AOV. Il risultato è di 87,90 €. In questo particolare esempio, potreste offrire la spedizione gratuita per tutti gli ordini superiori ai 100 €. Così aumentereste il valore dell’ordine medio, realizzando un profitto extra — utile a coprire almeno in parte il costo della spedizione gratuita.

Naturalmente si tratta di sperimentare, per poi fare eventuali aggiustamenti. Ad esempio, un brand di cosmetici e prodotti per la cura dei capelli aveva impostato il suo ordine minimo per la spedizione gratuita a 80 €. In seguito ha constatato che oltre la metà dei potenziali acquirenti abbandonava il carrello — del valore medio di 45 € — probabilmente a causa degli elevati costi di spedizione. Così ha deciso di abbassare a 45 € la soglia per la spedizione gratuita. Grazie a questa nuova strategia il brand ha aumentato notevolmente il numero delle vendite e raddoppiato i ricavi.

Ottimizzate il costo del packaging

Il peso dell’imballaggio è un fattore che incide molto sulle spese di spedizione. Fortunatamente, si tratta di un fattore che in qualche modo è sotto il vostro controllo. Attenetevi alla quantità di imballaggio necessaria per garantire che i vostri articoli arrivino a destinazione in modo sicuro e senza danni.

Gli articoli delicati possono richiedere di essere protetti con imballaggi piuttosto pesanti, ad esempio in cartone. Ma altre tipologie di merce, come l'abbigliamento, si possono spedire con un imballaggio leggero, come una busta in poliestere. Per risparmiare sulle spedizioni, i commercianti possono anche beneficiare di imballaggi gratuiti forniti da corrieri come UPS o SDA.

Ottenete tariffe di spedizione competitive

Quando offrite la spedizione gratuita, ridurre il costo delle spedizioni è un modo per rendere più sostenibile la vostra strategia. Dopo tutto, le spese di spedizione rientrano spesso tra i costi maggiori per un negozio online. Verificate le opzioni di spedizione locali. Magari esistono soluzioni che vi consentono di risparmiare, ottenendo tariffe più basse rispetto a quelle convenzionali sui tipi di spedizioni e sui servizi di cui avete bisogno.

Offrite la spedizione gratuita in promozione per brevi periodi

Se la spedizione gratuita non è sostenibile per tutto l'anno, considerate la possibilità di utilizzarla come leva promozionale per incrementare le vendite. Ad esempio, offrite in promozione la spedizione gratuita nei periodi più tranquilli dell’anno per smaltire l’inventario senza abbassare i prezzi. Alcuni vettori applicano supplementi nelle festività, perciò terminate la promozione in tempo utile per evitare eventuali spese di spedizione aggiuntive.

Offrite la spedizione gratuita solo su alcuni prodotti

Una strategia di spedizione generale può non adattarsi a prodotti di grandi dimensioni o particolarmente pesanti, come ad esempio dei mobili. Infatti la spedizione di alcuni articoli può essere estremamente costosa e ridurre notevolmente i vostri margini.

Svolgete una ricerca sui costi effettivi di spedizione per ciascuno dei vostri prodotti; verificate come gestiscono le spedizioni i vostri concorrenti; quindi, determinate qual è la dimensione media degli ordini e il vostro margine di profitto. In base a questi elementi sarete in grado di scegliere la strategia di spedizione migliore per la vostra azienda.

Qual è la soluzione migliore per voi?

In definitiva, stabilire se sia meglio concedere la spedizione gratuita sempre o solo sugli ordini superiori a un certo importo dipende dai vostri margini, dalla nicchia in cui operate e dall’offerta dei competitor.

Se la spedizione gratuita non è sostenibile per tutto l'anno, considerate la possibilità di utilizzarla come leva promozionale per incrementare le vendite.

Se vendete beni di lusso o prodotti artigianali unici nel loro genere, probabilmente non sarà un problema applicare una percentuale extra per la spedizione. I clienti a stento lo noteranno.

Ma se operate in un mercato altamente competitivo, dove la spedizione gratuita e i prezzi più bassi sono uno standard, aumentare il prezzo dei prodotti per coprire i costi di spedizione potrebbe non essere l'idea migliore. I consumatori noterebbero immediatamente l'aumento di prezzo del prodotto. In questo caso, anziché assorbire i costi di spedizione per la maggior parte dei vostri articoli potete diversificare le tariffe a seconda dei costi di spedizione locali.

💡 Nota: Una strategia di spedizione simile è piuttosto semplice da adottare con i profili di spedizione di Shopify. Siete in grado di impostare tariffe di spedizione specifiche per determinati prodotti, posizioni e zone di spedizione. I prezzi si adegueranno automaticamente in base alle vostre impostazioni.

Strategia di spedizione n. 2: Addebitare i costi esatti di spedizione

Strategia di spedizione n. 2: Addebitare i costi esatti di spedizione

Se la spedizione gratuita non è un'opzione praticabile o non è applicabile per tutti i prodotti, addebitate il costo esatto della spedizione. Questa è una strategia che consente ai clienti di scegliere la soluzione più adatta alle loro esigenze.

