Portafoglio Frontier

Cattura diretta dall'aria

Estrazione del carbonio direttamente dall'aria, con il successivo stoccaggio sicuro e permanente

Rimozione permanente del carbonio

23% della spesa del fondo

La cattura diretta dall'aria (DAC) consiste nell'estrarre la CO₂ direttamente dall'aria, per poi stoccarla in modo sicuro e permanente. Mettiamola così: gli impianti di depurazione delle acque reflue, che puliscono e riciclano l'acqua, sono considerati un servizio essenziale. Per purificare l'aria ci serve una soluzione analoga. Ed è qui che entra in gioco la DAC.

Attualmente, è davvero difficile estrarre il carbonio dall'aria. L'atmosfera contiene oltre 400 parti per milione (ppm) di carbonio in questo momento. È una quantità sufficiente per produrre un impatto drastico sul clima, eppure rappresenta solo lo 0,04% dell'aria. Catturare il carbonio è come dover estrarre una goccia d'inchiostro dall'acqua di una piscina.

Fortunatamente, esiste una tecnologia in grado di farlo. E questa è un'ottima notizia, perché ci semplifica le cose: se riusciremo a sviluppare tale tecnologia e a renderla più accessibile, in futuro saremo liberi di emettere gas serra sapendo di poterli rimuovere. Dovremo comunque ridurre le emissioni in ogni modo possibile; ma il DAC è uno degli strumenti essenziali per riuscire a catturare una quantità di carbonio superiore rispetto alle emissioni.

Il carbonio catturato può essere:

  • utilizzato per creare combustibili poco inquinanti
  • inserito all'interno di prodotti come il calcestruzzo
  • iniettato sotto forma di gas in giacimenti petroliferi vuoti
  • trasformato in pietra nel sottosuolo

Carbon Engineering, impianto nella Columbia Britannica

Notizie sull'azienda

Carbon Engineering

Il professore di Harvard David Keith ha fondato Carbon Engineering per studiare la cattura diretta dall'aria, poiché era diventato chiaro che azzerare le emissioni globali non sarebbe stato sufficiente. Dobbiamo anche rimuovere il carbonio dall'atmosfera per arrestare il cambiamento climatico.

Ora Carbon Engineering ha una tecnologia collaudata, in grado di estrarre la CO₂ direttamente dall'aria. Il suo obiettivo è collaborare con dei partner alla costruzione di impianti che catturino un milione di tonnellate di CO₂ l'anno — quantità pari alle emissioni annuali di 250.000 automobili ed equivalente al lavoro di 40 milioni di alberi.

Attualmente, Carbon Engineering sta costruendo un “Innovation Centre” a Squamish, nella Columbia Britannica per perfezionare il suo processo di cattura della CO₂, con il progetto di creare nei prossimi anni il più grande impianto DAC del mondo nel bacino Permiano. La sua tecnologia può essere installata praticamente ovunque. Ciò significa che l’azienda può allestire impianti in luoghi ideali, che offrono energia pulita a basso costo per alimentare il sistema, o in luoghi dove è facile immagazzinare la CO₂ sottoterra in modo permanente. Anche se per alimentare l'impianto è utilizzato il gas naturale, tutte le emissioni di CO₂ derivanti dal processo di combustione vengono catturate e stoccate nel sottosuolo insieme alla CO₂ estratta dall'atmosfera.

Essenzialmente la sua tecnologia aspira l'aria, utilizza reazioni chimiche per estrarre la CO₂, quindi reimmette la parte rimanente dell'aria nell'atmosfera. È come un albero realizzato dall'uomo, ma ha un’azione più veloce, occupa meno terreno e fornisce CO₂ pura e compressa, che può essere stoccata sottoterra o riutilizzata.

Shopify ha accettato di investire nella rimozione permanente del carbonio operata dall’Innovation Centre di Carbon Engineering per dimostrare la sua fiducia in questo metodo, e per fornire all’azienda un nuovo flusso di entrate che le consenta di continuare a evolvere la sua tecnologia.

“Fondamentalmente, la nostra tecnologia consente di eliminare le emissioni di biossido di carbonio da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento”.

—Steve Oldham, CEO di Carbon Engineering

Notizie sull'azienda

Climeworks

I cofondatori di Climeworks, Jan Wurzbacher e Christoph Gebald, si sono incontrati nel loro primo giorno di università a Zurigo. Hanno scoperto una passione comune per gli sport alpini ed entrambi erano sconcertati per il visibile ritiro dei ghiacciai delle Alpi svizzere. Così hanno usato le loro competenze ingegneristiche per risolvere il problema.

Climeworks rimuove la CO₂ dall'atmosfera con macchine di cattura diretta dall'aria. Una società islandese chiamata Carbfix mescola con l'acqua la CO₂ catturata e la pompa in profondità nel sottosuolo. Attraverso la naturale mineralizzazione, la CO₂ reagisce con la roccia basaltica (formata da lava raffreddata) e si trasforma in pietra nel giro di pochi anni, rendendo definitiva la rimozione dall'aria.

Attualmente la principale barriera che impedisce a Climeworks di crescere sono i costi da sostenere per catturare e stoccare la CO₂ — il che comporta prezzi d'acquisto elevati per gli investitori. Prima Climeworks acquisisce nuovi clienti, più velocemente potrà crescere, ridurre i costi e rendere largamente accessibile il suo processo di rimozione del carbonio. Oggi, scegliendo di pagare più del dovuto per la rimozione delle emissioni di carbonio di Climeworks, vogliamo contribuire a far decollare questo mercato.