YouTube Marketing: 7 modi per aumentare le vendite pubblicando video

YouTube Marketing: 7 modi per aumentare le vendite pubblicando video

YouTube Marketing

Avete costruito un fedele seguito al vostro brand? Continuate ad ottenere nuovi follower sui social media? Arricchite regolarmente il vostro blog con fantastici contenuti? Bene: allora, è arrivato il momento di passare al YouTube Marketing!

Con i video, il vostro marketing mix si trasforma aggiungendo una nuova dimensione. Il video giusto può aggiungere spessore alle caratteristiche e alla storia del vostro prodotto. Può raccontare com'è nata la vostra azienda, o magari mostrare modi e idee per usare il prodotto, andando ben oltre quel che si può esprimere attraverso un sito web o la carta stampata. Video e YouTube Marketing si traducono immancabilmente in un aumento delle vendite. Secondo MultiVisionDigital - una società di produzione video -, i consumatori sono al 64% più propensi ad acquistare un prodotto dopo averlo visto in un video.

Il vostro prodotto è davvero bello? Volete fare in modo che le persone possano realmente usarlo al meglio? Allora armatevi di videocamera.

Prima di approfondire i singoli aspetti relativi a video e YouTube Marketing, chiariamo un punto: non occorre un successo virale per vedere dei risultati. Si tratta di raccontare voi stessi e i vostri prodotti, non di produrre una hit virale per acquisire fama. Il focus è sul coinvolgimento e non semplicemente sul numero di visualizzazioni che si ottengono.

Eccovi 7 consigli per effettuare una strategia di YouTube Marketing di successo.

1. Siate brevi e concisi

Secondo una recente analisi, i video di YouTube sotto i 2 minuti di lunghezza ottengono quasi il 50% di tutte le visualizzazioni. Questo non dovrebbe stupire: nessuno vuol fare una fatica estenuante per conoscere l'intera storia del vostro negozio, o i minimi dettagli sulla provenienza dei vostri prodotti. I concetti non vanno esposti in modo troppo sbrigativo, ma... dovendo sbagliare, possibilmente è meglio peccare di brevità.

YouTube Marketing: video brevi più visualizzazioni

Esiste un altro valido motivo per cui dovreste raccontare la vostra storia in modo succinto. Nell'algoritmo di YouTube è incluso un fattore di ranking denominato watch time: si tratta di una metrica basata sul tempo di visualizzazione dei video. In sostanza, i video che hanno sessioni di visualizzazione più lunghe vengono suggeriti più spesso da YouTube. La ratio è quella di avvantaggiare i contenuti più coinvolgenti. Quindi, i video visti nella loro interezza ottengono maggiore visibilità rispetto a quelli che vengono abbandonati prima della fine. È un input a considerare la qualità del coinvolgimento più importante del numero di visualizzazioni.

Ragione in più per mantenere brevi i vostri video, curandone ogni singolo dettaglio.

2. Create un canale brandizzato

A meno che non vogliate realizzare solo un video una tantum, dovreste impostare un canale dedicato al vostro negozio.

Un video proveniente da un account con il nome del vostro negozio (piuttosto che, diciamo, da mariorossi86) ha un aspetto più professionale. E tra l'altro, contribuisce a rendere più attiva la presenza della vostra impresa sul web. Il canale YouTube sarà un ulteriore modo per il pubblico di trovare i vostri prodotti. Vi suggeriamo di caricare un banner e il vostro logo, per dare al canale un aspetto professionale.

Per ottenere migliori risultati, segmentate i vostri video: gli utenti potranno così trovare più facilmente quel che cercano. È possibile organizzare i video in diverse playlist e serie. Considerate di classificarli per argomento: caratteristiche del prodotto, storia del vostro negozio, tutorial per i vostri prodotti, altri temi che tenete a condividere.

Beardbrand, un negozio online che propone dei "kit per la cura della barba per l'uomo moderno" offre un esempio emblematico di canale YouTube brandizzato, con tutte le carte in regola per essere stupefacente. Date un'occhiata in particolare al logo, posizionato a destra in un banner pubblicitario e alla serie di recensioni e tutorial. Verificate anche le serie di consigli forniti su come essere un individuo più libero: si tratta di video divertenti, che offrono una strada extra per arrivare ai prodotti. Eric Brandholz, il titolare di Beardbrand, ha utilizzato YouTube non solo per presentare i suoi prodotti, ma anche per dispensare consigli personali. Il canale ha oltre 200.000 iscritti: una storia di chiaro successo!

YouTube Marketing Beardbrand

3. Producete contenuti in modo costante

Un canale ben progettato non è molto utile, se povero di contenuti.

Se scegliete di fare YouTube Marketing, preventivate un impegno a lungo termine. Valutate attentamente se potete dedicarvi a postare dei contenuti con regolarità. Dopodiché, pianificate una strategia per coinvolgere i visitatori su più fronti.

Una volta partiti, siate costanti nella pubblicazione. Ricordate: YouTube è un canale di social media, e proprio come le altre forme di social media, lunghi periodi di silenzio non sono un fattore positivo.

Decidere la frequenza con cui postare sta a voi. È consigliabile pubblicare un video una volta al mese, o una volta ogni due settimane, se riuscite. E, se individuate qualcosa che funziona bene, puntate su quello.

4. Basatevi sugli strumenti di analisi per capire cosa funziona

YouTube offre dati in abbondanza sulle prestazioni dei vostri video. Traetene il massimo vantaggio.