Ad esempio, un cliente che ha necessità di ricevere l’ordine prima di una certa data potrà essere disposto a pagare 20 € per la spedizione urgente; invece un cliente che vuole risparmiare sarà più propenso all’acquisto se può scegliere un’opzione di spedizione da 5 € che richiede un’attesa maggiore.

Il negozio online Queen Majesty Hot Sauce utilizza questo approccio. Quando il cliente arriva al check-out, sceglie come vuole che il suo ordine venga spedito, e la calcolatrice fa il resto.

Opzioni di spedizione

L'uso di una calcolatrice in tempo reale può aiutarvi a guadagnare la fiducia dei clienti. Mostra che non state gonfiando le spese di spedizione né aumentando i prezzi dei prodotti per coprire le spese.

Questa opzione è adatta anche per le spedizioni pesanti o di grandi dimensioni che per scelta o per necessità non potete effettuare gratis.

Talvolta il costo delle spedizioni può diventare elevato. Se un vostro competitor offre il prodotto a un prezzo più alto ma garantisce la spedizione inclusa, i clienti potrebbero preferirlo. Perciò fate il possibile per negoziare le tariffe migliori e rivolgetevi ai corrieri che sono in grado di offrirvi gli sconti maggiori sulle spedizioni.


Pronto per aprire il tuo negozio online? Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni con Shopify. Non serve la carta di credito.


Strategia di spedizione n. 3: Applicare una tariffa unica

La terza opzione è quella di offrire una tariffa unica per qualsiasi pacco, o tariffe fisse per fasce di peso o soglie di spesa. Ad esempio, The Sill, un negozio di piante d'appartamento, addebita una tariffa fissa per la spedizione che varia in base al valore dell'ordine.

Questo metodo richiede un po' di preparazione. Infatti dovrete conoscere il costo medio di spedizione di un pacco. In base a tale costo potrete calcolare la tariffa fissa da addebitare per la spedizione degli ordini. Del resto, dovreste comunque calcolare il costo medio di spedizione. È una buona abitudine che vi consente di assicurarvi di non addebitare ai clienti costi di spedizione eccessivamente alti o bassi.

Quando troverete il prezzo giusto per la tariffa di spedizione fissa, questa sarà probabilmente un po’ più alta o più bassa rispetto al costo effettivo di spedizione. Ma nel complesso le entrate e le spese dovrebbero bilanciarsi tra loro.

Una cosa importante: trovate la formula che funziona per voi. A tal fine dovrete sperimentare, per capire se è meglio applicare una tariffa fissa per soglie di spesa, fasce di peso o basata su altri criteri.

Offrite anche metodi di consegna alternativi

Affidarsi a corrieri esterni per le spedizioni non è più l’unica opzione. Tra le recenti alternative ci sono il ritiro davanti al negozio e la consegna locale. Questi metodi possono attrarre i clienti locali e rappresentano un ottimo metodo per fidelizzarli.

Nel sistema economico di COVID-19, le imprese hanno messo in atto misure di distanziamento fisico per limitare i contatti interpersonali. I consumatori avevano bisogno di un metodo efficiente per continuare a fare acquisti e sostenere i negozi locali.

Ritiro in negozio o fuori dal negozio

Con le limitazioni in essere per ristoranti e negozi, gioca un ruolo importante la possibilità di acquistare online ritirando la merce in negozio o fuori dal negozio — in alcuni casi senza neppure dover lasciare l’auto. Per la loro praticità, queste opzioni probabilmente continueranno a essere utilizzate anche dopo la pandemia.

Il 40% degli acquirenti ha scelto il ritiro fuori dal negozio per gli acquisti online nei primi tre mesi della pandemia.

Questo meccanismo si basa sul trend dell’acquisto online con il ritiro in negozio, che ha generato fino al 30% del fatturato online per alcuni commercianti nel 2018. Inoltre, secondo un sondaggio di Signifyd, il 28% dei commercianti ha dichiarato che gli ordini via internet ritirati in negozio potrebbero rappresentare fino al 20% del totale delle vendite online. Secondo il nostro report sulle tendenze dei consumatori e le modalità di cambiamento delle abitudini di acquisto durante la pandemia COVID-19, il 40% degli acquirenti ha scelto il ritiro fuori dal negozio per gli acquisti online nei primi tre mesi della pandemia; e il 38% prevede di continuare a utilizzare questa opzione in futuro.

💡 Nota: Con la scelta del ritiro locale da Shopify POS, la tariffa di spedizione è impostata automaticamente su Gratuito. Questo è un modo per offrire la spedizione gratuita senza doverne sostenere il costo.

Consegna locale

La consegna locale è un altro modo per far arrivare gli ordini direttamente ai clienti di zona senza ricorrere a un corriere esterno. Secondo i risultati del nostro sondaggio il 31% degli acquirenti ha utilizzato la consegna locale nei primi tre mesi di pandemia — tendenza che non accenna a rallentare.