Tali dati sono abbastanza completi per farvi sapere esattamente cosa funziona e cosa no.

Ovviamente, non fermatevi al numero di visualizzazioni totali dei video, ma sfruttate tutti gli altri elementi di analisi, che rendono possibile, tra l'altro:

  • monitorare le visite nel corso del tempo
  • scoprire le fonti di traffico
  • analizzare i dati demografici dei visitatori
  • verificare il comportamento degli utenti durante la visualizzazione dei video.

Considerando il fattore di ranking descritto in precedenza, troverete utile sapere esattamente quante persone finiscono di visualizzare ciascun video. Ma YouTube non vi indica solo il tasso di ritenzione. Spesso è possibile anche individuare i punti specifici di un video in cui le persone escono. Questi dati sono preziosi per capire se una parte del vostro video non funziona bene.

YouTube Marketing Usa Analytics per capire cosa funziona

(Analytics on Audience Retention.)

5. Utilizzate schede e schermate finali per coinvolgere il pubblico

Quei piccoli riquadri che appaiono sui video YouTube con commenti o il link "Iscriviti" si chiamano Annotazioni. Sono utilizzate per coinvolgere il pubblico con interiezioni umoristiche, commenti successivi, appelli di sottoscrizione, o link al di fuori di YouTube.

Oggi, questa funzione è stata rimpiazzata da veri strumenti di YouTube Marketing, usabili anche da mobile: Schede e Schermate finali.

Schede YouTube

È possibile aggiungere interattività ai video YouTube grazie alle "Schede". Si tratta di teaser o di piccole icone cliccabili. Potete usarle per proporre un sondaggio. Oppure per rimandare al vostro sito, o ad altri video del vostro canale. Grazie ai Rapporti sulle Schede, potrete verificare la reazione degli spettatori.

Come inserire le Schede nei vostri video YouTube?

  1. Cliccate sull'icona del canale in alto a destra
  2. poi, su "Creator Studio" e da qui su "Gestione Video"
  3. individuate il video di interesse e selezionate "Schede" dal menu a tendina
  4. fate click su "aggiungi scheda" e scegliete il tipo di scheda che preferite (link, sondaggio, video, ecc.)
  5. cliccate su "crea", editate la scheda e appena fatto cliccate su "Crea scheda".

Shopify YouTube Marketing come iniziare con una serie di video aziendali

Attenzione: Non sovraccaricate di Schede i vostri video, ma limitatevi all'essenziale. Il disordine produrrebbe l'effetto contrario a quello desiderato, distogliendo lo spettatore!

Schermate finali YouTube

Le schermate finali possono essere inserite alla fine dei video. È un'ottima idea quella di usarle per promuovere i vostri prodotti. Oppure, per invitare gli spettatori a iscriversi al vostro canale, o a visitare il vostro sito web.

Per aggiungere una Schermata Finale ai vostri video, seguite i punti sopra indicati per le Schede. Poi, una volta individuato il video di interesse, selezionate "Schermata Finale".

6. Usate AdWords per farvi pubblicità

Per dare slancio alla vostra azione di YouTube Marketing, potete anche valutare di promuovere i video mediante pubblicità a pagamento. YouTube è di proprietà di Google, e quindi si tratta semplicemente di attivare le campagne video di AdWords.

La vostra pubblicità potrà apparire sotto forma di:

  • annuncio pre-roll, che precede il video che le persone guardano
  • banner pubblicitario, visibile navigando nel web
  • video sponsorizzato, che appare quando gli utenti cercano video simili su YouTube.

Proprio come per Google AdWords, sarete in grado di selezionare il vostro budget giornaliero e targetizzare il vostro pubblico in base ai dati demografici.

Ancor più importante, occorre che individuiate con esattezza le parole chiave pertinenti. Se state già utilizzando Google AdWords per fare pubblicità, potete semplicemente adattare le campagne esistenti alla pubblicità video.

7. Ricordatevi che le buone abitudini funzionano anche per il YouTube Marketing

Promuovete i vostri video esattamente come fareste con i blog post, propagandoli attraverso tutti i canali. Quindi postateli su Twitter, Facebook, e sul vostro stesso blog. Non aspettatevi che diventino virali, ma non per questo promuoveteli meno attivamente. Condivideteli sui social media, entrate in contatto con i blogger per ottenere dei link e cercate di raggiungere il pubblico giusto.

Considerate che YouTube è un motore di ricerca, e un video va ottimizzato al pari di un articolo. Conoscete le regole: titolo avvincente, descrizione dettagliata, parole chiave adatte e tutto il resto.


YouTube Marketing campagna

Proprio come incoraggiate le persone a seguirvi su Facebook e Twitter, potete invogliare gli spettatori a guardare i vostri video, o ad iscriversi al vostro canale.

E non dimenticate: anche il lavoro di SEO più rigoroso non potrà far nulla per salvare un contenuto pessimo. Il modo migliore per ottenere un buon ranking è quello di focalizzarvi sulla produzione di contenuti avvincenti, che altri vogliano citare con un link.

 


YouTube Marketing Quale metodo è giusto per te?Note sull’Autore

Giulia Greco è caporedattrice e responsabile dei contenuti di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni.

Articolo originale di Dan Wang, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

Argomenti:

Lascia un commento ...

Inizia la tua prova gratuita di 14-giorni