La consegna degli ordini senza intermediari non è solo un ottimo metodo per ridurre i costi di spedizione; se siete in grado di gestirla, può favorire le vendite locali con l’erogazione di consegne gratuite o a basso costo. E se non avete un negozio fisico potete anche utilizzare un magazzino effettuando le consegne nell’area circostante.


Il 31% degli acquirenti ha ricevuto consegne locali nei primi 3 mesi di pandemia e il 33% prevede di utilizzarle per tutto il 2020.

💡 Nota: Volete offrire l’opzione della consegna locale per gli ordini online? Controllate se siete idonei, quindi accedete a Pannello di controllo > Spedizione e consegna nel vostro negozio Shopify per configurare la consegna locale o il ritiro locale.

Create una strategia di spedizione dei resi

Anche se avete le migliori pagine di prodotto al mondo, ci saranno sempre casi in cui il cliente deciderà che il prodotto non è adatto a lui. E questo a prescindere dal vostro settore o nicchia. Anche quando un reso non dipende da vostre responsabilità o da difetti del prodotto, dovrete comunque essere in grado di gestirlo.

Non c'è una risposta migliore in assoluto quando si tratta di stabilire i prezzi per le spedizioni dei resi. Piuttosto, esistono alcune opzioni standard tra cui scegliere. Queste ricalcano le tre principali opzioni di determinazione del prezzo delle spedizioni già esaminate.

Anche nel caso dei resi potete applicare:

  1. Il prezzo esatto di spedizione
  2. La spedizione gratuita
  3. Una tariffa di spedizione fissa

Secondo la nostra analisi, il 36% dei consumatori si aspetta la possibilità di effettuare il reso gratuito. Ma questa non è economicamente sostenibile, specialmente per le start-up e per imprese con un alto tasso di resi.

Abbiamo intervistato Sharon Reeds, co-fondatrice di Intuitive Shipping, per conoscere il punto di vista di un esperto su come gestire la strategia di spedizione dei resi. Per le aziende più recenti, o per quelle che hanno appena iniziato a capire come funzioneranno i resi, Sharon afferma che la strategia di una tariffa fissa può essere ottima. I clienti sanno cosa aspettarsi e possono contare sulla possibilità del reso senza che l’azienda debba assorbirne l'intero costo.

“È un po’ come applicare una tariffa di spedizione fissa, ma sui resi” sostiene Sharon. “Con questa strategia, l'onere dei costi di spedizione del reso non ricade su una sola parte ma viene suddiviso equamente. È un buon compromesso per i vostri clienti, che conoscono esattamente la spesa per il reso prima dell'acquisto”.

Per capire quale sia la migliore strategia per i resi nel vostro caso, ponetevi alcune domande chiave:

  • Quali opzioni sono finanziariamente fattibili? Rispondete considerando la frequenza dei resi prevista, i vostri margini di guadagno e i costi di spedizione. Se offrite una policy sui resi “generosa”, probabilmente riceverete un maggior numero di resi.
  • Quale opzione è preferibile? Scegliete tra le opzioni fattibili, basando la vostra la valutazione sul panorama competitivo e sulla strategia che adottate per il servizio clienti.

Definite il processo di accettazione dei resi

Una volta che avrete stabilito quale prezzo applicare alla spedizione dei resi, passate a definire il processo di accettazione dei resi. Questo include:

  • La vostra comunicazione ai clienti riguardo la spedizione del reso
  • Le modalità per rendere disponibili ai clienti le etichette di spedizione (se necessario)

Tuttavia, se spartite con i clienti il costo della spedizione dei resi, aggiungete un passaggio extra. Servirà per assicurarvi che tutto sia chiaro prima che rispediscano la merce.

“Se prevedete il pagamento per i resi, vi consiglio di inviare prima un’email. Questo perché in realtà molte persone non prestano attenzione ai termini per i resi quando acquistano un prodotto”, afferma Sharon. “In pratica se inviate l'etichetta prestampata per il reso, il cliente probabilmente la vedrà e presupporrà che la spedizione sia gratuita. Quando invierà il reso e noterà che un certo importo è stato dedotto dal rimborso si chiederà perché manchi del denaro”.

È proprio qui che una comunicazione aggiuntiva vi aiuta a fornire un'esperienza complessiva migliore e più chiara.

“Il passaggio extra serve a ricordare al cliente che la tariffa di spedizione del reso sarà dedotta dal rimborso. Questo accorgimento contribuisce a garantire una migliore esperienza al cliente”.

Scegliete la strategia di spedizione migliore per voi

La strategia di spedizione che sceglierete inciderà sui tassi di conversione e sulla redditività complessiva del vostro business. Perciò, prendetevi il tempo necessario per testare vari metodi. Sulla base dei risultati ottenuti, sarete in grado di decidere qual è la formula migliore per la vostra tipologia di attività, il vostro brand e la vostra clientela.

Articolo originale di Giovanna Fariello, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Si ringraziano Mike McGuire e Adam Rogers per il loro contributo a questo post.

Illustrazione di Rachel Tunstall


Pronto per aprire il tuo negozio online? Inizia la tua prova gratuita di 14 giorni con Shopify. Non serve la carta di credito.


Argomenti: